Sci Alpino - Altenmarkt, Discesa libera femminile: i pettorali di partenza, Vonn con il 7

Due azzurre ad introdurre la gara, Vonn con il 7, la Gut ha il 9.

Sci Alpino - Altenmarkt, Discesa libera femminile: i pettorali di partenza, Vonn con il 7
Sci Alpino - Altenmarkt, Discesa libera femminile: i pettorali di partenza, Vonn con il 7 - Source: Christophe Pallot/Agence Zoom

Il maltempo imperversa ad Altenmarkt - sede del week-end di Coppa al femminile - e costringe gli organizzatori a rivedere il calendario. Saltano così le prove in programma, la giornata odierna si rivela, meteo permettendo, ricca di impegni. Un assaggio all'alba, prima della gara vera e propria, posticipata alle 11.15. Altenmarkt, quindi Lindsey Vonn. Il rientro della donna dei record monopolizza l'attenzione. Dopo l'ennesimo infortunio, l'americana si rimette casco e sci per tentare l'assalto nella specialità preferita. Pettorale n.7, carattere indomito. 

Ad aprire la sfida, due frecce azzurre. L'Italia cala - con i primi due pettorali - le sue carte da novanta. Nadia Fanchini si lancia con pista intonsa, a seguire Sofia Goggia, a caccia del podio nella generale e di Ilka Stuhec nella classifica di discesa. La slovena - reduce dal successo in Val d'Isere - è infatti il punto di riferimento nella velocità, la sorpresa di stagione per continuità ad alto livello. N.5 per la Stuhec, al cancelletto dopo la Cook. 

Vonn, Stuhec, ma anche Gut. Inizia da Altenmarkt la rincorsa dell'elvetica. Il mezzo passo falso della Shiffrin - a Flachau straordinaria seconda manche e terzo gradino del podio per lei - può essere il trampolino per rosicchiare preziosi punti. Al momento il distacco è pesante, con Mikaela già oltre i 1000 punti nella generale, ma il calendario sposa la causa della Gut. La svizzera prende il via con il 9, prima della veterana Goergl. 

Nelle trenta, diverse atlete di casa Italia. Elena Fanchini ha il 12, Elena Curtoni il 14, mentre Johanna Schnarf - può far bene qui in Austria - il 20. Stuffer con il 26, Marsaglia, infine, con il 28. Più lontane Delago e Bassino. 

Da controllare con attenzione Kling e Weirather, "stuzzica" la Mancuso, assente la Huetter. Per lei, seconda in Francia, stagione finita, fatale un infortunio in allenamento. 

Le prime trenta

1 1 FANCHINI Nadia Dynastar 
2 2 GOGGIA Sofia Atomic 
3 3 SUTER Fabienne Dynastar 
4 4 COOK Stacey Stoeckli 
5 5 STUHEC Ilka Stoeckli 
6 6 SCHMIDHOFER Nicole Fischer 
7 7 VONN Lindsey Head 
8 8 PUCHNER Mirjam Atomic 
9 9 GUT Lara Head 
10 10 GOERGL Elisabeth Head 
11 11 MIKLOS Edit Head 
12 12 FANCHINI Elena Dynastar 
13 13 KLING Kajsa Head 
14 14 CURTONI Elena Head 
15 15 WEIRATHER Tina Atomic 
16 16 ROSS Laurenne Voelkl 
17 17 REBENSBURG Viktoria Stoeckli 
18 18 SIEBENHOFER Ramona Head 
19 19 SUTER Corinne Head 
20 20 SCHNARF Johanna Fischer 
21 21 WILES Jacqueline Rossignol 
22 22 TIPPLER Tamara Voelkl 
23 23 VENIER Stephanie Atomic 
24 24 SCHEYER Christine Head 
25 25 MANCUSO Julia Stoeckli 
26 26 STUFFER Verena Fischer 
27 27 MCKENNIS Alice Head 
28 28 MARSAGLIA Francesca Voelkl 
29 29 HAEHLEN Joana Voelkl 
30 30 JOHNSON Breezy Atomic 

L'elenco completo