Sei Nazioni 2017: una bella Irlanda sconfigge la Francia

Una bella e concreta Irlanda sconfigge una Francia volenterosa, ma a cui manca ancora tanto per competere ad altissimo livello.

Sei Nazioni 2017: una bella Irlanda sconfigge la Francia
Irlanda
19 9
Francia
Irlanda: McGrath, Best, Furlong; Ryan, Toner; Stander, O'Brien, Heaslip; Murray, Sexton; Henshaw, Ringrose; Zebo, Earls, Kearney. Panchina: Scannell, Healy, Ryan, Henderson, O'Mahony, Marmion, Jackson, Trimble.
Francia: Baille, Guirado, Slimani; Vahaamahina, Maestri; Le Roux, Gourdon, Picamoles; Serin, Lopez; Fickou, Lamerat; Nakaitaci, Huget, Spedding. Panchina: Tolofua, Atonio, Ben Arous, Le Devedec, Ollivon, Machenaud, Chavancy, Camara.

L'Irlanda esordisce ottimamente in casa nel 6 Nazioni, con un ritrovato Sexton, schiantando una Francia coraggiosa ma a cui non basta la voglia di vincere. I transalpini si devono arrendere ai verdi, messi ottimamente in campo dal loro allenatore.

Sfida tra squadre che vogliono continuare a sognare, quella di Dublino tra Francia e Irlanda, ma con la vittoria obbligata soprattutto a causa del successo scozzese del pomeriggio. L'Irlanda arriva con un ritrovato Sexton e reduce da una bellissima vittoria contro l'Italia all'Olimpico, con la possibilità di ospitare l'Inghilterra a Dublino l'ultima giornata. I galletti vengono invece dalla vittoria in casa contro la Scozia, e devono sperare in un passo falso della squadra della rosa, data la loro sconfitta a Twickenham.

Dopo il momento degli inni (particolarmente partecipato quello irlandese) inizia anche all'Aviva stadium il 6 nazioni, ma i padroni di casa non partono affatto bene: Serin mette a sedere Kearney con una mossa degna di Nureyev, e i verdi per fermare il mediano di mischia avversario devono concedere 3 punti, che Lopez trasforma. L'inizio degli ospiti è arrembante, con una meta annullata ad Huget, ma Lopez sfrutta il momento di sbandamento irlandese e infila altri 3 punti che portano i francesi avanti di 6.

L'Irlanda non ci sta e nei 10 minuti successivi schiaccia la Francia nella propria metà campo, andando più volte a pochi metri dalla linea di meta, ma la difesa francese è ottima e si difende sempre benissimo. Almeno fino al minuto numero 30, quando Conor Murray sfrutta una mischia irlandese a 5 metri e riesce ad andare a schiacciare il 5-6, che Sexton trasforma nel 7-6.


L'Irlanda continua a tenere il piede abbassato andando più e più volte a pochissimi centimetri dalla linea di meta, con una Francia maestosa nella sua difesa a dire poco solida, limitando lo svantaggio a un solo punto all'intervallo.

L'inizio di ripresa è molto equilibrato, ma un errore di gioventù di Serin permette a Sexton di ottenere il 10-6 su calcio di punizione. Il numero 10 irlandese è in serata di grazia e, poco dopo, da 45 metri piazza un drop che manda la Francia sotto di 7 punti.

Punti che diventano 10 quando la mischia irlandese domina quella francese, con Sexton che ringrazia. L'Irlanda non si vuole fermare qui e grazie ad un grandissimo multifase arriva a pochi metri dalla linea di meta, ma la difesa francese è solidissima e non concede niente.

Gli ospiti non ci stanno ad uscire dalla lotta del Sei Nazioni, e dopo 10 minuti d'attacco riescono a trovare 3 punti con Camille Lopez, che riporta la Francia a distanza di break. Distanza di break che l'Irlanda ritrova subito, grazie ad un fallo poco intelligente di Picamoles, che permette al subentrato Paddy Jackson di portare il punteggio sul 19-9 sul quale si chiude la partita.