Nuoto - Assoluti Invernali: Detti dice 4, Pellegrini veloce in staffetta

Detti conquista 200 e 1500 e si conferma in splendida forma, Federica trascina l'Aniene.

Nuoto - Assoluti Invernali: Detti dice 4, Pellegrini veloce in staffetta
Nuoto - Assoluti Invernali

La due giorni di Riccione si chiude nel segno di Gabriele Detti e Federica Pellegrini. Senza Paltrinieri, Detti si prende il mezzofondo, spaziando dai 200 ai 1500. Dopo il doppio successo nella giornata di venerdì, il bis sabato, con il personale sui 200 - 1'48"99 - prima dell'assolo nei 1500, 14'53"93. Nei 200 stile, sul podio l'intramontabile Magnini, terzo al tocco, per centesimi davanti a Maglia. 

Federica si esprime ancora nella velocità. La staffetta dell'Aniene trae linfa dalla classe della Pellegrini, che, lanciata, nuota 53"15, a conferma della profonda virata dopo l'addio ai 400. 

Conferme, nelle gare a unica vasca, per Sabbioni e Di Pietro. Il dorsista - più a suo agio su 100 e 200 - nei 50 spegne Bonacchi e timbra un ottimo 25"17, mentre Silvia, a farfalla, anticipa Gemo e Bianchi. 

I 100 rana, al maschile, premiano Mustafin, mentre Scozzoli - terzo - fatica ancora. Crono alto, 1'01"41. Codia coglie l'opportunità e senza Rivolta sfreccia nei 100 delfino. 51"95, seconda prestazione italiana di sempre. 

Con l'addio della Pellegrini, campo aperto nei 400. Erica Musso mette una candidatura importante e, dopo la parentesi europea, batte De Memme e Caramignoli, confermando la crescita costante. 

Dopo l'exploit dei 100, Dotto - 22"26 - concede il bis nei 50, con Bocchia a 13 centesimi, ma è soprattutto la classe '95 Scalia a strappare l'attenzione al tramonto della manifestazione. 1'00"54 per regalarsi il trionfo nei 100 dorso e mettersi alle spalle avversarie sulla carta più quotate. 

RISULTATI — Terza sessione (50 m, serie dirette).
Uomini - 200 sl: Detti 1'48"76, Di Giorgio 1'48"95", Magnini 1'49"42, Maglia 1'49"79; 50 dorso: Sabbioni 25"17, Bonacchi 25"59, Milli 25"81;
100 rana: Mustafin 1'00"95, Toniato 1'01"35, Scozzoli 1'01"41, Bizzarri 1'01"45, Antonelli 1'01"90, Martinenghi 1'02"54; 100 farf.: Codia 51"95 (p., 2° t. ital.alltime), Vazaiois (Gre) 53"57, D'Angelo 53"62, Coci (Rom) 53"67, F.Giordano 53"68; 4x100 mx: Fiamme Oro 3'36"30, Forestale 3'39"59, Fiamme Gialle 3'30"08, Aniene 3'30"15.

Donne - 400 sl: Musso 4'11"56, De Memme 4'12"55, Caramignoli 4'13"99;
50 rana: Carraro 31"06, Castiglioni 31"45, Guzzetti 31"96;
50 farf.: Di Pietro 26"33, Gemo 26"52, Bianchi 27"37;
400 mx Toni 4'43"46, Trombetti 4'44"51, Negri 4'47"71, Reinhold (Ger) 4'48"03, Franceschi 4'53"14;
4x100 sl: Aniene 3'42"64, Esercito 3'43"03, Forestale 3'46"19.

Quarta sessione (50 m, serie dirette). Uomini - 50 sl: Dotto 22”26, Bocchia 22”39, Trandafir (Rom) 22”54, 4. Guttuso 22”78; 1500 sl: Detti 14’53”93, Joly (Fra) 14’56”13, Ruffini 15’17”65; 200 dorso: Mencarini 1’58”06, Ciccarese 1’59”79, Sabbioni 1’59”99; 200 mx: Turrini 2’01”11, Dioli 2’01”26, Vazaois (Gre) 2’01”42. 

Donne - 100 sl: Di Pietro 54”52, Ferraioli 54”96, Biagioli (’97) 55”50; 1500 sl: Caramignoli 16’16”40, Quadarella 16’25”72, Gabrielleschi 16’27”49; 100 dorso: Scalia (’95) 1’00”54 (28”92, 4° t. ital. alltime), Panziera 1’01”36, Zofkova 1’01”39, Barbieri 1’01”59; 200 rana: Fangio 2’28”85, Celli 2’29”21, Carraro 2’29”90, De Ascentis 2’20”29, Verona 2’30”37; 200 farf.: Pirozzi 2’09”17, Polieri 2’09”89, Stoppa 2’11”90;