Sci Alpino - Mondiali St Moritz, Combinata: Goggia davanti dopo la discesa

L'italiana è l'autrice della discesa più veloce, alle sue spalle Ilka Stuhec e Lara Gut. Superba Michelle Gisin che chiude abbondantemente sotto il secondo e prenota una medaglia.

Sci Alpino - Mondiali St Moritz, Combinata: Goggia davanti dopo la discesa
Sci Alpino - Mondiali St Moritz, Combinata: Goggia davanti dopo la discesa

Ancora una volta il maltempo interferisce con i programmi dei Mondiali. Dopo la cancellazione delle prime prove cronometrate, oggi la giuria è stata costretta infatti ad abbassare la partenza della discesa libera di combinata alpina all'altezza di quella del Super G a causa della poca visibilità in alto. L'abbassamento certamente favorisce le slalomiste che possono così limitare il distacco dalle velociste, una di queste è Michelle Gisin che dopo le belle prove disputate ieri e l'altro ieri ha confermato l'ottima feeling con le piste di casa chiudendo a soli 51 centesimi dal primo posto. 

La prima posizione però non è occupata da Ilka Stuhec, autrice di una prova piena di sbavature, che si prende la seconda piazza, bensì dalla nostra Sofia Goggia. La sciatrice bergamasca ha disputato un'ottima prova fino all'ultimo intermedio dove un errore sul salto le ha fatto perdere moltissimo tempo che potrebbe risultare decisivo in ottica slalom. Anche Lara Gut, come la slovena, non può dirsi completamente soddisfatta perché il terzo posto a 43 centesimi poteva certamente essere migliorato. Per le americane, a sorpresa, la migliore della mattina è Laurenne Ross che con il suo quinto posto precede Lindsey Vonn, che prima di partire non si è risparmiata in critiche per l'abbassamento della partenza. 

In ottica slalom, come detto, la favorita all'oro è Michelle Gisin ma bisognerà fare attenzione anche a molte altre slalomiste che si sono difese egregiamente durante questa discesa mozzata. Su tutte spiccano Wendy Holdener, terza nella classifica di specialità, che ha chiuso la prova di discesa a 94 centesimi da Goggia e Michaela Kirchgasser, lontana per l'oro, ma certamente in gara per un posto sul podio. 

Tra le azzurre c'è da segnalare la buona prova di Elena Curtoni, nona a parimerito con Mowinckel, e di Federica Brignone che tenterà l'assalto alle medaglie nel pomeriggio dovendo recuperare un secondo e sessantuno centesimi.