Europei Londra 2016, Tuffi - La Cagnotto incanta, è oro anche da 3 metri

L'azzurra scappa alla terza tornata e chiude da regina, con un doppio salto mortale e mezzo rovesciato carpiato da 81 punti. Sul podio Freitag e Reid.

Europei Londra 2016, Tuffi - La Cagnotto incanta, è oro anche da 3 metri
Europei Londra 2016, Tuffi - La Cagnotto incanta, è oro anche da 3 metri - London 2016

Oro europeo nell'anno olimpico, Tania Cagnotto sfoglia la storia. Quando parte per il quinto tuffo, l'ultimo di giornata, ha un consistente vantaggio su Uschi Freitag, ma la concentrazione è massima. Tania prende un trampolino perfetto, sale a sfiorare l'azzurro del cielo e scompare poi in acqua. Due estremi che accolgono l'elegante talento che pare esplodere oltre un corpo minuto. 81 punti, 360.60, un doppio salto mortale e mezzo rovesciato carpiato che corona una gara senza sbavature. 

La sfida per l'oro - annunciata dall'eliminatoria - si spegne dopo due tuffi. L'ucraina Nedobiga accusa la pressione e si scioglie al cospetto della Cagnotto. 18 punti, un non-tuffo che chiude la porta alla medaglia. Chi insegue, lo fa quasi con rispetto, tale è la distanza. Reid e Gallantree a sostenere il vessillo britannico, Jansen e Freitag per l'Olanda, l'esperta Fedorova per l'Ucraina. In cinque, una manciata di punti. 

Tania è sola, si consulta, in apparenza tranquilla. La fiducia aumenta in modo esponenziale dopo il secondo tuffo, quando la Cagnotto colora l'impianto di Londra con un doppio salto mortale con avvitamento meraviglioso. Quando anche il triplo e mezzo avanti entra, allora è tempo di abbozzare il primo sorriso. Tania è veloce, perfetta, solo l'ingresso è parzialmente opaco. 65.10, quel che serve per mantenere margine, anche perchè proprio qui arriva la debacle della Nedobiga. 

Francesca Dellapé regala buone risposte in vista della gara di coppia, ma paga alcune pesanti distrazioni. Lo scarso allenamento incide sulla performance di Francesca, comunque brava ad approdare in finale. Al termine è undicesima. 

A completare il quadretto da podio, Freitag e Reid. La Freitag resiste al ritorno della britannica - 73.50 con il quinto tuffo - mentre a pagare dazio è la Gallantree, beffata. 

Questa la classifica finale:

1   ITA CAGNOTTO Tania 15 MAY 1985 360.60      
2  NED FREITAG Uschi 19 AUG 1989 330.60     30.00  
3  GBR REID Grace 09 MAY 1996 328.55     32.05  
4  GBR GALLANTREE Rebecca 19 AUG 1984 323.25     37.35  
5  UKR FEDOROVA Olena 14 NOV 1986 317.10     43.50  
6  NED JANSEN Inge 02 JUN 1994 309.25     51.35  
7  GER SUBSCHINSKI Nora 05 JUN 1988 303.30     57.30  
8  GER PUNZEL Tina 01 AUG 1995 291.25     69.35  
9  BLR KHAMULKINA Alena 24 JUL 1997 269.50     91.10  
10 UKR NEDOBIGA Anastasiia 20 APR 1994 269.45     91.15  
11  ITA DALLAPE' Francesca 24 JUN 1986 262.40     98.20  
12 ESP VELAZQUEZ Rocio 13 JUL 1995 224.30     136.30