NBA, Portland suona la decima contro gli Heat (115-99)

Lillard e Nurkic trascinano Rip City alla decima vittoria consecutiva contro Miami al Moda Center. Blazers sempre terzi a Ovest.

NBA, Portland suona la decima contro gli Heat (115-99)
Jusuf Nurkic, 27 punti e 16 rimbalzi contro MIami. Fonte: NBA.com/Twitter

Continua lo straordinario momento di forma dei Portland Trail Blazers di Terry Stotts, che sul parquet amico del Moda Center ottengono la decima vittoria consecutiva battendo i Miami Heat di Erik Spoelstra. Due protagonisti su tutti per Rip City: Damian Lillard (32 punti e 10 assist, 8/19 dal campo e 7/14 dall'arco) e Jusuf Nurkic (altra doppia doppia da 27 punti e 16 rimbalzi). A Miami non bastano invece 23 punti di Goran Dragic e un sussulto d'orgoglio nel quarto quarto. Blazers terzi nel ranking della Western Conference, Heat ottavi a Est. 

Ancora fuori causa Hassan Whiteside per coach Spoelstra, a causa di un problema all'anca sinistra (out anche Wade). Al suo posto, confermato in quintetto il rookie Bam Adebayo, subito costretto a fare i conti con un Jusuf Nurkic attivissimo e dominante sotto canestro. Nel primo quarto Portland sembra poter accelerare a piacimento, con Damian Lillard a bersaglio dalla lunga distanza (anche un gioco da quattro punti) e C.J. McCollum sempre nel vivo del gioco. La risposta degli ospiti è griffata Goran Dragic, che segna dieci punti in un lampo, mettendo in mostra i suoi arresti di potenza al centro dell'area e arrivando a concludere al ferro. Ma in attacco il solo James Johnson trova la retina per Miami, mentre dall'altra parte Lillard chiude il quarto su una nota alta, in un quintetto in cui Pat Connaughton e il rookie Zach Collins vanno a bersaglio dall'arco. 35-24 alla prima pausa, e Blazers che continuano a dominare, con C.J. McCollum che prende il controllo del secondo quintetto, Collins in costante miglioramento ed Evan Turner nuovamente protagonista. Miami rischia di andare a fondo, ma viene tenuta in qualche modo a galla dalle triple di Wayne Ellington, dalle accelerazioni di un positivo Justise Winslow e dalle giocate del canadese Kelly Olynyk, per il 59-47 con cui le due squadre rientrano negli spogliatoi. 

Alla ripresa delle operazioni si scuote Tyler Johnson per gli Heat, con Goran Dragic sempre presente nell'attacco ospite. Dall'altra parte inizia però il Lillard Time, un po' in anticipo rispetto alle consuetudini. Il numero zero dei Blazers scaglia triple a ripetizione nel canestro avversario, trova più volte Jusuf Nurkic in posizione dinamica, si diverte con McCollum e lancia i suoi in vantaggio di una ventina di lunghezze. Qui, a partita praticamente persa, gli Heat reagiscono d'orgoglio. E' ancora Dragic a far partire la rimonta, con Tyler Johnson e Kelly Olynyk fondamentali dall'arco. Bene anche Winslow ed Ellington, per una Miami che nel quarto quarto guarda il tabellone ed è sotto di sole tre lunghezze. A spazzar via dubbi e paure ci pensa ancora Damian Lillard, con un altra tripla da distanza siderale, e con gli assist per Jusuf Nurkic, che schiaccia in due occasioni consecutive. Due tiri da tre a bersagli dagli angoli, di Al-Farouq Aminu ed Evan Turner, chiudono la contesa, perchè gli Heat non hanno più la forza di provarci nuovamente. Spoelstra accetta la sconfitta, Stotts si gode i suoi ragazzi e la decima vittoria consecutiva, concedendo spiccioli di partita anche a Jake Layman. 

Portland Trail Blazers (41-26). Punti: Lillard 32, Nurkic 27, McCollum 17, Turner 13, Collins 10. Rimbalzi: Nurkic 16. Assist: Lillard 10. 

Miami Heat (36-32). Punti: Dragic 23, T. Johnson 17, Winslow 15, Ellington 11. Rimbalzi: Winslow 13. Assist: Olynyk 7.