NBA, road to the playoffs - La situazione nelle due Conference in vista dell'ultima giornata

L'ultima giornata della Regular Season stabilirà l'ordine di ingresso ai playoff nelle due Conference. Si decidono, ad Est ed Ovest, le posizioni dalla 3 alla 8: la situazione.

NBA, road to the playoffs - La situazione nelle due Conference in vista dell'ultima giornata
NBA, road to the playoffs - La situazione nelle due Conference in vista dell'ultima giornata

Una giornata al termine della infinita Regular Season NBA e tutto - o quasi - ancora da decidere nella corsa verso i playoff, i quali mai come quest'anno si preannunciano equilibrati e con tante sorprese dietro l'angolo. A quarantotto minuti dal termine della stagione, cinque le squadre già certe del posizionamento finale, ovverosia le prime due delle rispettive Conference, Houston e Golden State ad Ovest, Toronto e Boston ad Est, e i Pacers, quinti in quest'ultima. Tutto invece ancora da decidere per quel che riguarda le posizioni dalla tre alla otto nei due gironi, con le dodici partite di stanotte che decideranno e stabiliranno il quadro dei playoff. 

Eastern Conference. Come detto, tutto deciso per quel che riguarda le posizioni uno, due e cinque, mentre la sfida a distanza per terzo e quarto posto vedrà impegnati i Sixers di Belinelli - impegnati in casa contro i Milwaukee Bucks - ed i Cleveland Cavaliers di LeBron James, i quali dopo il successo del Garden ospitano nuovamente i Knicks. Se Philadelphia dovesse vincere la sedicesima partita di fila manterrà il terzo posto - molto più favorevole del quarto in vista di un eventuale secondo turno contro i Celtics - ma rischia di sfidare i Bucks di Antetokounmpo al primo turno. Questi ultimi, sesti per il momento, manterranno la posizione in caso di vittoria, ma se dovessero perdere, dovrebbero aspettare il risultato da Miami, dove gli Heat sfidano i Raptors. Situazione invece molto più semplice per quanto riguarda Washington, che se dovesse perdere ad Orlando rimarrà ottava, mentre in caso di vittoria potrebbe scavalcare soltanto Miami al settimo posto - in caso di sconfitta degli Heat - e sfidare Boston al primo turno. 

Western Conference. Decisamente più intricata invece la situazione ad Ovest, dove due scontri diretti decideranno la terza posizione e, soprattutto, l'ultima. I Jazz, reduci da sei vittorie di fila, fanno visita ai Portland Trail Blazers, i quali invece non vincono da quattro gare, ma potranno contare sul fattore casa per riprendersi quella terza posizione che sembrava qualche giorno fa oramai certa. A spingere gli uomini di Snyder uno stato di forma ottimale ed una fiducia pressoché totale nel sistema di gioco. Altro scontro diretto sarà quello di New Orleans, dove i Pelicans battendo i San Antonio Spurs potrebbero scalare al quarto posto della classifica. Stesso discorso per la squadra di Pop, con entrambe che perdendo potrebbero terminare anche ottave. Chi invece non dovrebbe avere problemi di vittoria sono gli Oklahoma City Thunder, i quali con un successo sui Grizzlies terminerebbero al massimo sesti, settimi in base ai risultati dagli altri campi. Infine, la sfida della notte è senza dubbio alcuno quella che vedrà impegnati Minnesota Timberwolves e Denver Nuggets in una gara da dentro o fuori: Thibodeau rischia la beffa finale, ma ha ritrovato Butler nelle ultime settimane, mentre i Nuggets di Jokic - reduci da sei vittorie di fila - provano a coronare una clamorosa rimonta.