Sci di Fondo - Lillehammer, Weng conquista il Nordic Opening. Alla Parmakoski il successo di tappa

La norvegese controlla senza problemi la connazionale Oestberg, mentre la finlandese rientra in modo impetuoso e sale sull'ultimo gradino del podio. Per lei, anche il successo di tappa.

Sci di Fondo - Lillehammer, Weng conquista il Nordic Opening. Alla Parmakoski il successo di tappa
Sci di Fondo - Lillehammer, Weng conquista il Nordic Opening. Alla Parmakoski il successo di tappa

L'ultimo atto del Nordic Opening di Lillehammer non regala particolari sorprese, almeno per quel che riguarda la lotta di vertice. Heidi Weng - in testa al via dell'inseguimento in classico, in virtù dei risultati ottenuti nelle due precedenti prove - regola senza particolare fatica la connazionale Oestberg, confermando la superiorità d'inizio stagione. Senza Johaug - sospesa in attesa di definitivo giudizio - con Bjoergen in recupero, tocca al terzo violino di casa Norvegia dettare legge. L'eterna seconda si riscopre prima della classe e si candida - con forza - per la generale. 

Weng ha un "cuscinetto" confortevole all'alba della prova, fin dai primi chilometri riesce a gestire il disavanzo, sopendo la timida reazione di Oestberg. Il margine - a metà gara - è di 23 secondi, mentre dietro infuria Krista Parmakoski. Weng si avvia così verso la vittoria finale, mentre Oestberg osserva il ritorno finlandese con un pizzico di timore. L'aggancio nella seconda tornata apre ad un finale rovente, ma una scivolata della Parmakoski archivia in anticipo la sfida. Per lei, comunque, doppia soddisfazione. Al sussulto di tappa - 28:28.8, miglior tempo - si abbina la terza piazza nella classifica del mini-tour. 

Senza infamia e senza lode il cammino odierno di Bjoergen. La fuoriclasse norvegese apre e chiude in quarta posizione, distante però dalla lotta per le piazze di prestigio. Oltre 57 secondi, all'arrivo, il distacco della pluridecorata Bjoergen. Quinta è Stina Nilsson. La svedese guadagna addirittura 22 posizioni e stampa - in una lotta a più effettivi - Tchekaleva, Falla e Diggins. L'americana - terza al via - paga format e tecnica. Chiudono la top ten Mononen e Haga, cenni di risveglio manda, invece, la polacca Kowalczyk. Nona di giornata, diciannovesima nella graduatoria del Nordic Opening, dopo la quarantacinquesima posizione al termine delle prime due tappe. 

La migliore azzurra è la Debertolis, 29° con un recupero di otto posizioni, mentre più indietro terminano De Martin e Scardoni. 

NORDIC OPENING FEMMINILE – CLASSIFICA FINALE
1. Heidi WENG (NOR) 44:21.1
2. Ingvild Flugstad ØSTBERG (NOR) +16.1
3. Krista PÄRMÄKOSKI (FIN) +21.0
4. Marit BJØRGEN (NOR) 57.5
5. Stina NILSSON (SWE) +1:26.1
6. Yulia TCHEKALEVA (RUS) +1:31.0
7. Maiken Caspersen FALLA (NOR) +1:33.4
8. Jessica DIGGINS (USA) +1:39.4
9. Laura MONONEN (FIN) +1:43.3
10. Ragnhild HAGA (NOR) +1:50.7

10 KM TC PURSUIT FEMMINILE LILLEHAMMER – CLASSIFICA DI TAPPA
1. Krista PÄRMÄKOSKI (FIN) 28:28.8
2. Ingvild Flugstad ØSTBERG (NOR) +12.7
3. Heidi WENG (NOR) +17.3
4. Stina NILSSON (SWE) +19.9
5. Yulia TCHEKALEVA (RUS) +44.5
6. Marit BJØRGEN (NOR) +47.9
7. Teresa STADLOBER (AUT) +54.7
8. Laura MONONEN (FIN) +56.5
9. Justyna KOWALCZYK (POL) +1:00.9
10. Anna HAAG (SWE) +1:02.4