NBA - La corsa ai playoffs: Utah non si ferma, stop Denver. Cavs ora terzi a Est
Nikola Jokic. Fonte: NBA/Twitter

NBA - La corsa ai playoffs: Utah non si ferma, stop Denver. Cavs ora terzi a Est

Situazione fluida a Ovest, più delineata a Est, dove è solo da stabilire l'ordine delle partecipanti alla postseason.

Andrears
Andrea Russo Spena

Quando siamo ormai entrati nell'ultimo mese di regular season NBA, la corsa ai playoffs si fa sempre più appassionante, soprattutto nella Western Conference, dove ci sono ben cinque squadre raccolte in solo due partite. A Est, il lotto delle qualificate sembra già essersi delineato, con i Detroit Pistons fuori dallo sprint finale, anche se sono tutte da definire le posizioni che vanno dalla terza in poi. Questo il punto della situazione dopo le gare del sabato notte: 

Eastern Conference

Primo posto. La sfida è tutta tra i Toronto Raptors di Dwane Casey, reduci da undici vittorie consecutive, con un record di 52-17, e i Boston Celtics di Brad Stevens (47-22). Canadesi favoriti per la presa della prima moneta, non solo per il vantaggio nel ranking, ma anche per la situazione convingente. I biancoverdi sono infatti alle prese con gli infortuni di Kyrie Irving e Marcus Smart, in attesa di ritrovare il giovane Jaylen Brown. 

Terzo posto. Battaglia serrata dalla terza posizione in poi, occupata al momento dai Cleveland Cavaliers di LeBron James, nella notte vincitori a Chicago grazie a una tripla doppia del Prescelto (33 punti, 13 rimbalzi, 12 assist). 40-29 il record dei Cavs, tallonati dagli Washington Wizards (40-30) e dagli Indiana Pacers (40-30). Speranze di ulteriore risalita anche per i Philadelphia 76ers (38-30), mentre Milwaukee Bucks e Miami Heat sono attualmente poco più staccate (rispettivamente 37-32 e 37-33).

Western Conference

Primo posto. Tutto sembra indicare che quest'anno saranno gli Houston Rockets di Mike D'Antoni (55-14) a prendersi il primo posto sul fronte occidentale, sia per lo sfavillante stato di forma dei texani, che per le difficoltà legate agli infortuni dei Golden State Warriors di Steve Kerr, secondi con un record di 53-17, ma privi in questo momento di Steph Curry, Kevin Durant e Klay Thompson.

Terzo posto. Dodici vittorie consecutive hanno lanciato i Portland Trail Blazers di Terry Stotts sul podio della Western Conference (43-26). Rip City deve ancora certificare la sua partecipazione ai playoffs, e guardarsi dal ritorno degli Oklahoma City Thunder (42-29) per mantenere la terza posizione. 

Sfida a sei. Seguono i caldissimi Utah Jazz (40-30), quinti con lo stesso record dei Minnesota Timberwolves e dei San Antonio Spurs. In calo, complice il calendario, i New Orleans Pelicans (39-30), al momento ottavi. Nella notte, brutta sconfitta dei Denver Nuggets a Memphis (38-32), decimi alle spalle anche dei Los Angeles Clippers (37-31), attualmente prima squadra esclusa dalla postseason.

VAVEL Logo