Volley, Europei 2017: Italia-Germania, le pagelle

Grozer devastante, Lanza a targhe alterne, Giannelli ordinaria amministrazione.

Volley, Europei 2017: Italia-Germania, le pagelle
Europei 2017:Italia-Germania le pagelle

Al debutto Europeo, la Germania si impone per 3-2 sull'Italia, queste le pagelle. 

Pagelle Italia

Piano: 5.5 Bene nei 2 set centrali dove piazza anche qualche bel punto in attacco e qualche muro. Nei set vinti dalla Germania invece sembra quasi non esistere, il muro non funziona e in attacco si fa vedere poco.

Mazzone: 5.5 In attacco si fa vedere poche volte ma spesso fa le cose giuste, la difesa e il muro invece funzionano pochissimo e l'Italia ne risente.

Giannelli: 6 Fa il suo e nulla più. Ordinaria amministrazione in attacco e in difesa ma non fa vedere tutto il suo immenso talento. Spinge sul servizio ma non riesce a fare ace e anzi incappa in qualche sbavatura.

Antonov: 6.5 Positivo in attacco senza strafare e anche in difesa non demerita. Ci sono però momenti in cui è grande protagonista e momenti in cui ci si chiede quasi se sia in campo.

Vettori: 7 Decide lui il secondo set salendo moltissimo di tono e anche nel terzo è buon protagonista. Nel naufragio generale del 4° set si salva segnando punti importanti, ma nel quinto viene completamente asfaltato dal muro tedesco.

Balaso: 5 La difesa dell'Italia non funziona e il nostro libero non riesce a mettere una pezza tale da coprire tutto quanto, a volte sbaglia anche salvataggi non impossibili.

Colaci: 5.5 Stessa cosa del compagno di ruolo ma almeno evita errori puerili.

Lanza: 5.5 Va come va la squadra. Se gira tutto bene, Lanza è molto vicino a diventare il miglior giocatore al mondo, se la squadra entra in una spirale negativa scompare o diventa un giocatore come tanti. Se decidesse di tenere accesso l'interruttore, cosa sarebbe quest'Italvolley.

Pagelle Germania

Grozer 9: Nel primo set è semplicemente strabiliante, fa a fette muro e difesa azzurri. Nel secondo e nel terzo set scompare completamente dal match con la Germania che ne risente oltremodo. Riappare in chiusura di quarto set dove ritorna il panzer del primo set. Nel tiebreak è semplicemente devastante in attacco, vince da solo o quasi la partita.

Andrei: 6.5 Fa il suo onesto lavoro portando a casa la pagnotta, piazzando qualche bel muro e facendosi sentire anche in attacco: giocatore non strepitoso ma di sostanza.

Kaliberda: 7.5 Bene nel primo set poi scompare come tutta la Germania nei 2 set centrali.  Arrivato al quarto set si risveglia e, aiutato dal solo Grozer, decide di cambiare l'inerzia della contesa. Colpisce anche nel tiebreak, dove lascia però spazio al compagno fenomeno.

Kampa: 7 Gioca con grande intelligenza senza mai strafare, servendo bene i suoi compagni. In difesa sbaglia poco e dimostra come la semplicità sia spesso l'arma migliore.

Krik: 6.5 Come Andrei. Un poco più efficace in difesa rispetto al compagno di squadra ma in attacco si vede meno. Se la Germania batte l'Italia deve però ringraziare anche lui.

Fromm: 6 L'Italia al servizio lo cecchina e lui non sempre risponde al meglio dando merito all'idea di Blengini. In attacco però è sempre puntuale e fa il suo portando a terra tanti palloni importanti.

Zenger: 6.5 Non eccelle particolarmente in difesa ma non fa nessun errore grave, mette il suo mattone.