L'Italia toppa, la Slovenia merita la finale di Eurovolley 2015

Nella pallavolo per vincere bisogna essere bravi in tutti i fondamentali, non si vince giocando male. La squadra di Andrea Giani lo è stata ed ha meritato il successo.

L'Italia toppa, la Slovenia merita la finale di Eurovolley 2015
L'Italia toppa, la Slovenia merita la finale di Eurovolley 2015

Il sogno dell'Italia di vincere il settimo titolo europeo di pallavolo maschile si è infranto contro la Slovenia di Andrea Giani. Gli azzurri di Blengini si dovranno accontentare di disputare la finale per la medaglia di bronzo contro la Bulgaria, padrona di casa e altra grande delusa.

Purtroppo dopo aver visto la migliore Italia dell'Europeo nei quarti di finale contro la Russia, ieri abbiamo visto la versione peggiore. Ha forse pesato la pressione di essere la squadra favorita? Oppure ha influito la stanchezza di un torneo come la World Cup, che ha provocato un notevole dispendio di energie e le illustri eliminazioni di Polonia e della stessa Russia? Blengini ha sempre insistito sulla stessa formazione titolare perchè non aveva ricambi adeguati?

Il volley non è il calcio dove si può vincere anche giocando male e tirando in porta meno degli avversari. Nella pallavolo per prevalere sull'avversario bisogna essere bravi in tutti i fondamentali. La Slovenia lo è stata, l'Italia purtroppo no. La formazione di Andrea Giani ha giocato con la consapevolezza di chi non aveva nulla da perdere. Gli sloveni ci hanno messo in difficoltà fin dalla battuta, andando a bersagliare Lanza, Juantorena e Colaci. Mitja Gasparini gli azzurri lo conoscevano bene eppure ha fatto il bello e il cattivo tempo alternando: servizio al salto lungo e corto di potenza. La nostra ricezione è stata spesso deficitaria, perciò Giannelli ha servito palle scontate, leggibili dal muro avversario. Quindi il nostro attacco è stato davvero penoso, ha commesso erorri di frustrazione. Dover rincorrere non aiuta e costringe a forzare in battuta, commettendo parecchi errori. Se poi al servizio non si riesce a mettere pressione agli avversari, i loro attaccanti vanno a nozze. Hanno ringraziato vivamente l'Italia Tine Urnaut e Klemen Cebulj, aiutati pure da un muro di burro.

In quali condizioni più mentali che fisiche si presenterà oggi l'Italia per affrontare la Bulgaria nella finale per il terzo posto? Perchè da troppi anni non si vince una manifestazione importante a livello internazionale?