Volley, A1 femminile - Ultima di ritorno: Montichiari in A2. Adesso i play-off

Montichiari saluta la Serie A1 dopo tre anni di permanenza. Saranno invece Bolzano-Firenze e Busto Arsizio-Monza i turni di spareggio per accedere ai quarti di finale dei play-off Scudetto.

Volley, A1 femminile - Ultima di ritorno: Montichiari in A2. Adesso i play-off
LegaVolley Femminile/Twitter

Quello giocato nel weekend appena concluso è stato l’undicesimo e ultimo turno di Regular Season. Le sei gare, giocate tutte in contemporanea sabato sera, non hanno privato il pubblico del consueto spettacolo, permettendo agli appassionati di scoprire, finalmente, i primi verdetti della stagione e la griglia di partenza dei play-off 2017.

Per quanto riguarda la lotta per la salvezza, a poco è servita l’impresa delle Metalleghe Montichiari. Impegnate contro l’ostica Pomì Casalmaggiore e con le speranze appese a un filo, le ragazze bresciane sfoderano una delle più belle prestazioni stagionali contro un avversario sì di prima fascia, ma in un momento critico. Il risultato finale (3-1 per Montichiari, 21-25, 25-22, 25-18, 25-17) ha illuso le ragazze di Barbieri, rimaste - dopo la partita - in attesa dell’esito dell’altra sfida salvezza. Il Club Italia Crai, nell’inedita cornice del Centro Pavesi, ha venduto cara la pelle portandosi sul 2-1 contro un Saugella Team Monza quasi obbligato a vincere. Le brianzole hanno poi sfoderato una prestazione monstre negli ultimi due parziali riuscendo a portare a casa l’incontro con il risultato finale di 2-3 (21-25, 27-25, 25-19, 13-25, 9-15). Insieme al Club Italia saluta dunque la Serie A1 anche la Metalleghe Montichiari dopo tre anni di permanenza. Gioli e compagne hanno pagato caro il discutibile mercato estivo societario, non riuscendo ad esprimere un bel gioco fatta eccezione per alcune situazioni. Monza, oltre alla permanenza nella massima serie, ha così conquistato anche la possibilità di giocarsi l’accesso ai quarti di finale di play-off Scudetto, mentre nel Club Italia chiudono il proprio ciclo da azzurrine sia Alessia Orro sia Paola Egonu, ragazzina dei record, capace di rubare il primato di punti realizzati in una sola stagione al fenomeno Tay Aguero. 

Ormai certe della propria posizione in classifica, la gara tra Foppapedretti Bergamo e Imoco Conegliano è stata giocata per il puro intrattenimento. Il risultato finale (1-3 per le pantere, 19-25, 23-25, 25-20, 15-25) ha messo il luce aspetti importanti in prospettiva dei play-off. Dalla parte orobica, si rende quantomai pressante il bisogno di ingaggiare un opposto di ruolo per essere competitivi nelle prossime uscite; l’Imoco, invece, continua nelle sue prestazioni opache dopo la vittoria della Coppa Italia, giocandosela ad armi pari contro una Foppapedretti in evidente difficolta per le defezioni subite nel corso della stagione. Riusciranno le pantere a ritrovare il loro equilibrio per i quarti di finale?

Interessante anche la lotta a tre per le posizioni che vanno dal quinto all’ottavo posto. A spuntarla è stata la Liu Jo Nordmeccanica Modena che, con il 3-1 rifilato al Südtirol Bolzano (25-17, 22-25, 25-19, 25-23), chiudono la stagione regolare in quinta posizione. Le bolzanine, invece, scivolano in ottava: adesso dovranno vedersela con Il Bisonte Firenze per poter accedere al proibitivo scontro con Conegliano nei quarti di finale. Anche la Savino del Bene Scandicci è vittima di un brutto scivolone nel derby toscano giocato in casa contro Firenze. Le bisontine chiudono come meglio non avrebbero potuto questa stagione sopra le righe, vincendo al tie break (26-24, 22-25, 25-16, 20-25, 11-15). Per quoziente set Scandicci non perde ulteriori posizioni in classifica tenendo saldo il sesto posto, ma rimangono evidenti i problemi di gioco, difficili da sistemare nel poco tempo a disposizione. A chiudere in settima posizione, raggiungendo così Monza nello spareggio per l’accesso ai quarti di finale, sono le farfalle della Unet Yamamay Busto Arsizio che, nonostante l’exploit finale contro l’Igor Gorgonzola Novara (3-1, 25-17, 19-25, 25-20, 25-21), non riesce a scalare di un gradino la classifica. Diouf e compagne sono inoltre a un passo dalla finale di Coppa Cev grazie al 3-0 rifilato alla Pomì Casalmaggiore nel match di martedì.

 

PLAY-OFF - Vediamo dunque adesso la griglia di partenza del post-season. Stando alla formula del campionato, le prime sei squadre classificate accedono direttamente ai quarti di finale, mentre le formazioni che occupano le posizioni che vanno dalla settima alla decima dovranno passare per un turno di spareggio. Nella parte alta del tabellone troviamo dunque Conegliano che aspetterà il risultato della sfida tra Bolzano e Firenze per conoscere la propria avversaria. Nell’altro quarto di sfideranno invece Bergamo, quarta classificata, e Modena, quinta. Nella parte bassa, invece, Casalmaggiore sfiderà la vincente tra Busto Arsizio e Monza, mentre Novara dovrà affrontare Scandicci. I turni di spareggio si giocheranno su gara di andata e ritorno - con eventuale set di spareggio - il 30 marzo e il 3 aprile, mentre i quarti di finale prenderanno il via a partire dal 7 aprile.