Volley femminile, i risultati della nona giornata

Conegliano si impone a Scandicci, cade Novara.

Volley femminile, i risultati della nona giornata
Volley femminile, i risultati della nona giornata - Ilaria Baldoin/VAVEL Italia

La nona giornata del campionato femminile di volley riserva, come di consueto, sorprese e cambi al vertice. A cadere è l'Igor Gorgonzola Novara, piegata al tie-break da Monza. L'Imoco ne approfitta espugnando il campo di Scandicci e conquistando così la vetta della graduatoria. Tiene il passo Busto - secco 3-0 a Pesaro. Tra le prime quattro e il resto del gruppo, un solco profondo. Da segnalare, nelle retrovie, l'affermazione di Bergamo. Sigillo in quattro con Filottrano e penultima posizione acquisita. Prosegue la lenta risalita di una nobile decaduta. 

Partiamo dal big match di Scandicci. La Savino del Bene entra con giusto piglio, risale nel primo set da 17-21 e si impone 26-24. La spallata non basta a respingere l'assalto di Conegliano. L'Imoco, trascinata da Hill - 21 - e Bricio - 19 - assume via via il comando e detta il passo nei successivi tre parziali. 29 di Haak tra le fila di Scandicci. Busto, nel fortino di casa, non ha particolari problemi a sbarazzarsi di Pesaro. Si assiste a un match in equilibrio solo nel terzo set, ma la maggior concretezza dell'Unet E-Work fa la differenza. 19 di un'inarrestabile Valentina Diouf. Per completare il quadro delle grandi, occorre sottolineare il passo falso di Novara. Si gioca, a Monza, su un filo sottile. Due set - il secondo e il quarto - terminano ai vantaggi, Novara sale anche due a uno nel conto dei parziali, ma il quinto arride alle padrone di casa, 16-14. 28 di Ortolani ad oscurare i 24 di Plak e i 21 di Egonu.   

Scivola Modena. La Liu Jo cede 1-3 contro Il Bisonte Firenze. La formazione ospite controlla le fasi iniziali del confronto e si porta sul 2-0 senza particolari difficoltà. La reazione di Modena trascina il duello al quarto, ma qui Firenze, forte dell'ottima giornata di Sorokaite e Tirozzi, riprende le redini e archivia la pratica. Bergamo sfrutta il turno casalingo per incamerare l'intera posta. Approccio in difetto, Filottrano vince il set d'apertura e sale 16-14 al secondo time-out tecnico nel secondo. Da qui, l'inerzia muta e la Foppapedretti non volge più lo sguardo. 3-1. Infine, da rimarcare la vittoria di Legnano, al quinto, contro Casalmaggiore. La Pomì vola 1-0 e poi 2-1 nel conto set, ma Legnano ha sempre la forza per rientrare. 23-21, tie-break serrato, fatale a Casalmaggiore. 26 per una Mingardi di alto profilo. 

Risultati 

Classifica