Sei Nazioni 2017: la Francia si impone su una buona Scozia

La Francia batte la Scozia 22-16 in casa e rientra in corsa per la vittoria del 6 Nazioni.

Sei Nazioni 2017: la Francia si impone su una buona Scozia
La Francia vince e ritorna in partita per la vittoria del 6 Nazioni
Francia
22 16
Scozia
Francia: Baille, Guirado, Atonio; Vahaamahina, Maestri; Gujon, Gourdon, Picamoles; Serin, Lopez; Fickou, Lamerat; Vakatawa, Nakaitaci, Spedding. Panchina: Tolofua, Slimani, Chiocci, Le Devedec, Chouly, Machenaud, Doussain, Huget.
Scozia: Dell, Brown, Fagerson; Gray, Gray; Barcley, Watson, Strauss; Laidlaw, Russel; Dunbar, Jones; Seymou, Maitland, Hogg. Panchina: Ford, Reid, Berghan, Swinson, Hardie, Price, Weri, Bennett.

Francia brutta ma vincente, Scozia bella ma sprecona. Questo è il riassunto migliore per una partita combattuta, in cui gli isolani vendono cara la pelle ma alla fine devono capitolare di fronte a dei padroni di casa solidi e mai domi.

Clima tipicamente autunnale allo Stade de France tra Francia e Scozia. Le 2 squadre si affrontano con animo differente a causa della vittoria della Scozia sull'Irlanda a Murrayfield e della sconfitta francese a Twickenham contro l'Inghilterra. Ad assistere alla partita numerosi sono gli ospiti d'onore, tra i quali spiccano il presidente Francois Hollande e la principessa Anna, madrina della Scozia.

 

Dopo gli inni e il minuto di silenzio per Joost Van Der Westhuizen, la partita inizia ed è un monologo francese. La squadra di casa attacca molto bene anche grazie ad una mischia solida e ottiene un calcio di punizione che Lopez da grande distanza trasforma portando il punteggio sul 3-0.

La Scozia non ci sta e inizia a spingere sull'acceleratore e, dopo numerose fasi nei 22 avversari, va in meta con una grande giocata di Stuart Hogg con Laidlaw che manca la trasformazione colpendo la traversa.

La Francia rimette la testa avanti sfruttando un fallo in ruck degli scozzesi. Lopez trasforma per il 6-5. La nazionale transalpina continua a spingere e, dopo alcuni attacchi con gli avanti, i padroni di casa riescono a trovare la meta con Fickou che batte Hogg e va a schiacciare. La Scozia è però grande squadra e, subito dopo il restart, la squadra col cardo trova un calcio di punizione che la riporta sotto break 13-8. Non molla niente e un fallo poco intelligente di Guirado concede a Russell l'opportunità di portare il conto finale del primo tempo su 13-11.

L'inizio di secondo tempo è tutto di marca scozzese, con Seymour che s'inventa un break fantastico e per il neo entrato Swinson è un gioco da ragazzi andare a chiudere in mezzo ai pali. Sarebbe un gioco da ragazzi anche per Russell trasformare ma il pallone cade e il risultato rimane fermo sul 16-13.

La Francia non ci sta ed impatta a quota 16 grazie al calcio di Lopez, conquistato grazie a un break ottenuto da Gourdon. Sul restart sucessivo la Francia guadagna una mischia a centrocampo, complice un calcio sbagliato di Russell. Nella mischia, gli scozzesi vengono disossati e i Bleus guadagnano un calcio di punizione che Spedding però calcia fuori, così come Hogg da una posizione simile. La Francia  vuole la vittoria, inanella calci di punizione e sceglie sempre la mischia a caccia di una meta che non sembra arrivare. I padroni di casa non mollano e ottengono un calcio di punizione che Lopez al minuto 70 trasforma per il 19-16. La Francia viaggia sulle ali dell'entusiasmo e al minuto 74 ottiene un nuovo piazzato che Camille Lopez converte per il definitivo 22-16.