Budapest 2017 - Nuoto di fondo, l'Italia alza la testa

Il ritorno della Grimaldi, una Bruni convincente, Ruffini da campione in carica, l'Italia c'è.

Il lago Balaton ospita il nuoto di fondo dal 15 al 21 luglio. L'Italia si attende, da questa spedizione, un ricco bottino. Indizi pesanti a una manciata di giorni dalle prime bracciate. Un gruppo coeso, diverse frecce all'arco. Martina Grimaldi, più volte protagonista in sede mondiale, sembra riaffiorare sull'acqua, Assoluti di spessore, è una carta da novanta al tavolo ungherese. Gara lunga, la 25km, una battaglia di nervi. Con lei, Rachele Bruni, prima in Coppa a Setubal e assoluta certezza quando si parla di 10km. Ad accompagnare le punte al femminile, Arianna Bridi, 10 e 25, ma anche Caramignoli e Gabrielleschi, iscritte alla 5 e alla mista. 

Simone Ruffini - oro due anni fa nella 25km - si divide su tre prove, è infatti presente nella 10, nella 25 e infine nella 5 chilometri mista. Furlan, due bronzi nel 2015, ci prova sulla distanza più massacrante, Manzi, Vanelli e Sanzullo rifiniscono il pacchetto azzurro.

Nel 2013, a Barcellona, il titolo di Martina Grimaldi, a Kazan, un oro e due bronzi, l'Italia del fondo punta a ritoccare il bottino, a colorare il medagliere. 

Squadra nazionale 

Arianna Bridi (Esercito / RN Trento) 10 km e 25 km
Rachele Bruni (Esercito / Aurelia Nuoto) 10 km 
Martina Caramignoli (Fiamme Oro Roma / Aurelia Nuoto) 5 km e mixed 5 km
Giulia Gabbrielleschi (Nuotatori Pistoiesi) 5 km e mixed 5 km
Martina Grimaldi (Fiamme Oro Napoli / Uisp Bologna) 25 km
Matteo Furlan (Marina Militare / Team Veneto) 25 km
Andrea Manzi (Fiamme Oro Napoli / CC Napoli) 5 km
Mario Sanzullo (Fiamme Oro Napoli / CC Napoli) 5 km
Simone Ruffini (Fiamme Oro Napoli / CC Aniene) 10 km e 25 km e mixed 5 km
Federico Vanelli (Fiamme Oro Napoli / CC Aniene) 10 km e mixed 5 km