NBA, Western Conference - La corsa ai playoff è sempre più accesa: la situazione

NBA, Western Conference - La corsa ai playoff è sempre più accesa: la situazione

Sette squadre per cinque posti ai playoff: Pelicans con una partita in meno, Thunder con una in più. Questa la situazione a quattro partite dal termine nella Western Conference.

andrea-bugno
Andrea Bugno

Mentre gli Houston Rockets, i Golden State Warriors ed i Portland Trail Blazers già hanno la testa rivolta verso il primo turno dei playoff NBA 2018, nella Western Conference ci sono ancora sette squadre che si stanno giocando i residui cinque posizionamenti che valgono l'accesso alla post-season. Tra gli Utah Jazz, in questo momento proprietari del quarto posto dopo la vittoria di stanotte sui Lakers, ed i Los Angeles Clippers, decimi della race, ci sono attualmente soltanto tre partite di distanza e, con gran parte delle squadre che devono ancora disputare quattro sfide di stagione, tutto può ancora accadere. 

Guai dunque per Jazz, Spurs, Thunder, Timberwolves, Pelicans, Nuggets e Clippers dare nulla per scontato. La vittoria dei losangeleni sugli Spurs di questa notte ha mischiato ulteriormente le carte, mettendo in posizione alquanto scomoda sia i Minnesota Timberwolves di coach Thibodeau, falcidiati dagli infortuni nell'ultimo periodo, che i New Orleans Pelicans di Anthony Davis e consentendo ai Denver Nuggets di alimentare le proprie speranze dopo la vittoria sugli Indiana Pacers. Nulla è ancora deciso quando mancano tre giornate - per lo più - al termine della Regular Season. 

Gli unici che dovranno fare a meno di una gara sono gli Oklahoma City Thunder di Russell Westbrook, i quali conservano sì un margine di una vittoria e mezzo sui Nuggets, ma dovranno giocarsi le proprie speranze di qualificazione in casa degli Houston Rockets prima e dei Miami Heat successivamente. I texani, già primi, potrebbero giocarsi la sfida con la speranza di estromettere una delle squadre più pericolose del lotto dai playoff, mentre la trasferta in Florida appare molto più abbordabile per centrare la vittoria qualificazione. Chiusura alla Chesapeake Energy Arena contro i Grizzlies. 

Apparentemente più agevole sulla carta il cammino degli Utah Jazz, che avrà a disposizione due sfide interne - contro Clippers e Warriors - oltre alla trasferta in casa dei Lakers, già eliminati, per conquistare l'accesso alla postseason e, altresì, una posizione di assoluto vantaggio in vista dei playoff, con il quarto posto che a questo punto non è una chimera. Di fondamentale importanza sarà la prima gara contro i ragazzi di Rivers: Jazz che potrebbero confermare il quarto posto ed estromettere questi ultimi dalla corsa. Con il filotto - non impossibile - il quarto posto potrebbe garantire un insperato fattore casa al primo turno. 

Foto Spurs Twitter
Foto Spurs Twitter

Altrettanto agevole appare il compito degli Spurs di LaMarcus Aldridge, impegnati stanotte ad Hollywood contro i Los Angeles Lakers. Successivamente per gli uomini di Popovich sfida all'ombra dell'alamo ai Portland Trail Blazers già certi - quasi matematicamente - del terzo posto in classifica, prima della chiusura ancora tra le mura amiche contro i Sacramento Kings e della trasferta in casa dei Pelicans di Davis. Gli speroni non dovrebbero mancare l'appuntamento con la quarta o la quinta posizione. 

Chi invece appare in calo sono i Minnesota Timberwolves ed i New Orleans Pelicans, questi ultimi reduci da quattro sconfitte di fila. Davis e soci tuttavia possono contare su una gara in più da giocare, avendone fin qui disputate 77 contro le 78 delle rivali: di fondamentale importanza per centrare la qualificazione alla post-season saranno le sfide di stanotte contro Memphis in casa e di venerdì sera a Phoenix. Due vittorie di fondamentale importanza prima di volare nella baia per affrontare i Warriors e, soprattutto, i Clippers e gli Spurs nell'ultima giornata. 

Foto Timberwolves Twitter
Foto Timberwolves Twitter

Diverso invece il discorso per la squadra di Thibodeau, falcidiata e penalizzata dagli infortuni nell'ultimo periodo. Per Towns e compagni risulterà fondamentale lo scontro diretto di domani notte contro i Denver Nuggets, reduci da tre vittorie di fila che hanno consentito agli uomini del Colorado di tornare in corsa per la qualificazione. Dopo i Nuggets il calendario tende una mano ai lupi, che affronteranno prima i Lakers e poi i Grizzlies, con due successi che potrebbero comunque garantire l'accesso alla post-season. Fatale potrebbe essere lo scontro diretto a Minneapolis dell'ultima giornata. Dopo la sfida contro Minnesota, invece, Jokic e compagni avranno un altro scontro diretto a disposizione contro i Clippers per avvicinarsi all'ottavo posto, prima della chiusura in casa contro i Blazers e della trasferta contro i T'Wolves. Impresa difficile ma non impossibile per i ragazzi di Malone. 

Chiudono il quadro i Los Angeles Clippers, i quali avranno il calendario peggiore del lotto da affrontare: le tre gare che restano ai ragazzi di Rivers sono infatti tre scontri diretti e, soltanto vincendoli tutti e tre, i californiani potrebbero ambire all'ottavo posto, il quale non sarebbe nemmeno certo. La trasferta di Utah di domani già sarà da dentro o fuori, prima delle sfide interne contro Denver, New Orleans ed il derby allo Staples Center: la strada è decisamente in salita, ma Jordan e soci vogliono provarci. 

VAVEL Logo