Volley M - Semifinale del Mondiale per Club amara per l'Italia. La Diatec Trentino cede allo Zenit Kazan

La formazione di Angelo Lorenzetti dovrà accontentarsi di disputare la finale di consolazione, oggi alle 18 italiane, contro il Bolivar.

Volley M - Semifinale del Mondiale per Club amara per l'Italia. La Diatec Trentino cede allo Zenit Kazan
Volley M - Semifinale del Mondiale per Club amara per l'Italia. La Diatec Trentino cede allo Zenit Kazan-  FIVB
Zenit Kazan
3 0
Diatec Trentino
Zenit Kazan: Anderson 16, Volvich 8, Mikhailov 13, Leon 11, Ashchev 4, Butko 1, Verbov (L). N.e. Demakov, Sivozhelez, Salparov, Kobzar, Gutsaliuk, Zemchenok e Melnik. All. Vladimir Alekno.
Diatec Trentino : Giannelli 1, Lanza 10, Solé 3, Stokr 7, Urnaut 12, Van de Voorde 2, Colaci (L); Antonov, Nelli 2, Mazzone D. 1. N.e. Burgsthaler, Mazzone T., Blasi, Chiappa. All. Angelo Lorenzetti.
SCORE: 3-0 (25-18, 25-23, 25-18)
ARBITRO: Espicalsky (Brasile) e Shahmiri (Iran)
NOTE: DURATA SET: 23’, 30’, 26’, tot 1h e 19’. NOTE: 2.000 spettatori. Zenit Kazan: 8 muri, 5 ace, 16 errori in battuta, 4 errori azione, 60% in attacco, 63% (28%) in ricezione. Diatec Trentino: 2 muri, 1 ace, 15 errori in battuta, 7 errori azione, 47% in attacco, 39% (14%) in ricezione.

E' sfumato il sogno di avere entrambe le squadre italiane in finale ai rispettivi Mondiali di volley per Club. La Pomì Casalmaggiore ha centrato l'obiettivo. Purtroppo però così non è stato al maschile per la Diatec Trentino. La formazione di Angelo Lorenzetti ha ceduto per 3-0 ai Campioni d'Europa, i russi dello Zenit Kazan e dovrà accontentarsi di disputare la finale per il terzo posto, in programma oggi alle ore 18 italiane.

Nel primo set la Diatec grazie all'efficacia offensiva di Tine Urnaut, ha tentato l'allungo sul 4-1. I russi però lo hanno subito rintuzzato, provando la fuga. I gialloblu sono riusciti ad arginarla sul 10-10 con 2 muri: 1 di Solè e l'altro di Stokr. Purtroppo per la Diatec i russi però sono riusciti a scappare via, trascinati da Leon. I gialloblu hanno alzato definitivamente bandiera bianca con un errore offensivo, che ha determinato il 15-19. A quel punto lo Zenit ha proseguito senza grossi affanni fino al definitivo 18-25. Il secondo parziale è stato decisamente più lottato, rimanendo in equilibrio fino al 20-20. A quel punto ha spostato definitivamente l'inerzia del set e senza dubbio dell'intera partita nelle mani russe, l'opposto Mikhailov, fissando il punteggio sul 23-25.

Il terzo set ha visto in campo per la Diatec come opposto Gabriele Nelli per Stokr e al centro Daniele Mazzone per Van De Voorde. La formazione di Lorenzetti è riuscita a contenere i russi fino al 9-9. Poi però gli avversari sono definitivamente scappati via grazie allo schiacciatore Anderson e al centrale Volvich, aggiudicandosi il parziale 18-25 e di conseguenza pure l'intera partita.

Non è riuscita la vendetta sportiva alla Diatec Trentino, contro un avversario che si è rivelato ancor più forte dello scorso aprile a Cracovia, quando l'incontro era terminato al tie-break. Ora la speranza è che la formazione di Lorenzetti possa almeno salire sul terzo gradino del podio.