Sci Alpino, Mondiali St. Moritz: discesa d'oro per la Stuhec, amarezza Goggia solo quarta

La slovena si aggiudica la discesa libera femminile di St. Moritz precedendo l'austriaca Venier e la statunitense Vonn. Rimpianto per Sofia Goggia, quarta a 7 centesimi dal podio a causa di un grave errore nel finale.

Sci Alpino, Mondiali St. Moritz: discesa d'oro per la Stuhec, amarezza Goggia solo quarta
Sci Alpino, Mondiali St. Moritz: discesa d'oro per la Stuhec, amarezza Goggia solo quarta

Amara delusione per i colori azzurri ai Mondiali di sci alpino 2017 in corso a St. Moritz. L'azzurra Sofia Goggia deve infatti accontentarsi del quarto posto a soli 7 centesimi dal podio nella discesa libera femminile, gara regina della velocità.

La punta di diamante della squadra azzurra scende determinata e per tre quarti di gara è praticamente perfetta. Velocissima, i rilevamenti cronometrici parlano di incremento costante ad ogni passaggio. Sofia scende come sa fare, non c'è bisogno di esagerare, questa pista ha dimostrato di saperla governare con classe e maestria. Decisa, cattiva, affronta ogni salto senza alcun problema. Ma l'insidia è sempre dietro l'angolo. Ed ecco che, prima delle ultime tre porte, l'azzurra commette un gravissimo errore riuscendo a rimanere in piedi per un miracolo. La reattività di riuscire a rimettere gli sci in direzione all'ultimo secondo, salva la gara ma le regala un amaro rimpianto.

La beffa arriva poco dopo quando Lindsey Vonn le scippa il terzo posto per soli 7 centesimi. Sfuma dunque l'ennesima medaglia per la Goggia in questi Mondiali dopo la delusione in SuperG e in Combinata. Oggi, senza quell'errore, avremmo celebrato un oro azzurro.

La discesa libera femminile, ha regalato il titolo iridato alla slovena Ilka Stuhec a conferma dello stato di grazia di cui gode in una stagione per lei strepitosa dopo i cinque successi in Coppa del Mondo. Il titolo resta dunque in Slovenia, due anni fa a Garmish fu Tina Maze a laurearsi campionessa. Una discesa perfetta quella della Stuhec che chiude con il tempo di 1'32"85. Seconda la sorprendente austriaca Stephanie Venier, lontana quattro decimi. Terzo posto per Lindsey Vonn, rediviva. La statunitense conquista la settima medaglia mondiale in carriera chiudendo a 45centesimi dall'oro. Per quanto riguarda le altre azzurre, sono tutte fuori dalla top 10. Tredicesima Elena Fanchini, più lontane Johanna Schnarf e Verena Stuffer.