Windsor 2016, Pellegrini quinta nei 100 sl. Bene Dotto e Di Pietro, squalificata la 4X50 mista

Federica chiude quinta nella sua "nuova" gara, Dotto e Di Pietro in finale con il terzo tempo nei 50 sl e nei 50 farfalla. Cambio irregolare nella staffetta mista. Splendido Le Clos nei 100 farfalla, Hosszu domina a dorso, Koch concede il bis a rana.

Windsor 2016, Pellegrini quinta nei 100 sl. Bene Dotto e Di Pietro, squalificata la 4X50 mista
Luca Dotto. Source: Christopher Lee/Getty Images Europe

La nuova avventura di Federica Pellegrini nella velocità pure inizia dai Mondiali in vasca corta di Windsor 2016. In finale, la Divina chiude quinta (dopo i primi 50 lenti) con il crono di 52'43, a quattro decimi dalla medaglia di bronzo della canadese Penny Oleksiak. Gara vinta, un po' a sorpresa, dall'australiana Brittany Elmslie, davanti all'olandese Ranomi Kromowidjojo, d'argento. 

Finale 100 s.l. F. 1. Elmslie (AUS) 51.81. 2. Kromowidjojo (NED) 51.92. 3. Oleksiak (CAN) 52.01. 4. Ikee 52.12. 5. Pellegrini 52.43. 6. Mainville 52.52. 7. Popova 52.53. 8. Zhu 52.74

Per quanto riguarda gli altri italiani, Luca Dotto fa segnare il terzo tempo di accesso in finale nei 50 stile libero uomini, un 21.29 superiore solo ai crono del russo Morozov e del lituano Bilis. Domani lotta accesissima per il podio, con il francese Mignon, l'americano Powers, l'olandese Putts e il finlandese Liukkonen. 

Semifinali 50 s.l. M. 1. Morozov 21.05. 2. Bilis 21.15. 3. Dotto 21.29. 4. Mignon 21.30. 5. Powers 21.31. 6. Puts 21.33. 7. Liukkonen 21.36. 8. Brianskii 21.44

Splendida prestazione anche nei 50 farfalla femminili (semifinali) per Silvia Di Pietro: l'azzurra conferma l'ottimo momento di forma e si qualifica per la finale con il terzo tempo (25.50), alle spalle dell'americana Kelsi Worrell e della danese Jeanette Ottesen.

Semifinali 50 farfalla F. 1. Worrell 25.18. 2. Ottesen 25.29. 3. Di Pietro 25.50. 4. De Waard 25.59. 5. Ikee 25.63. 6. Henique 25.66. 7. Beckmann 25.75. 8. Savard 25.76.

Peccato invece per la staffetta 4X50 mista mista, squalificata per un cambio irregolare effettuato da Luca Dotto. Silvia Scalia, Fabio Scozzoli e ancora Silvia di Pietro i componenti del quartetto azzurro, che comunque non avrebbe raggiunto il podio, sul cui gradino più alto salgono gli Stati Uniti di Shields, King, Worrell e Chadwick, davanti al Brasile di Medeiros, Lima, Santos e Oliveira, e al Giappone di Koga, Yamanaka, Ikee e Ouchi. 

Finale staffetta 4X50 mista mista. 1. USA 1:37.22. 2. Brasile 1:37.74. 3. Giappone 1:38.45. 4. Cina 1:38.93. 5. Canada 1:38.98. 6. Russia 1:39.11. 7. Svezia 1:40.51. Italia DSQ

Nelle altre gare, dominio assoluto del tedesco Marco Koch nei 200 rana (bis dopo l'oro nei 100), che fa segnare il record dei campionati in 2:01.21. Argento per il britannico Willis, bronzo per il russo Dorinov, che lascia giù dal podio i due americani Fink e Prenot.

Finale 100 rana M. 1. Koch (GER) 2:01.21. 2. Willis (GBR) 2:02.71. 3. Dorinov (RUS) 2:03.09. 4. Fink 2:03.79. 5. Prenot 2:03.96. 6. Persson 2:04.83. 7. Khomenko 1:04.97. 8. Takahashi 2:05.40. 

Interessanti le semifinali dei 100 misti uomini, dominate dai due giapponesi Seto e Shioura, davanti all'americano Michael Andrew, al fantastico russo Vladimir Morozov e al tedesco Philip Heintz.

Semifinali 100 misti M. 1. Seto 52.09. 2. Shioura 52.35. 3. Andrew 52.41. 4. Morozov 52.44. 5. Heintz 52.63. 6. Wang 52.73. 7. Stolk 52.87. 8. Sjodin 52.88. 

Come da pronostico, Katinka Hosszu si prende l'oro anche nei 200 dorso, in 2:00.79. L'ungherese precede l'ucraina Daryna Zevina, argento e l'australiana Emily Seebohm, bronzo. Quarta la canadese Caldwell, quinta la britannica Dawson.

Finale 200 dorso F. 1. Hosszu (HUN) 2:00.79. 2. Zevina (UKR) 2:02.24. 3. Seebohm (AUS) 2:02.65. 4. Caldwell 2:03.98. 5. Dawson 2:04.09. 6. Moffitt 2:04.56. 7. Akase 2:05.02. 8. Takahashi 2:06.29.

Hosszu infaticabile, che si ripete nella semifinale dei 100 misti, facendo segnare il miglior tempo (57.53), davanti alla giamaicana Alia Atkinson, con Emily Seebohm ancora terza. In finale e in lotta per il podio l'olandese Steenbergen, la finlandese Laukkanen e l'americana Eastin. 

Semifinali 100 misti F. 1. Hosszu 57.53. 2. Atkinson 58.54. 3. Seebohm 58.96. 4. Steenbergen 59.33. 5. Laukkanen 59.64. 6. Eastin 59.67. 7. Kreundl 59.86. 8. King 1:00.05. 

Alla fuoriclasse ungherese non riesce però il colpaccio negli 800 stile libero, stravinti dall'americana Leah Smith, davanti alla connazionale Ashley Twichell e all'australiana Kiah Melverton. 

Finale 800 s.l. F. 1. Smith (USA) 8:10.17. 2. Twichell (USA) 8:11.95. 3. Melverton (AUS) 8:16.51. 4. Titmus 8:17.95. 5. Zhang 8:21.05. 6. Pignatiello 8:26.41. 7. Anderson 8:30.16. 8. Hosszu 8:36.76.

Spettacolo nella finale dei 100 farfalla maschili, in cui il sudafricano Chad Le Clos fa il fenomeno, timbra il nuovo record del mondo in 48.08, e annichilisce lo sfidante americano Tom Shields, solo argento. Bronzo all'australiano David Morgan, che beffa il britannico Adam Barrett. Giù dal podio anche i francesi Metella e Stravius. 

Finale 100 farfalla M. 1. Le Clos (RSA) 48.08. 2. Shields (USA) 49.04. 3. Morgan (AUS) 49.31. 4. Barrett 49.47. 5. Metella 50.16. 6. Kawamoto 50.37. 7. Stravius 50.53. 8. D'Orsogna 50.77.

Infine, da registrare il miglior tempo del giapponese Koga nelle semifinali dei 50 dorso, davanti al bielorusso Sankovich e al francese Stravius. In finale anche Ortiz, Xu e Polewka, mentre sono fuori Larkin, Pebley, Glinta e Tarasevich. 

Semifinali 50 dorso M. 1. Koga 22.81. 2. Sankovich 23.07. 3. Stravius 23.16. 4. Hurley 23.20. 5. Ortiz 23.33. 6. Subirats 23.37. 7. Xu 23.39. 8. Polewka 23.47.