Volley M - Cev Champions League: aspettando la Lube, vincono Modena e Perugia

In Umbria è andata in scena un'autentica battaglia durata 5 set. In Emilia i padroni di casa hanno confermato di dipendere da Ngapeth e Petric.

Volley M - Cev Champions League: aspettando la Lube, vincono Modena e Perugia
Volley M - In Cev Champions League aspettando la Lube, nel frattempo hanno vinto Modena e Perugia

La Cev Champions League maschile, in attesa dell'impegno di stasera della Lube Civitanova Marche, ha regalato 2 vittorie finora ai colori italiani. Si sono imposte nei palazzetti amici: Azimut Modena e Sir Safety Perugia.

Gli emiliani hanno superato per 3-1 Craiova (24-26, 29-27, 25-18, 25-16). L'Azimut ha così ottenuto il terzo successo di fila in questa stagione europea, rafforzando il suo primato nella Pool D. Il risultato però è arrivato dopo una fatica immane. Non può essere considerata un'attenuante il fatto che la testa dei giocatori fosse già rivolta al match contro Perugia di Superlega, in programma domenica prossima. Questa squadra fa fatica con le formazioni più deboli e si esalta contro quelle più forti. Mancano vere alternative ai titolari. L'Azimut Modena dipende troppo dai suoi schiacciatori: Earvin Ngapeth e Nemanja Petric.

La Sir Safety Perugia avrebbe potuto tirare i remi in barca una volta ottenuta l'organizzazione della Final Four. Invece la squadra di Lorenzo Bernardi ha onorato al meglio la competizione, superando il Belgorod 3-2 (11-25, 25-14, 31-29, 18-25, 15-13), dopo un'autentica battaglia durata 2 ore e 30 minuti. Alexandar Atanasijevic si è confermato trascinatore degli umbri con 25 punti. Tra gli schiacciatori di Perugia ha fatto bene Berger con 15, ha deluso invece Zaytsev con 6 e il 10% di efficacia realizzativa offensiva. Perugia è in testa alla Pool E con 8 punti.

Stasera toccherà alla Lube Civitanova Marche sfidare in trasferta Resovia nella Pool B, provando a scavalcarlo in classifica. Al momento in testa si trova Berlino con 7 punti mentre la formazione di Blengini ne ha 3, ma una partita in meno.