VolleyM, Final Six World League: riscatto Italia, USA battuti 3-1 e semifinale ancora possibile

Grande vittoria degli Azzurri dopo il tonfo col Brasile; vittoria di carattere e anche di gioco. Juantorena MVP  con 23 punti, bene il muro e Zaytsev che torna a giocare opposto. Negli USA molto bene Anderson e il subentrato Jaeschke. Venerdì sera il match tra Brasile e USA il cui esito deciderà il destino degli Azzurri, che per le combinazioni possibili, dovranno tifare Brasile.

VolleyM, Final Six World League: riscatto Italia, USA battuti 3-1 e semifinale ancora possibile
VolleyM, Final Six World League: riscatto Italia, USA battuti 3-1 e semifinale ancora possibile

Finalmente Italia! Gli Azzurri di Blengini battono 3-1 gli USA e si rimettono in corsa per le Semifinali di World League, ma soprattutto forniscono una grande risposta in termini di gioco e carattere. Importante aver vinto il primo big match stagionale contro una squadra che affronteremo nel girone olimpico e che ci aveva battuti nettamente a Roma un mese fa. Fa riflettere come l'ottima prestazione sfoderata contro gli USA sia coincisa con il ritorno di Zaytsev nel ruolo di opposto, con Juantorena e Lanza in banda; un assetto che probabilmente dà più sicurezza all'intero gruppo e forse permette allo Zar e a Juatorena di esprimersi al loro meglio in attacco. Infatti buona è stata la prova di Zaytsev, e ancor di più quella di Juantorena, MVP del match con 23 punti ed apparso in crescente condizione fisica dopo i problemi alla spalla. Con Zaytsev e Juantorena così in palla, Giannelli ha insistito tanto su di loro, ma l'Italia ha brillato anche a muro con Buti e Birarelli, ed ha sfruttato alla perfezione i tanti errori degli americani. Oltretutto gli Azzurri hanno dimostrato un grande carattere, non avendo mai i black out che avevano caratterizzato il match con il Brasile, e rimanendo sempre nel match anche quando si sono trovati sotto di qualche punto.

Venendo alla cronaca del match, Blengini ha schierato gli Azzurri con la diagonale Giannelli/ Zaytsev, Juantorena e Lanza in banda, Birarelli e Buti centrali, Colaci libero. Speraw ha schierato gli USA con la diagonale Christenson/ Anderson, Sander e Russell in banda, Holt e Lee centrali, Shoji libero.

Nel primo set parte subito forte l'Italia, che sfrutta due errori americani e con Juantorena e Giannelli si porta sul 4-1; Russell commette due errori di fila e una pipe di Juantorena porta l'Italia avanti 8-3 al primo time out tecnico. Gli USA provano a rifarsi sotto ma Zaytsev firma un grande ace per il 10-5, poi Birarelli mette a segno un gran primo tempo, e anche se gli Azzurri fanno un po di fatica nel contrattacco, un altro errore americano ci porta sul 13-7. Zaytsev è preciso inattacco, ed anche Lanza si fa sentire con due punti di fila che portano l'Italia sul 16-9 al secondo time out tecnico; in uscita dal time out l'Italia alterna buone cose a qualche muro di troppo subito, ma mantiene comunque il vantaggio accumulato, anche perchè gli americani sbagliano qualche pallone di troppo; tuttavia, dopo un altro gran punto di Juantorena che vale il 20-15, gli USA riescono a riavvicinarsi a meno tre con un ace, e poi a meno due sul 22-20 con un muro su Lanza. Lanza e Zaytsev provano a riscattarsi ma gli americani si mantengono a meno due sul 23-21, ma Lanza chiude un'azione lunghissima e poi Sander sbaglia il contrattacco per il 25-22 che dà il set all'Italia.

Il secondo set parte in maniera equilibrata, con le squadre punto a punto: iniziano meglio gli Usa portandosi sul 2-1 con Anderson, Juantorena risponde e l'Italia sorpassa sul 3-2, e si va avanti a cambi palla fino a quando la ricezione azzurra sbaglia e Holt sorpassa per il 6-5 USA; Russell prima sbaglia poi realizza un punto e Sander porta gli USA avanti 8-7 al primo time out tecnico. In uscita dal time put il copione non cambia, ma l'Italia riesce a costruirsi un break di vantaggio sull'11-9 e sul 12-10 con Buti, ma Anderson riesce a pareggiare; ancora Zaytsev e un murone di Birarelli su Anderson portano l'Italia sul 14-12, e poi sul 15-12 grazie a un ace di Zaytsev, ma gli USA pareggiano a 15. Il set non si schioda da questo equilibrio, ma Giannelli e Juantorena costruiscono un altro break per l'Italia sul 19-16, in particolare Giannelli si scatena a muro firmandone due consecutivi; ma gli USA non demordono e Sander ed Anderson pareggiano a 20.Colaci sbaglia e gli USA sorpassano sul 22-21, ma due punti di Zaytsev regalano il 24-23 Italia, che perà non chiude e si va ai vantaggi, i quali si chiudono con un murone di Buti su Lee per il 27-25 Italia che è così avanti di due set.

Il terzo set inizia in maniera equilibrata, ma con gli USA che si mantengono avanti di un punto fino a quando Russell e due errori di fila di Zaytsev spingono avanti gli USA sull'8-5; in uscita dal time out la situazione non cambia, con l'Italia che continua ad essere in difficoltà in attacco e va sotto 10-5. Zaytsev e un muro di Giannelli provano a riportare sotto l'Italia, ma gli USA trovano nuova linfa dal neo entrato Jaeschke e vanno sul 12-8; il turno al servizio di Giannelli è molto efficace e riporta l'Italia a meno due ma Russell, Christenson e Jaeschke fanno allungare gli USA sul 15-11; l'Italia reagisce bene con la difesa e Lanza, Zaytsev e Juantorena la riportano a meno uno sul 16-15 USA, ma è sempre Jaeschke a firmare il nuovo allungo americano sul 18-15. Biarelli, un ace di Lanza, Juantorena e un altro ace di Birarelli consentono all'Italia di passare avanti sul 20-19, mostrando ancora una grande reazione di carattere; gli USA reagiscono con un ace di Anderson, e nonstante un errore di Russell, sbaglia anche Buti per il 23-22 USA; si arriva in volata con Lanza e Juantorena in evidenza per l'Italia e Anderson e la difesa a far la differenza per gli USA che chiudono il set sul 28-26 e riaprono la partita.

Nel quarto set iniziano meglio gli USA, con gli Azzurri che sembrano aver subito il contraccolpo psicologico del finale del set precedente, e così gli USA mantengono due punti di vantaggio; l'Italia non è molto precisa in attacco, ma gli americani continuano a sbagliare molto al servizio, e così Juantorena con pipe e muri prima recupera la parità e poi firma il break che vale l'8-6 Italia; gli USA reagiscono e trovano un break che li porta sul 9-8, poi è ancora Juantorena a firmare il nuovo allungo azzurro sul 12-10; allungo che viene subito annullato dagli USA, che si portano avanti sul 14-12 grazie alla battuta di Anderson. l'Italia reagisce con il neo entrato Antonov, ma ancora Anderson firma il 16-15 USA per il secondo time out tecnico; un bel muro di Birarelli dà un nuovo vantaggio all'Italia sul 18-17, ma gli USA capovolgono ancora il punteggio. Birarelli firma un ace che riporta avanti l'Italia sul 20-19, poi due errori di Smith e Russell lanciano l'Italia avanti 23-20;Buti mura ancora Russell per il 24-20 Italia, poi è Juantorena a chiudere set e match sul 25-21.

L'Italia vince dunque 3-1 e torna in corsa per la semifinale: venerdì sera nel match tra USA e Brasile gli Azzurri dovranno tifare i verdeoro per accedere alla semifinale; in caso contrario sarebbero fuori.