Sci Alpino, Semmering - Gigante: - La Shiffrin conferma il dominio, la Moelgg sale sul podio

La statunitense chiude i conti dopo aver ipotecato la vittoria nella prima manche. Seconda piazza per la Worley. Moelgg chiude terza e torna sul podio in gigante dopo oltre 6 anni. Quarta dopo una grande rimonta Lara Gut, quinta Marta Bassino.

Sci Alpino, Semmering - Gigante: - La Shiffrin conferma il dominio, la Moelgg sale sul podio
Sci Alpino, Semmering - Gigante: - La Shiffrin conferma il dominio, la Moelgg sale sul podio - Source: Laurent Salino

Sei lunghi anni d'attesa, per un urlo di gioia rimasto per tanto, troppo, tempo in gola e che oggi finalmente ha potuto liberarsi in tutta la sua potenza. Manuela Moelgg ha aspettato 6 anni per rivivere un momento così, sentire lo speaker chiamare il suo nome e il parterre esplodere in un boato. Terza piazza per la finanziera di Plan De Corones, al termine di una prova di altissima caratura: una prima manche per trovare un buon trampolino di lancio, una seconda per andare all'attacco di Tessa Worley, che si era piazzata a presidiare il leader's corner in attesa di vedere (nemmeno di nascosto) l'effetto che fa sulle altre atlete. 

La fuoriclasse francese, tornata sui livelli di magnificenza 2013 quando divenne campionessa del Mondo a Schladming, questa volta non riesce ad artigliare la terza vittoria di fila in stagione dopo Killington e Sestriere. A negargliela una suprema Mikaela Shiffrin, che, dopo aver messo l'ipoteca nella prima manche, chiude tutti i conti nella seconda per allungare un po' su Lara Gut

L'elvetica è un'altra delle grandi protagoniste della seconda parte di gara: partita diciassettesima dopo una prima manche in cui si era salvata per miracolo dall'impacchettare un regalone alla rivale americana, Lara fa leva su tutta la sua immensa classe per mettere giù la bella manche che le permette di recuperare ben tredici posizioni, limitando così i danni. Domani ancora una sfida fra le porte larghe, con Worley favorita, e le due biondine pronte ad accendere nuovamente la loro sfida.

Con l'Italia  pronta a gettarsi nella mischia e fare la voce grossa con le sue punte: e non solo con la ritrovata Manuela Moelgg, ma anche con una Marta Bassino ancora in grado di lottare per il vertice e chiudere fra le cinque, e le due arrabiatissime Federica Brignone e Sofia Goggia, che prima di finire fuori stavano viaggiando a tutta velocità verso un ottimo piazzamento parziale. Facile che ci sarà ancora da divertirsi.

Le prime dieci 

1 15 SHIFFRIN Mikaela 59.91 1:01.90 2:01.81   
2 6 WORLEY Tessa 1:00.71 1:01.88 2:02.59 +0.78 
3 13 MOELGG Manuela 1:00.18 1:02.72 2:02.90 +1.09 
4 5 GUT Lara 1:01.27 1:01.78 2:03.05 +1.24 
5 12 BASSINO Marta 1:00.40 1:02.97 2:03.37 +1.56 
6 2 DREV Ana 1:00.87 1:02.54 2:03.41 +1.60 
7 1 REBENSBURG Viktoria 1:01.60 1:01.82 2:03.42 +1.61 
8 28 VLHOVA Petra 1:01.36 1:02.10 2:03.46 +1.65 
9 26 MOWINCKEL Ragnhild 1:01.10 1:02.39 2:03.49 +1.68 
10 3 LOESETH Nina 1:01.20 1:02.32 2:03.52 +1.71