Nuoto - Arena Pro Series Atlanta, primi riscontri dal mezzofondo. Tra qualche ora tocca alla Ledecky

La divina del nuoto americano si divide tra 100 e 400, al maschile fari su Park e Adrian.

Il nuoto fa rotta verso Atlanta. Seconda tappa dell'Arena Pro Swim Series, non solo i fenomeni d'America in acqua. Ieri, primi battiti nel mezzofondo, 1500 al femminile, senza Katie Ledecky, 800 al maschile. Tra le donne, primeggia G Ryan, 16'25"64, davanti a Vien Nguyen, 16'28"18. Tra gli uomini, invece, Felix Auboeck regola la concorrenza. 7'55"86, riferimento che non spaventa i colossi d'Italia. 

Programma decisamente più ricco nella giornata odierna. 8 gare in agenda. Si parte con la sfida a farfalla sulla doppia vasca. Poi, i 200 rana. Al maschile, Cordes parte con i favori del pronostico, al femminile, di contro, campo aperto. Kierra Smith - 2'22"87 - si tuffa con  un'incollatura di vantaggio, ma non mancano credibili rivali. Meili, Hannis, King, duello intrigante. 

Gara regina a seguire. 100 stile libero, il debutto della fenomenale Ledecky. Punta la velocità, punta ad ampliare gli orizzonti. Già sotto i 54, cerca nuove sfide, a stretto contatto con la connazionale Manuel. Weir terzo incomodo. Il coreano Park è l'attrazione al maschile, altera le carte, si cimenta su una distanza non sua, al cospetto dei padroni di casa Adrian - già velocissimo in stagione - ed Ervin e del tedesco Wierling. 

Park e Ledecky anche sui 400. Katie in una gara che domina da tempo, in cui non ha rivali in patria e nel mondo. Il coreano in una prova in cui vuol tornare re. Sfida a distanza con Sun, Detti e Horton, cerca una risposta Park, importante. Smith e Grothe probabili insidie.