Sci alpino, Innerhofer secondo nel SuperG di Jeongseon. Gut davanti a tutte in quello di Garmisch

In Corea del Sud l'azzurro è secondo solo allo svizzero Janka (quinto Peter Fill). A Garmisch vince Lara Gut, davanti a Rebensburg e Vonn, indietro le italiane.

Sci alpino, Innerhofer secondo nel SuperG di Jeongseon. Gut davanti a tutte in quello di Garmisch
Sci alpino, Innerhofer secondo nel SuperG di Jeongseon. Gut davanti a tutte in quello di Garmisch

Si sono disputati oggi due prove di supergigante valide per la Coppa del Mondo di sci alpino. Gli uomini erano di scena a Jeongseon, in Corea del Sud, mentre il circuito femminile era in Europa, sul tracciato tedesco di Garmisch-Partenkirchen. Buon secondo posto per l'azzurro Christoph Innerhofer in Corea, che ha dunque replicato lo stesso piazzamento ottenuto ieri da Dominik Paris (oggi fuori), mentre le italiane hanno parzialmente deluso le attese, con Nadia Fanchini e Federica Brignone rispettivamente ottava e nona.

In campo maschile il successo è andato allo svizzero Carlo Janka, che ha preceduto proprio Innerhofer di ben 82 centesimi. A completare il podio l'austriaco Kriechmayr (a 1.06). Quinto l'altro azzurro Peter Fill, mentre non hanno terminato la loro prova Paris e Marsaglia, esattamente come il norvegese Jansrud, vincitore ieri in discesa. Tredicesimo Mattia Casse, ottavo invece Marcel Hirscher, leader di Coppa del Mondo. Con questo piazzamento l'austriaco si conferma al primo posto nella classifica generale con 1005 punti, davanti a Kristoffersen che ne ha 871. 

A Garmisch non si è invece ripetuta l'americana Lindsey Vonn, solo terza nel SuperG domenicale vinto un po' a sorpresa dalla svizzera Lara Gut davanti alla tedesca Rebensburg. Gara molto tirata, con le prime tre racchiuse in soli 23 centesimi. L'elvetica aggiunge dunque 100 punti alla sua classifica generale in Coppa del Mondo, ora a quota 973 dietro i 1.060 della statunitense. Le azzurre si sono dovute accontentare di un ottavo e nono posto con Nadia Fanchini e Federica Brignone, più indietro tutte le altre, dalla Goggia alla Curtoni, dalla Marsaglia alla Merighetti.