Biathlon, Individuale femminile: Ad Ostersund nella bufera vince Laura Dahlmeier

Vince la tedesca in una gara lotteria. Salgono sul podio anche Anais Bescond e la sorpresona Yurkevich. Male le italiane

Biathlon, Individuale femminile: Ad Ostersund nella bufera vince Laura Dahlmeier
Biathlon, Individuale femminile: Ad Ostersund nella bufera vince Laura Dahlmeier

Chi ben comincia, è a metà dell'opera. Laura Dahlmeier spera che si avveri il proverbio dato il risultato della prova di Ostersund che la vede trionfare con 15.8 secondi su Anais Bescond  e 1.17.3 sulla sorpresona Darya Yurkevich. Per la nativa di Garmisch Partenkirchen è la vittoria numero 11 in Coppa del Mondo, la prima nel format dell'individuale e il 21° podio. La tedesca legittima il suo dominio con la migliore prestazione sugli sci e un 90% al poligono con soli 2 errori nelle serie finali in una gara con numerosissimi errori date le folate di vento. La partenza di Dahlmeier non è affatto fulminante, ma gli ultimi 3 giri sono di assoluto livello e le  permettono di battere una solida Anais Bescond

La francese si è dimostra molto solida al poligono, dove sbaglia solo una volta, errore che le costa la vittoria data la sua non eccelsa prestazione nel segmento sciato (13° posto davanti però alla capitana francese Dorin Habert). La vera sorpresa di giornata la firma la bielorussa Darya Yurkevich al primo podio in coppa del mondo.

La bielorussa è l'unica atleta a non commettere alcun errore al poligono ed approfitta del vento che soffia oltre i 30km/h e costringe molte all'errore. La prestazione sugli sci non è nulla di ecclatante, ma quella che in patria definiscono erede di Darya Domracheva coglie il Jolly al volo. Alla base del podio si piazza Franziska Preuss che commette 3 errori di cui 2 in una seconda serie sfortunatissima. La tedesca ha anche un bel passo sugli sci. Al quinto posto arriva la giovanissima classe 1996 Justine Braisaz che butta un podio - o forse di più - in una maledetta ultima serie dove sbaglia 2 colpi che si vanno a sommare ai 2 iniziali. La francese può dirsi però felice data una prova sugli sci molto incisiva. La top 10 viene chiusa poi da alcune giovani talentuose, come Lisa Theresa Hauser, con 3 errori in settima posizione o Hanna Hoberg, in ottava posizione con ben 4 errori.

Numerose sono le certezze che popolano la top 10, con Veronika Vitkova nona e Vanessa Hinz decima, nonchè la straordinaria prestazione di Ekateryna Glazyrina che con il pettorale numero 73 arriva sesta. Le altre big di coppa del mondo steccano l'appuntamento iniziale: Marie Dorin Habert è solo 19esima con 5 errori e una prestazione sugli sci non degna del suo nome, Gabriela Koukalova è 17esima, ma sbaglia ben 7 volte e a nulla serve il secondo miglior tempo sugli sci. Come in quanto ad errori fa Kaisa Makarainen che soffre anche una caduta durante la gara che la costringe al 24° posto. 7 errori anche per la migliore delle azzurre Dorothea Wierer, solo 31esima, molto sfortunata al poligono dove trova importanti raffiche di vento. Molto male le altre azzurre, tutte fuori dalla zona punti: Alexia Runggaldier arriva in posizione numero 49 con 5 errori, seguita da Federica Sanfilippo con 8 errori e Karin Oberhofer con 5 errori. Ancora peggio fa la giovane Lisa Vittozzi che con 8 errori arriva 59esima e Nicole Gontier che con 12 errori è addirittura 96esima.