Mare Nostrum Monaco: Sjoestroem senza rivali, Efimova dai 50 ai 200 rana, i misti della Hosszu, due volte Guy

La svedese domina a stile e farfalla, primo tempo dell'anno per la Hosszu nei 200 misti, Efimova signora della rana. 200 stile e 100 farfalla per il britannico.

La seconda giornata, a Montecarlo, offre uno spettacolo di straordinario livello. Pioggia di record, squilli mondiali. Sarah Sjoestroem, regina in attesa di corona, sbaraglia la concorrenza d'Australia, ribadisce, con forza, la sua supremazia. Divora i 100 stile - la gara designata per la spedizione iridata di Budapest - sfiora il suo limite stagionale per 6 centesimi e rifila pesante distacco alle sorelle Campbell - seconda Bronte, quarta Cate - e alla Coleman. 52"60, tempo che trova poi conferma nella vasca secca, 23"95, oltre mezzo secondo di margine su Bronte. Non perde un colpo la Sjoestroem, 24"96, questo sì primato del 2017, nei 50 farfalla. 

A seguirla, nella sua sfrenata corsa verso il successo, la splendida e chiacchierata Efimova. Dopo l'assolo nei 100, si diverte tra 50 e 200, sbaragliando il campo. 30"23, ma soprattutto 2'22"55 nella gara, i 200, che più di ogni altra esalta la sua bracciata elegante, la sua azione continua e produttiva. McKeon e Laukkanen incassano quasi 4 secondi, la Efimova si erge sull'acqua, come una dea. 

Contesto femminile, non può mancare Katinka Hosszu. L'ungherese incassa due batoste, battuta nei 100 dorso dalla Seebohm - 59"23, record del meeting, unica, l'australiana, sotto il minuto (Hosszu terza in 1'00"47) - e nei 200 farfalla da una Hasegawa in grado di nuotare come nessuna in stagione. 2'06"70 - a Tokyo già 2'06"95 per lei - un crono straordinario. La Hosszu è terza anche qui, alle spalle della Chimrova. Il riscatto, di Katinka, negli amati misti. Dopo la performance di sabato nei 400, replica nei 200. Abbatte la barriera dei 2'09 ed approda - unica al momento - a 2'08"49. Seconda la O'Connor, splendida terza la Franceschi, 2'13"25 (quarta la Toni). 

Al maschile, doppietta di James Guy. Il britannico sottolinea l'ottimo feeling con la farfalla, bruciando, nei 100, Cseh. 52"30, 5 centesimi meglio dell'eterno ungherese. Terzo Tsurkin. Guy, poi, batte il secondo colpo a stile. Nei 200 - lui campione del mondo - tocca in 1'47"27. Terzo Horton, KO, sabato, nei 400. Quarto McEvoy, su una distanza non sua. 

Infine, 1'00"08 di Koseki nella rana, Prigoda alla piazza d'onore, quarto Lima, settimo Van der Burgh (ritorno, per lui, nei 50, 26"99). 

Altri risultati:

400 misti U Gratz 4'19"23 

400 stile D Harvey 4'12"26

50 sl U Fratus 21"77

50 dorso U Tsmyh 25"01 

50 farfalla U Barrett 23"62

50 dorso D H.Barratt 27"66