Nuoto - 44° Trofeo Nico Sapio, splende la Quadarella, seconda la Pellegrini

Bianchi e Rivolta bene a farfalla, il dorso è di Sabbioni. Miressi e Dotto si impongono a stile, doppietta Carraro.

Nuoto - 44° Trofeo Nico Sapio, splende la Quadarella, seconda la Pellegrini
Nuoto - 44° Trofeo Nico Sapio, splende la Quadarella, seconda la Pellegrini

Il 44° Trofeo Nico Sapio si apre nel segno di Simona Quadarella e Federica Pellegrini. La prima si impone con margine nei 400 - 4'05"02, un crono che ritocca il personale e al contempo illumina il percorso verso l'europeo in corta di dicembre - la seconda inizia la sua nuova vita natatoria a dorso. La divina si cimenta nei 200, dopo una buona qualificazione, migliora e tocca in seconda piazza - 2'05"49 - alle spalle di un'inarrivabile Baker - 2'01"68. L'attesa, oggi, è per i 100sl, la prova del prossimo triennio. 

Emozioni regala la farfalla. Rivolta, su una distanza non sua, i 200, inchioda Carini. 1'56"34 per Rivolta, 22 i centesimi di margine. Nei 50, Scozzoli - 23"51 - è battuto solo da Goosen. Infine, nei 100 D, sigillo di Ilaria Bianchi, da anni dominatrice in suolo nazionale. 57"35, regola la Stewart, terza la Di Liddo. 

Martina Carraro si impone due volte a rana. Nei 50 - 30"78 - anticipa la Castiglioni, nei 100 - 1'06"36 - regola la Fangio. Castiglioni qui sull'ultimo gradino del podio. Pizzini, alla corte di Giunta, preziosa carta azzurra in ambito continentale, non ha rivali nei 200 - 2'08"24. Giorgetti si ferma sulle code del connazionale, quarto Martinenghi. 

Dotto - 21"61 - scuote la vasca a stile, assicurandosi i 50. Sorte avversa, invece, nei 100, dove ad esultare è Miressi - 47"88 - con Dotto alla piazza d'onore e Magnini quarto. Acerenza sfrutta l'assenza di Detti e Paltrinieri per dominare i 1500 - 14'45"72. Tra le donne, nei 200, assolo della Pezzato - 1'58"16. 

Sabbioni - 51"25 - firma i 100 dorso, nei 50, al femminile, la Toussaint - 26"93 - rimanda la Baker. Terza la classe 2000 Quaglieri - 27"09 - talento da monitorare.  

A completare il quadro, i misti. Nei 100, 53"93 di Scozzoli, nei 400, 4'14"79 di Turrini. La Letrari, nei 200, mette in scacco Pirovano e Franceschi.