NBA - E' proprio un selvaggio West
Anthony Davis schiaccia contro Golden State. Fonte: NBA/Twitter

NBA - E' proprio un selvaggio West

Tabellone occidentale ancora da delineare: Portland qualificata, ma rischia il terzo posto. Jazz a un passo dai playoffs, bagarre tra New Orleans, San Antonio, OKC, Minnesota e Denver.

Andrears
Andrea Russo Spena

Dopo ottanta partite di regular season disputate, il ranking della Western Conference NBA non è ancora delineato. Houston Rockets, Golden State Warriors e Portland Trail Blazers si sono qualificate per i playoffs, mentre devono ancora accedere alla postseason le squadre dalla quarta alla nona posizione, con una differenza massima di due partite di differenza. Nella notte si sono arresi i Los Angeles Clippers di Doc Rivers, che per la prima volta dopo sei anni non disputeranno i playoffs. Questa invece la situazione attuale, quando mancano due o tre partite al termine della stagione regolare. 

1. Houston Rockets (64-16). I texani hanno alzato il piede dall'acceleratore dopo una regular season straordinaria, perdendo un paio di partite di troppo, ma giungono ai playoffs con il roster al completo. 

2. Golden State Warriors (57-23). Sono state settimane difficili per i californiani, decimati dagli infortuni. Tante sconfitte, come mai accaduto nell'era Steve Kerr, e un approdo ai playoff non ideale, non solo per l'infortunio di Steph Curry (e di Andre Iguodala), ma anche per una tenuta complessiva non convincente. 

3. Portland Trail Blazers (48-32). Dopo una lunga striscia di vittorie, Rip City ha subito tre sconfitte nella trasferta texana, contro Mavs, Rockets e Spurs, complice anche un piccolo infortunio capitato a Damian Lillard. Ora i Blazers devono guardarsi dal ritorno degli Utah Jazz per blindare il terzo posto.

4. Utah Jazz (46-33). I Jazz sono da mesi la squadra più calda della lega, a un passo dal ritorno ai playoffs nel primo anno del post Gordon Hayward. Tre le gare rimanenti: a Los Angeles contro i Lakers, in casa contro i Warriors, e a Portland contro i Trail Blazers, in una sfida che potrebbe anche valere il terzo posto. 

5. New Orleans Pelicans (46-34). I Pelicans, trascinati da Anthony Davis, vogliono fortemente i playoffs. Fondamentale la vittoria di questa notte alla Oracle Arena, anche perchè la prossima partita sarà a Los Angeles contro i demotivati Clippers, mentre in chiusura ci sono in casa i san Antonio Spurs. 

6. San Antonio Spurs (46-34). Discorso pressochè identico per gli Spurs, che hanno messo una toppa alle sconfitte con Lakers e Clippers battendo nella notte i Blazers all'AT&T Center. Ai neroargento basterà sconfiggere i Sacramento Kings in casa per qualificarsi ai playoffs ancora una volta. 

7. Oklahoma City Thunder (46-34). Il quarto quarto di Houston ha salvato i Thunder da rischi inimmaginabili in ottica postseason. Due le gare rimanenti, a Miami contro gli Heat e in casa contro i Memphis Grizzlies. 

8. Minnesota Timberwolves (45-36). Dopo essere stata a lungo tra le prime quattro dell'Ovest, Minnesota rischia di rimanere fuori dai playoffs: necessario battere Memphis in casa, prima della sfida contro Denver sempre al Target Center. 

9. Denver Nuggets (45-36). I Nuggets hanno lo stesso record dei Timberwolves, ma attualmente sono fuori per motivi di tie-breaker. Gli uomini di Malone devono vincere in casa contro Portland e a Minneapolis, per concretizzare una rimonta da urlo.

VAVEL Logo