Sci Alpino, Sestriere - Slalom Speciale donne, 1° manche: Shiffrin al comando

Come da pronostico, la Shiffrin comanda lo speciale del Sestriere, ma le avversarie, Velez-Zuzulova e Hansdotter in primis, sono lì. Prima delle azzurre Irene Curtoni, 14°.

Sci Alpino, Sestriere - Slalom Speciale donne, 1° manche: Shiffrin al comando
Mikaela Shiffrin ha chiuso al comando la prima manche dello slalom speciale del Sestriere. Ma le avversarie sono vicine.

Sulla Kandahar del Sestriere, le donne del Circo Bianco si sfidano per la prima manche dello slalom speciale, il terzo della stagione, dopo quelli di Levi e Killington. Dopo la prima discesa, al comando della classifica c'è la grande delusa del gigante di ieri, ovvero Mikaela Shiffrin, scesa con il pettorale #1 e autrice di un 49.22.

La campionessa statunitense, però, non domina come suo solito, visto che abbiamo ben otto atlete in meno di 8 decimi di secondo. Immediatamente alle spalle della Shiffrin abbiamo la slovacca Velez Zuzulova (+0.12) e la svedese Hansdotter (+0.30), desiderosa di riscattarsi dopo un avvio di stagione sottotono.

A seguire, abbiamo l'altra slovacca, Petra Vhlova (+0.43) e ben tre atlete racchiuse in un fazzoletto, ovvero le elvetiche Holdener (+0.52, autrice di un grave errore nella parte alta) e Gisin (+0.55), inframmezzate dalla ceca Strakhova (+0.53). Anche la norvegese Nina Loeseth, 8°, e la svizzera Melanie Meillard, strepitosa 9° nonostante il #43 di pettorale, riescono a contenere il distacco sotto il secondo (rispettivamente +0.78 e +0.97). A completare la top-10 troviamo l'altra norvegese Skjoeld (+1.14). In ottica Coppa generale, positiva la prova di Lara Gut, 19° a +1.89, con il pettorale #32 di partenza.

Per quanto riguarda le nostre azzurre, è una giornata difficile come da previsioni. La migliore è Irene Curtoni (14° a +1.46), scesa con il pettorale #16. Più indietro Federica Brignone (21° a +2.20) e Chiara Costazza (24° a +2.40). Fuori dalle 30 Marta Bassino (33° a +3.02), partita con il pettorale #59.

Tra le 16 atlete (su 61 iscritte) che non completano la prima manche, spiccano l'austriaca Kirchgasser, la svedese Swenn-Larsson, la slovena Bucik e la nostra Manuela Moelgg, uscita nelle ultime porte dopo una prova più che discreta.