Sci Alpino - Garmisch: Ganong vince la discesa

Lo statunitense sorprende tutti e vince la prima discesa in programma in questo week-end davanti a Jansrud e a Peter Fill, ormai una presenza fissa ai piani alti.

Sci Alpino - Garmisch: Ganong vince la discesa
Sci Alpino - Garmisch: Ganong vince la discesa

Sulla Kandahar di Garmisch oggi purtroppo non è andata in scena una bella gara. Cadute ed infortuni, bruttissimo quello occorso a Valentin Giraud-Moine, ed in mezzo a questo caos è stato Travis Ganong ad uscire vincitore. 

L'americano, partito dopo la caduta del connazionale Nyman, ha disputato una discesa molto solida nella sua prima parte ed eccezionale negli ultimi due intermedi, dove ha guadagnato tantissimo su Kjetil Jansrud. Il norvegese, a sua volta, è stato il primo a compiere una prova pulita, senza particolari errori, ma quest'oggi l'americano è stato davvero perfetto nel leggere il tracciato disegnato sulla pista austriaca. A chiudere il podio il nostro Peter Fill che è ormai un habitué ai piani alti della discesa libera. Il campione del mondo di discesa guadagna anche una posizione nella classifica di specialità che vede al comando Jansrud con soli tre punti di vantaggio. 

Hanno disputato un'ottima discesa anche Reichelt e Feuz, ma il capolavoro di oggi è firmato da Osborne - Paradis che, con il pettorale numero ventisei, è riuscito a strappare il sesto posto finale. Male invece il vincitore di Kitzbuhel, Dominik Paris, che a causa di un errore nel quarto intermedio ha perso tutto il vantaggio accumulato fino a quel momento ed alla fine si è dovuto accontentare del decimo posto. 

In ottica classifica di specialità fanno rumore i ritiri di Kilde, Kline e del già citato Giraud-Moine, mentre è riuscito a terminare la gara, seppur in posizioni di rincalzo, Adrien Theaux. Il francese, durante la propria discesa, ha rischiato ben due volte di saltare delle porte a causa di un lungo e dello sbagliato calcolo di traiettoria sul secondo salto che è costato il ritiro a Kline. Non ha terminato la gara anche Erik Guay, complice una spigolata prima del salto, ma fortunatamente è uscito incredibilmente illeso da un volo spaventoso.

1 12 GANONG Travis 1:53.71  
2 7 JANSRUD Kjetil 1:54.09 +0.38
3 9 FILL Peter 1:54.23 +0.52
4 1 REICHELT Hannes 1:54.30 +0.59
5 13 FEUZ Beat 1:54.37 +0.66
6 26 OSBORNE-PARADIS Manuel 1:54.58 +0.87
7 10 BAUMANN Romed 1:54.60 +0.89
8 14 MAYER Matthias 1:54.69 +0.98
9 15 JANKA Carlo 1:54.76 +1.05
10 5 PARIS Dominik 1:54.92 +1.21