Windsor 2016, batterie: vola Paltrinieri, fatica Detti. Bene Ferraioli e Di Pietro, ok Scozzoli e Dotto

Gregorio primo con margine nelle batterie dei 1.500, mentre Detti è solo settimo. Erika Ferraioli e Silvia Di Pietro in semifinale dei 50 stile libero con il terzo e il quinto tempo. Scozzoli ottavo nelle batterie dei 50 rana, Dotto avanti a fatica nei 100 sl.

Windsor 2016, batterie: vola Paltrinieri, fatica Detti. Bene Ferraioli e Di Pietro, ok Scozzoli e Dotto
Windsor 2016, batterie: bene Ferraioli e Di Pietro, avanti anche Scozzoli e Dotto - Source: Adam Pretty/Getty Images South America

Le batterie della quinta e penultima giornata di gare ai campionati mondiali di nuoto in vasca corta, in corso di svolgimento a Windsor, Canada, hanno sancito l'esordio nella rassegna iridata di Gregorio Paltrinieri, impegnato nei 1.500 stile libero. Il fuoriclasse di Carpi non ha tradito le attese e ha fatto segnare il miglior tempo in 14:24.39. Solo settimo invece l'altro azzurro Gabriele Detti, in 14:34.11, qualificato comunque per la finale di domani. Secondo crono per il coreano Park, davanti al danese Ipsen. Quinto il norvegese Christiansen.

Batterie 1.500 s.l. M. 1. Paltrinieri 14.24.39. 2. Park 14:30.14. 3. Ipsen 14:30.92. 4. Wojdak 14:31.06. 5. Christiansen 14:33.13. 6. Sweetser 14:34.05. 7. Detti 14:34.11. 8. Gyurta 14:38.07.

Il programma si era però aperto con le batterie della 4X50 mista maschile: a far segnare il primo tempo ancora la Russia, in 1:33.25, davanti alla Bielorussia e alla Cina. Quinta l'Australia, sesti gli Stati Uniti, fuori la Francia.

Batterie 4X50 mista M. 1. Russia 1:33.25 (Tarasevich, Kostin, Pakhomov, Brianskii). 2. Bielorussia 1:33.48 (Sankovich, Shymanovich, Tsurkin, Latkin). 3. Cina 1:33.95 (Xu, Yan, Li, Yu). 4. Giappone 1:34.01 (Koga, Yamanaka, Kawamoto, Ito). 5. Australia 1:34.24 (Hurley, Sucipto, Morgan, McCarthy). 6. USA 1:34.26 (Josa, Andrews, Shields, Powers). 7. Lituania 1:34.30 (Rapsys, Titenis, Sadauskas, Bilis). 8. Svezia 1:35.02 (Bjork, Skagius, Sjodin, Carlsen). 

Batterie dei 200 misti femminili dominate dalla solita Katinka Hosszu, che si lascia alle spalle il duo americano Cox-Eastin e quello nipponico Teramura-Ohashi. Avanti anche Emily Seebohm e l'altra ungherese Jakabos. Prima delle escluse la britannica Hannah Miley. 

Batterie 200 misti F. 1. Hosszu 2:05.33. 2. Cox 2:06.72. 3. Eastin 2:07.65. 4. Teramura 2:08.14. 5. Ohashi 2:08.24. 6. Seebohm 2:08.30. 7. Jakabos 2:08.46. 8. Darcel 2:08.84. 

Ecco finalmente un raggio di luce per la Gran Bretagna nelle batterie dei 400 misti, in cui il miglior tempo è di Max Litchfield (4:03.56), inferiore a quello dell'ungherese David Verraszto (4:04.08). Seguono gli americano Prenot e Devine, poi l'altro ungherese Gyurta e il giapponese Daiya Seto. 

Batterie 400 misti M. 1. Litchfield 4:03.56. 2. Verraszto 4:04.08. 3. Prenot 4:04.43. 4. Devine 4:04.64. 5. Gyurta 4:04.88. 6. Seto 4:05.00. 7. Fujimori 4:05.83. 8. Szaranek 4:06.07. 

L'americana Kelsi Worrell sembra invece già imprendibile nei 100 farfalla, in cui precede la canadese Katerine Savard, la giovane giapponese Rikako Ikee, e l'onnipresente magiara Katinka Hosszu. 

Batterie 100 farfalla F. 1. Worrell 56.11. 2. Savard 56.75. 3. Ikee 56.83. 4. Hosszu 56.99. 5. Dias 57.17. 6. Gibson 57.20. 7. Chimrova 57.56. 8. Washer 57.62. 9. Beckmann 57.66. 10. Busch 57.79. 11. Svecena 57.91. 12. Kobayashi 57.96. 13. Sze 58.02. 14. Wattel 58.06. 15. Chan 58.16. 16. Ugolkova 58.20. 

E' poi il turno delle batterie dei 100 stile libero al maschile, in cui delude ma passa Luca Dotto, quattordicesimo in 47.72. Tanti gli esclusi eccellenti, da Vladimir Morozov ad Adam Barrett, passando per Chad Le Clos. Primo tempo invece per lo statunitense Blake Pieroni (46.76), davanti al canadese Kisil, al francese Metella, al coreano Park e al lituano Bilis.

Batterie 100 s.l. M. 1. Pieroni 46.76. 2. Kisil 46.79. 3. Metella 47.13. 4. Park 47.19. 5. Bilis 47.39. 6. Sever 47.43. 7. Kusch 47.48. 8. Mignon 47.53. 9. Koski 47.55. 10. D'Orsogna 47.57. 11. Chadwick 47.60. 12. Shioura 47.68. 13. Sahnoune 47.70. 14. Dotto 47.72. 15. Hockin 47.78. 15. Lobintsev 47.78. 

Bene invece nei 50 stile femminili Erika Ferraioli e Silvia Di Pietro, rispettivamente terza (24.11) e quinta (24.21) in delle batterie in cui il miglior tempo è quello (24.03) della danese Jeanette Ottesen, già oro nei 100 farfalla. Buoni segnali anche dall'olandese Ranomi Kromowidjojo e dalla brasiliana Etiene Medeiros. Avanti anche la trionfatrice dei 100, l'australiana Brittany Elmslie, e le francesi Henique e Santamans. 

Batterie 50 s.l. F. 1. Ottesen 24.03. 2. Williams 24.04. 3. Ferraioli 24.11. 3. Kromowidjojo 24.11. 5. Di Pietro 24.21. 6. Zhu 24.30. 7. Medeiros 24.31. 8. Elmslie 24.33. 9. Santamans 24.34. 10. Mainville 24.35. 11. Henique 24.42. 12. Kennedy 24.49. 12. Seebohm 24.49. 12. Ikee 24.49. 15. Nasretdinova 24.56. 16. Bjornsen 24.60. 

Ottavo nelle batterie dei 50 rana Fabio Scozzoli, in 26.57, mentre il miglior tempo è del russo Kirill Prigoda in 26.23. Avanti anche il brasiliano Felipe Lima, lo sloveno Stevens, l'americano Miller e il sudafricano Cameron Van Der Burgh. 

Batterie 50 rana M. 1 Prigoda 26.23. 2. F. Lima 26.26. 3. Stevens 26.33. 4. Miller 26.44. 5. F. Franca 26.44. 6. Van Der Burgh 26.55. 7. Andrew 26.56. 8. Scozzoli 26.57. 9. Shymanovich 26.58. 10. Kostin 26.61. 11. Claverie 26.64. 12. Skagius 26.65. 13. Zorzi 26.67. 14. Prono 26.68. 15. Yan 26.75. 16. Tuomola 26.77.

4X200 stile libero femminile dominata dagli Stati Uniti, che volano con Leah Smith in ultima frazione, e precedono Cina, Canada (con Ruck e Oleksiak) e Russia. Avanti anche Giappone, Australia, Danimarca e Germania. 

Batterie 4X200 s.l. F. 1. USA 7:41.25 (Comerford, Gibson, Drabot, Smith). 2. Cina 7:46.25 (Zhang, Al, Dong, Shen). 3. Canada 7:46.33 (Goss, Zevnik, Ruck, Oleksiak). 4. Russia 7:46.39 (Mullakaeva, Krivonogova, Ustinova, Openysheva). 5. Giappone 7:47.47 (Aoki, Igarashi, Yamane, Takano). 6. Australia 7:48.61 (Buchanan, Schlicht, Titmus, Melverton). 7. Germania 7:50.67 (Bruhn, Huther, Foos, Rieder). 8. Danimarca 7:51.76 (Bro, Bro, Nielsen, Howardsen).