Sci Alpino - Lake Louise, discesa libera femminile: Shiffrin, anche qui!

Primo acuto in discesa per l'americana, Rebensburg e Gisin sul podio.

Sci Alpino - Lake Louise, discesa libera femminile: Shiffrin, anche qui!
Sci Alpino - Lake Louise, discesa libera: Shiffrin, anche qui!

Black-out generale, atlete costrette ad attendere per risalire la pista, ritardo notevole sulla tabella di marcia. Infine, partenza abbassata. A Lake Louise, serata ricca di colpi di scena, la seconda discesa libera riscrive, poi, le normali gerarchie, perché ad imporsi - prima volta nella specialità - è Mikaela Shiffrin, già sul podio venerdì. La fuoriclasse americana, regina tra i pali stretti, sfrutta la perfetta conoscenza del tracciato, dipinge le curve, assorbe le scosse della neve senza calcare in modo eccessivo e precede di 13 centesimi Viktoria Rebensburg - seconda in discesa dopo i due successi in gigante. Due specialiste delle prove tecniche sui primi due gradini del podio, campanello d'allarme per figure di spicco chiamate a giocarsi la generale o a dominare ad alte frequenze - vedi Gut e Vonn. Quest'ultima, dopo la rovinosa caduta, sceglie comunque di presentarsi al cancelletto, scia sulle "uova", non convince, è dodicesima ex aequo con Verena Stuffer. 

Michelle Gisin completa il podio, chiude a 4 centesimi dalla Rebensburg ed anticipa di 2 la vincitrice della prima discesa, Conny Huetter, nettamente la miglior austriaca. Gara su distanza ridotta, ridotti quindi anche i distacchi. Tina Weirather completa la top five, alle spalle della lussemburghese troviamo la seconda americana, Stacey Cook, con la Ledecka, in evidenza in prova, ottima settima. 

L'Italia manca nuovamente l'appuntamento con il podio, nelle retrovie le sorelle Fanchini - Elena ventesima, Nadia ventiduesima - ottava Sofia Goggia, a tratti spumeggiante, ma ancora troppo discontinua. Ventisettesima Schnarf, ventinovesima Delago. 

A proposito di regine, Lara Gut insegue l'eccellenza, ma è al momento ancorata al purgatorio di coppa. Quindicesima, stesso crono di Anna Veith.

L'ordine d'arrivo

1 8 SHIFFRIN Mikaela 1:27.55   100
2 7 REBENSBURG Viktoria 1:27.68   80
3 27 GISIN Michelle 1:27.72   60
4 19 HUETTER Cornelia 1:27.74   50
5 15 WEIRATHER Tina 1:27.86   45
6 20 COOK Stacey 1:28.16   40
7 24 LEDECKA Ester 1:28.17   36
8 43 WEIDLE Kira 1:28.18   32
9 17 GOGGIA Sofia 1:28.24   29
10 21 MOWINCKEL Ragnhild 1:28.27   26
11 23 HAEHLEN Joana 1:28.43   24
12 22 STUFFER Verena 1:28.48   22
12 13 VONN Lindsey 1:28.48   22
14 18 MIKLOS Edit 1:28.57   18
15 9 GUT Lara 1:28.65   16
15 1 VEITH Anna 1:28.65   16
17 32 WENIG Michaela 1:28.76   14
18 4 SCHMIDHOFER Nicole 1:28.78   13
19 36 GAUTHIER Tiffany 1:28.87   12
20 2 FANCHINI Elena 1:28.95   11
21 11 SCHEYER Christine 1:28.96   10
22 6 FANCHINI Nadia 1:28.97   9
23 12 WILES Jacqueline 1:29.00   8
24 30 FLURY Jasmine 1:29.02   7
25 16 SUTER Corinne 1:29.04   6
25 3 VENIER Stephanie 1:29.04   6
27 5 SCHNARF Johanna 1:29.05   4
28 42 ORTLIEB Nina 1:29.10   3
29 25 DELAGO Nicol 1:29.15   2
30 45 LIE Kajsa Vickhoff 1:29.25   1
30 35 DENGSCHERZ Dajana 1:29.25