Copenaghen 2017, Rivolta e Codia padroni nei 100 farfalla. Quadarella bronzo negli 800 s.l.

Doppietta azzurra nei 100 farfalla, Quadarella terza negli 800, Sabbioni e Pellegrini qualificati per le finali di domani nei 100 dorso e nei 100 s.l.

Copenaghen 2017, Rivolta e Codia padroni nei 100 farfalla. Quadarella bronzo negli 800 s.l.
Matteo Rivolta. Fonte: Bet365

Una medaglia d'oro, una d'argento e una di bronzo. E' questo il bottino dell'Italnuoto nella seconda giornata degli Europei in vasca corta di Copenaghen 2017. Matteo Rivolta e Piero Codia dominano la finale dei 100 farfalla, facendo doppietta, aggiudicandosi primo e secondo posto, mentre Simona Quadarella è terza negli 800 s.l. Si qualificano per le finali di domani Simone Sabbioni nei 100 dorso, con il secondo tempo, e Federica Pellegrini nei 100 s.l., con il settimo crono. Squilli di Ranomi Kromowidjojo nei 50 farfalla, di Katinka Hosszu nei 100 dorso, di Danas Rapsys nei 200 s.l. e di Kirill Prigoda nei 200 rana.

Il secondo pomeriggio di gare agli Europei in vasca corta di Copenaghen 2017 si apre con la semifinale femminile dei 50 farfalla. Fa notizia l'eliminazione della svedese Sarah Sjoestroem, out con il nono tempo, in 25.80. Fuori anche le due italiane in gara, Elena Di Liddo, undicesima in 25.81, e Ilaria Bianchi, tredicesima in 25.89. Miglior crono assoluto per l'olandese Ranomi Kromowidjojo, in 25.28, davanti alla danese Emilie Beckmann, in 25.33, e alla polacca Aleksandra Urbanczyk, in 25.51. 

Semifinali 50 farfalla F. 1. Kromowidjojo in 25.28. 2. Beckmann 25.33. 3. Urbanczyk 25.51. 4. De Waard 25.60. 5. Schmidtke 25.62. 6. Henique 25.66. 7. Shkurdai 25.74. 8. Buys 25.78. 9. Sjoestroem 25.80. 11. Di Liddo 25.81. 13. Bianchi 25.89.

Nei 200 stile libero maschili gran vittoria per il lituano Danas Rapsys, che si impone nettamente, con il crono di 1:40.85, davanti al russo Aleksandr Krasnykh (1:42.22) e al britannico Duncan Scott (1:43.07), rispettivamente d'argento e di bronzo. Ottavo l'azzurro Fabio Lombini, classe 1998, con il tempo di 1:45.05. 

Finale 200 s.l. M. 1. Rapsys (LTU) in 1:40.85. 2. Krasnykh (RUS) 1:42.22. 3. Scott (GBR) 1:43.07. 4. Zirk 1:43.84. 5. Stolk 1:44.03. 6. Sloan 1:44.12. 7. Dovgalyuk 1:44.41. 8. Lombini 1:45.05.

Altro successo russo di questa rassegna continentale nei 200 rana maschili. A imporsi è la medaglia d'argento dei 50, Kirill Prigoda, in 2:01.11, davanti al tedesco Marco Koch (2:01.52) e al connazionale Mikhail Dorinov (2:01.85). Giù dal podio l'olandese Arno Kamminga, quarto in 2:02.46. 

Finale 200 rana M. 1. Prigoda (RUS) in 2:01.11. 2. Koch (GER) 2:01.52. 3. Dorinov (RUS) 2:01.85. 4. Kamminga 2:02.46. 5. Persson 2:03.86. 6. Schwingenschloegl 2:04.67. 7. Horvath 2:05.16. 8. Allikvee 2:05.95.

Si qualifica per la finale dei 100 stile libero femminili Federica Pellegrini. La fuoriclasse di Spinea ottiene l'accesso alla gara di domani con il settimo tempo utile, in 52.85, mentre è fuori l'altra azzurra, Erika Ferraioli, decima in 53.47. Miglior crono complessivo della francese Charlotte Bonnet, in 51.71, davanti alla danese Pernille Blume e all'olandese Femke Heemskerk. Quinta Ranomi Kromowidjojo, sesta Sarah Sjoestroem. 

Semifinali 100 s.l. F. 1. Bonnet in 51.71. 2. Blume 52.09. 3. Heemskerk 52.10. 4. Wattel 52.35. 5. Kromowidjojo 52.49. 6. Sjoestroem 52.65. 7. Pellegrini 52.85. 8. Nasretdinova 53.02. 10. Ferraioli 53.47.

L'ungherese Peter Bernek domina la finale dei 400 misti e conquista la medaglia d'oro, sbaragliando la concorrenza con il tempo di 3:59.47. Argento al tedesco Philip Heintz, in 4:03.16, bronzo all'altro magiaro Gergely Gyurta, in 4:03.36, che lascia giù dal podio i due spagnoli Marc Sanchez Torres e Joan Lluis Pons Ramon. Solo settimo il capitano azzurro Federico Turrini, in 4:09.11. 

Finale 400 misti M. 1. Bernek (HUN) in 3:59.47. 2. Heintz (GER) 4:03.16. 3. G. Gyurta (HUN) 4:03.36. 4. Sanchez Torres 4:06.73. 5. Pons Ramon 4:07.99. 6. Heidtmann 4:08.56. 7. Turrini 4:09.11. 8. Vital 4:09.19.

Katinka Hosszu rispetta il pronostico nella finale dei 100 dorso. La fuoriclasse magiara aggiunge un'altra medaglia d'oro alla nazionale ungherese, aggiudicandosi la prova con il tempo di 55.66, davanti all'olandese Kira Touissant, argento in 56.21, e alla russa Maria Kameneva, bronzo in 57.01. Medaglia di legno per l'ucraina Daryna Zevina (57.08), mentre delude la norvegese Mie Nielsen, sesta in 57.39. 

Finale 100 dorso F. 1. Hosszu (HUN) in 55.66. 2. Touissant (NED) 56.21. 3. Kameneva (RUS) 57.01. 4. Zevina 57.08. 5. Baumrtova 57.27. 6. Nielsen 57.39. 7. Tchorz 57.55. 8. Cini DSQ.

Bene Simone Sabbioni nelle semifinali dei 100 dorso uomini. L'azzurro fa segnare il secondo tempo complessivo, in 50.26, alle spalle dell'imprendibile russo Kliment Kolesnikov (49.25, record juniores). Terzo il romeno Robert Glinta, in 50.30, mentre non va oltre il quattordicesimo posto l'altro italiano in gara, il diciannovenne Lorenzo Mora, in 51.46. 

Semifinali 100 dorso M. 1. Kolesnikov in 49.25. 2. Sabbioni 50.26. 3. Glinta 50.30 . 4. Diener 50.41. 5. Kawecki 50.60. 6. Christou 50.67. 6. Stokowski 50.67. 8. Shabasov 50.76. 14. Mora 51.46.

Dopo la medaglia d'oro nei 100 dorso, Katinka Hosszu impressiona anche nei 100 misti. L'Iron Lady ungherese graffia le rivali con un tempo notevole, un 57.64 che le consente di guardare dall'alto in basso anche la svedese Sarah Sjoestroem, seconda in 59.40. Bene la finlandese Jenna Laukkanen, terza in 59.43, mentre è eliminata la giovane italiana Ilaria Cusinato, diciotto anni, solo decima, con il crono di 1:00.38. 

Semifinali 100 dorso F. 1. Hosszu in 57.64. 2. Sjoestroem 59.40. 3. Laukkanen 59.43. 4. Bjoernsen 59.65. 5. Verrazsto 59.85. 6. Ivri 59.98. 6. Steenbergen 59.98. 8. Kreundl 1:00.14. 10. Cusinato 1:00.38.

Grand'Italia nella finale dei 100 farfalla maschili. Gli azzurri Matteo Rivolta e Piero Codia conquistano infatti il primo e secondo posto: è doppietta, con Rivolta d'oro in 49.63 e Codia argento in 49.96. Si inchinano tutti gli altri, a partire dal tedesco Marius Kusch, medaglia di bronzo in 50.01. Solo settimo l'esperto polacco Konrad Czerniak. 

Finale 100 farfalla M. 1. Rivolta (ITA) in 49.63. 2. Codia (ITA) 49.96. 3. Kusch (GER) 50.01. 4. Sadovnikov 50.19. 5. Verlinden 50.25. 6. Kharlanov 50.29. 7. Czerniak 50.31. 8. Tsurkin 50.77.

Nella finale degli 800 stile libero femminili Simona Quadarella conquista la medaglia di bronzo, chiudendo terza, con il tempo di 8:16.53, alle spalle della tedesca Sarah Koehler, oro in 8:10.65, e dell'ungherese Boglarka Kapas, argento in 8:11.13. 

Finale 800 s.l. F. 1. Koehler (GER) in 8:10.65. 2. Kapas (HUN) 8:11.13. 3. Quadarella (ITA) 8:16.53. 4. Hassler 8:18.28. 5. Kirpichnikova 8:18.44. 6. Oder 8:20.70. 7. Duraes 8:26.35. 8. Fain 8:27.39.

Non sbaglia, nella finale dei 100 farfalla femminili, l'olandese Ranomi Kromowidjojo, che migliora sensibilmente il tempo della semifinale, vola in 24.78 e si prende la medaglia d'oro davanti alla danese Emilie Beckmann, seconda in 25.16, e alla connazionale Maaike De Waard, terza in 25.46, che per tre centesimi beffa la tedesca Aliena Schmidtke.

Finale 100 farfalla femminili. 1. Kromowidjojo (NED) in 24.78. 2. Beckmann (DEN) 25.16. 3. De Waard (NED) 25.46. 4. Schmidtke 25.49. 5. Henique 25.59. 5. Buys 25.59. 7. Shkurdai 25.69. 8. Urbanczyk 25.72.

In chiusura di programma, ecco la staffetta 4X50 mista mista. Solo ottavo posto per l'Italia, con Simone Sabbioni, Fabio Scozzoli, Erica Di Liddo ed Erika Ferraioli che non riescono a fare meglio di un 1:39.43, ben lontano dall'1:37.71 che vale invece l'oro all'Olanda (Toussaint, Kamminga, Verlinden e Kromowidjojo). Finale in volata con la Bielorussia, (Sankovich, Shymanovich, Shkurdai, Khitraya) argento a tre centesimi, e la Francia bronzo a quattro (Stravius, Bussiere, Henique, Bonnet). 

Finale 4X50 mista mista. 1. Olanda 1:37.71. 2. Bielorussia 1:37.74. 3. Francia 1:37.75. 4. Germania 1:37.83. 5. Danimarca 1:38.03. 6. Polonia 1:38.22. 7. Finlandia 1:38.80. 8. Italia 1:39.43 (Scozzoli 24.96, Scozzoli 25.21, Di Liddo 25.47, Ferraioli 23.79).