Riccione Assoluti Primaverili, 4° giornata - Le batterie: la Pellegrini passeggia nei 200 stile, nei 50 guida Dotto

La Pellegrini in finale con un 200 di semplice controllo, 22"09 per Dotto.

Federica Pellegrini approda in finale nei 200 stile, senza alcuna fatica. Miglior tempo, unico crono sotto i 2 minuti, l'attesa, ora, è per il riscontro del pomeriggio, con una Pellegrini, verosimilmente, su altri ritmi. Alle spalle della divina, Pirozzi e Mizzau, il divario è però ampio. 1'59"11, semplice allenamento per Federica. 

Nei 50 stile, al maschile, si viaggia già su interessanti velocità. Luca Dotto - 22"09 - piazza il crono di riferimento nella sesta batteria. Il vincitore dei 100 è il favorito, attenzione però a Zazzeri, ieri sotto i 49"00 nella frazione della 4x100. Tocca in 22"18, può essere l'anti-Dotto. Più staccato, al momento, Orsi, 22"39. 

I 50 dorso donne confermano l'ascesa di nuove protagoniste. Guida la Scalia - 28"61 - ma Quaglieri - titolo nei 100 - e Cocconcelli sono lì. Classe 2000 la prima, addirittura 2002 la seconda. 28"69 per entrambe, l'occasione di scolpire il nome nei registri italiani. 

I 200 misti, al maschile, premiano, in batteria, Sorriso. 2'01"89 per lui, Turrini, nell'ultima, precede poi Glessi. Turrini, nettamente superiore alla concorrenza nei 400 e favorito anche qui, chiude in 2'02"01. 

La rana femminile vive da tempo sul duello tra Castiglioni e Carraro. Le due si dividono la ribalta già in sede di qualificazione alla finale. La Castiglioni doma la quarta batteria in 30"80, a seguire la Carraro replica in 30"89. Terzo tempo per la Scarcella, 31"73.