Sci Alpino - SuperG Lake Louise: Weirather precede Gut, sesta la Schnarf

La Weirather anticipa di 11 centesimi la ritrovata Gut, quinta una Shiffrin d'eccellenza.

Sci Alpino - SuperG Lake Louise: Weirather precede Gut, sesta la Schnarf
Sci Alpino - SuperG Lake Louise: Weirather precede Gut, sesta la Schnarf

Il week-end veloce di Lake Louise si chiude con il successo in SuperG di Tina Weirather. La lussemburghese scivola via tra i repentini cambi di direzione ed interpreta alla perfezione un tracciato non certo semplice. L'ultima parentesi americana segna inoltre il riscatto di Lara Gut, seconda per undici centesimi. Dopo un approccio in difetto con la stagione agonistica, cresce di colpi l'elvetica, finalmente soddisfatta al traguardo. A rifinire il podio, la prima austriaca, Nicole Schmidhofer, capace in passato di eccellere in questa disciplina - anche in appuntamenti con medaglie in palio.  

Una tre giorni di gare, quella di Lake Louise, che rafforza ancor di più il dominio di Mikaela Shiffrin, sul podio venerdì, sul gradino più alto sabato - sempre in discesa - e ieri quinta, un centesimo dietro a Tessa Worley, perfetta nel cogliere un disegno in grado di esaltare qualità tecniche oltre la norma. La prima azzurra è Johanna Schnarf, sesta, sulle code della Shiffrin e davanti a Flury, Huetter e Goggia. Sofia è nona, circa sette decimi il suo distacco dal podio. Manca qualcosa, manca la giusta scintilla per cancellare interrogativi e pressione. Caccia al risultato per ritrovare la Goggia spensierata dello scorso anno. Corinne Suter archivia la top ten, mentre tredicesima è la Rebensburg, al momento alternativa credibile nella generale alla Shiffrin. 

Nadia Fanchini chiude in sedicesima piazza, ventiduesima la Delago, trentunesima Elena Fanchini, trentottesima Verena Stuffer, quarantaduesima Federica Sosio.

Dura una manciata di secondi la prova di Lindsey Vonn. Batte i bastoncini sulla neve e si proietta in pista, inclinazione eccessiva e secondo tonfo sulla neve. Nubi nere si addensano nel cielo della fuoriclasse a stelle e strisce. Saluto anticipato anche per Veith e Ledecka. 

L'ordine d'arrivo 

1 7 WEIRATHER Tina 1:18.52   100
2 9 GUT Lara 1:18.63   80
3 5 SCHMIDHOFER Nicole 1:18.79   60
4 1 WORLEY Tessa 1:19.35   50
5 14 SHIFFRIN Mikaela 1:19.36   45
6 6 SCHNARF Johanna 1:19.40   40
7 2 FLURY Jasmine 1:19.44   36
8 13 HUETTER Cornelia 1:19.46   32
9 11 GOGGIA Sofia 1:19.52   29
10 17 SUTER Corinne 1:19.77   26
11 43 TIPPLER Tamara 1:19.86   24
12 3 VENIER Stephanie 1:19.90   22
13 15 REBENSBURG Viktoria 1:19.96   20
14 16 GISIN Michelle 1:20.05   18
15 10 MOWINCKEL Ragnhild 1:20.11   16
16 12 HAEHLEN Joana 1:20.21   15
16 8 FANCHINI Nadia 1:20.21   15
18 36 GAUCHE Laura 1:20.37   13
19 23 NUFER Priska 1:20.43   12
20 31 SIEBENHOFER Ramona 1:20.45   11
21 48 PIOT Jennifer 1:20.55   10
22 50 DELAGO Nicol 1:20.56   9
23 38 WENIG Michaela 1:20.67   8
24 18 HAASER Ricarda 1:20.68   7
25 22 JOHNSON Breezy 1:20.75   6
26 29 GRENIER Valerie 1:20.78   5
27 42 AGER Christina 1:20.80   4
28 28 GAUTHIER Tiffany 1:20.92   3
29 45 FERK Marusa 1:20.94   2
29 35 MCKENNIS Alice 1:20.94