Sci di Fondo, Dobbiaco: in classico si impone Sundby, azzurri nelle retrovie

Il norvegese conferma la sua leadership attuale, specie in alternato. Bessmertnykh è l'unico in scia, Roethe completa il podio.

Sci di Fondo, Dobbiaco: in classico si impone Sundby, azzurri nelle retrovie
Sci di Fondo, Dobbiaco: in classico si impone Sundby, azzurri nelle retrovie

Martin Johnsrud Sundby allunga le mani sulla Coppa generale e sentenzia i rivali nella gara distance di Dobbiaco. Dopo la Sprint a forti tinte azzurre, si scia in alternato, 15 chilometri da coprire con partenza ad intervallo. Il norvegese regola la concorrenza chiudendo in 35:27.4, ma solo nei due chilometri conclusivi riesce a scrollarsi di dosso il russo classe '86 Alexander Bessmertnykh. 12 secondi, poco più, il divario al termine, un distacco maturato al tramonto, dopo una gara spalla a spalla. 

I due si dividono la leadership parziale a lungo, con Bessmertnykh che metta gli sci avanti con forza al km 7. La reazione di Sundby è feroce, il norvegese crea un solco importante tra il settimo e il decimo chilometro, rifilando al russo una decina di secondi. Bottino utile a mantenere la vetta, fino all'affondo conclusivo. 

Completa il podio Sjur Roethe. 48 secondi il conto da pagare a Sundby. Roethe conduce gara di rimonta e, lungo il tracciato, scavalca Iversen, pimpante al via, ma in difficoltà nel tratto finale. Alle spalle di Roethe, Dario Cologna, sornione in avvio, ma protagonista di una buona risalita nella seconda parte. 

La Russia piazza diversi atleti tra i migliori dieci, confermando la vena in classico. Volzhentsev è quinto, Ustiugov settimo, Turyshev nono, non molto più indietro Legkov. 

Sesto lo specialista Poltoranin, mentre crolla Northug, quasi 4 minuti il distacco dal vincitore. 

Il miglior azzurro è Rastelli, 17° a 1:35, 20° Pellegrin. Delude le attese De Fabiani. 2:22 il ritardo del miglior alternista italiano. Nota di chiusura per Giorgio Di Centa. L'eterno campione apre la gara con il pettorale n.1 e si difende con coraggio. 2:58 da Sundby, un esempio. 

I migliori:

1 60 SUNDBY Martin Johnsrud 35:27.4  
2 26 BESSMERTNYKH Alexander 35:40.0 +12.6
3 34 ROETHE Sjur 36:16.0 +48.6
4 54 COLOGNA Dario 36:28.2 +1:00.8
5 20 VOLZHENTSEV Stanislav 36:32.9 +1:05.5
6 30 POLTORANIN Alexey 36:35.9 +1:08.5
7 17 USTIUGOV Sergey 36:37.7 +1:10.3
8 32 DYRHAUG Niklas 36:42.5 +1:15.1
9 50 TURYSHEV Sergey 36:44.1 +1:16.7
10 38 MANIFICAT Maurice 36:45.1 +1:17.7