Budapest 2017 - Terza giornata: il programma di semifinali e finali

Ancora Federica Pellegrini nelle semi dei 200 s.l., mentre Simona Quadarella si gioca il podio nei 1.500. Giacomo Carini cerca la qualificazione alla finale dei 200 farfalla, Nicolò Martinenghi e Fabio Scozzoli a quella dei 50 rana.

Budapest 2017 - Terza giornata: il programma di semifinali e finali
Budapest 2017 - Terza giornata: il programma di semifinali e finali - Source: Laurence Griffiths/Getty Images Europe

Proseguono i campionati del mondo di nuoto di Budapest 2017. Nella cornice della Duna Arena, oggi pomeriggio saranno impegnati svariati atleti azzurri, a cominciare da Simona Quadarella, la giovane promessa italiana del mezzofondo, in acqua per la finale dei 1.500 stile libero. Si rivedranno anche i protagonisti del mattino, Federica Pellegrini nei 200 s.l., Fabio Scozzoli e Nicolò Martinenghi nei 50 rana, Giacomo Carini nei 200 farfalla, mentre Gregorio Paltrinieri e Gabriele Detti sono già qualificati per la finale degli 800 s.l. di domani. Attesa per l’americana Katie Ledecky nei 1.500, per il cinese Sun Yang nei 200 s.l., per la canadese Kylie Masse e per il cinese Jiayu Xu nei 100 dorso, e per la sfida a tre nei 100 rana tra la russia Yuliya Efimova, l’americana Lilly King e la lituana Ruta Meilutyte. Il programma del pomeriggio:

Ore 17.32. Finale 200 stile libero maschile. Il favorito numero uno, il cinese Sun Yang, scatterà dalla corsia tre. A contendergli la medaglia d’oro i due britannici Duncan Scott e James Guy, mentre costituiscono delle valide alternative l’americano Townley Haas e i russi Alexsandr Krasnikh e Mikhail Dovgalyuk. Presenti anche il coreano Park e l’ungherese Kozma.

Ore 17.40. Finale 1.500 stile libero femminile. Katie Ledecky verso l’oro e a caccia di un altro record nella gara del mezzofondo. Accanto alla fuoriclasse statunitense, ecco la spagnola Mireia Belmonte Garcia e la cinese Hou Yawen, che si giocheranno una medaglia con l’italiana Simona Quadarella, alla prima finale iridata della sua giovane carriera.

Ore 18.11. Semifinali 50 rana maschili. Subito Fabio Scozzoli nella prima semifinale, in corsia sei, al fianco dell’americano Kevin Cordes, mentre a centro vasca troviamo il sudafricano Cameron Van Der Burgh. Nella seconda semifinale, Nicolò Martinenghi partirà dalla seconda corsia, in una frazione che sarà dominata dal fresco primatista mondiale Adam Peaty. Ai lati del britannico, il russo Kirill Prigoda e il brasiliano Joao Gomes.

Ore 18.21. Finale 100 dorso femminile. La canadese Kylie Masse ha impressionato ieri per facilità di nuotata, e oggi sarà al via da favorita in finale, con l’australiana Emily Seebohm principale avversaria. Per il podio ci sono anche le statunitensi Olivia Smoliga e Kathleen Baker, mentre più lontane appaiono le russe Ustinova e Fesikova.

Ore 18.36. Finale 100 dorso maschile. Come in ambito femminile, anche i 100 dorso hanno un favorito d’obbligo, il cinese Xu Jiayu, stretto nella morsa degli americani Ryan Murphy e Matt Grevers. Pronti ad agguantare il podio anche il giapponese Ryosuke Irie, con l’iridato 2015 Mitchell Larkin, australiano, in apparente difficoltà.

Ore 18.44. Semifinali 200 stile libero femminili. Riecco Federica Pellegrini, uscita con il miglior tempo assoluto dalle batterie del mattino, in seconda semi (corsia quattro) ancora con l’ungherese Katinka Hosszu. Al fianco di Federica anche la nuotatrice di Hong Kong, Siobhan Haughey. In corsia sei, l’olandese Femke Heemskerk. Nella prima semifinale si rivedrà Katie Ledecky, reduce dalle fatiche dei 1.500, insieme all’australiana Emma McKeon.

Ore 19.04. Semifinali 200 farfalla maschili. Giacomo Carini nuoterà in settima corsia nella prima semifinale, la stessa dei due giapponesi Daiya Seto e Masato Sakai, mentre nella seconda si riproporrà il duello tra l’ungherese Lazslo Cseh e il sudafricano Chad Le Clos, con il danese Viktor Bromer terzo incomodo.

Ore 19.17. Finale 100 rana femminile. Chiusura col botto al femminile. Yuliya Efimova sembra essere in leggero vantaggio nella corsa all’oro rispetto alla statunitense Lilly King. Poco più indietro, la lituana Ruta Meilutyte. Outsider l’altra americana Katie Meili.