NBA Playoffs, Trail Blazers vs Pelicans: la difesa ferrea di Portland contro l'attacco produttivo di New Orleans

Una delle serie in prospettiva più imprevedibili dei playoffs NBA, che vede da una parte i Portland Trail Blazers di Damian Lillard e C.J. McCollum e dall'altra la versatilità del duo dei New Orleans Pelicans, Anthony Davis - Jrue Holiday.

NBA Playoffs, Trail Blazers vs Pelicans: la difesa ferrea di Portland contro l'attacco produttivo di New Orleans
Fonte Immagine: Twitter.com/PelicansNBA

La regular season NBA ha dato i suoi verdetti ed ai playoffs della Western Conference ci ha dato la sfida tra Portland Trail Blazers, testa di serie numero 3 che ha chiuso con un record di 49 vittorie 33 sconfitte e New Orleans Pelicans, testa di serie numero 6, che nella stagione regolare ha ottenuto 48 vittorie e subito 34 sconfitte. Due squadre molto simili, entrambe guidate da due leader carismatici come Damian Lillard per i Blazers ed Anthony Davis per i Pelicans. Ma fortunatamente per Portland, Lillard ha a disposizione ancora la sua spalla destra C.J. McCollum, mentre Davis ha perso a stagione in corso DeMarcus Cousins per infortunio, con il numero 0 dei Pelicans che stava giocando la sua migliore stagione in NBA dal punto di vista del gioco di squadra, viaggiando con la media di 25.2 punti, 12.9 rimbalzi e 5.4 assist ad allacciata di scarpa. Adesso andiamo a vedere le differenze tra le due squadre che si affronteranno durante questo primo turno di playoffs.

ATTACCO – I Portland Trail Blazers non sono una squadra molto produttiva in attacco, al di fuori della premiata ditta Lillard – McCollum, l’unico che ha finito la stagione in doppia cifra è stato il lungo bosniaco Jusuf Nurkic, che durante la stagione ha viaggiato con la media di 14.3 punti a partita a cui ha aggiunto 9.0 rimbalzi e 1.41 stoppate di media a contesa. Inoltre, durante la regular season, i Portland Trail Blazers hanno realizzato la media di 105.6 punti a partita, che va a collocare la franchigia dell’Oregon al sedicesimo posto tra gli attacchi della NBA.

D’altra parte, la squadra allenata da Terry Stotts si trova di fronte il terzo miglior attacco della NBA. I New Orleans Pelicans hanno viaggiato a 111.7 punti di media a partita, e questo dato ha permesso a New Orleans di essere il terzo miglior attacco dell’intera NBA. Nemmeno l’infortunio di Cousins ha condizionato le prestazioni offensive della squadra allenata da Alvin Gentry, che come detto in precedenza ha il suo faro principale in Anthony Davis, che durante la stagione ha fatto registrare 28.1 punti di media a partita, conditi da 11.1 rimbalzi, 2.3 assist e 1,5 stoppate. La franchigia della Louisiana ha affiancato a Davis un realizzatore più che affidabile come Jrue Holiday. L’ex playmaker dei Philadelphia 76ers ha giocato la sua miglior stagione dal punto di vista realizzativo, chiudendo l’annata con 19.0 punti ad allacciata di scarpa, conditi da 4.5 rimbalzi e 6.0 assist a partita. Oltre al play, nello starting five, Gentry può contare sull’assistman Rajon Rondo, che ha chiuso la stagione con 8.2 assist di media e sul realizzatore E’Twuan Moore che ha terminato con 12.5 punti di media. Inoltre, durante la trade deadline i Pelicans hanno acquisito Nikola Mirotic. L’ala spagnola è stato un sesto uomo affidabile per coach Gentry ed alla sua corte si è messo in mostra con 14.6 punti di media, uscendo dalla panchina.

DIFESA -  Come detto in precedenza, l’attacco dei Portland Trail Blazers non offre tanti punti da essere nemmeno nella top 10 della NBA, ma la squadra di coach Stotts compensa con una grandissima difesa, che consente agli avversari solamente 103.0 punti di media,. Questo dato porta i Trail Blazers come la quinta miglior difesa in NBA. La franchigia dell’Oregon può contare su ottimi difensori perimetrali come la stella Damian Lillard e Shabazz Napier, che ha sorpreso tutti quest'anno per le sue ottime prestazioni, diventando un ottimo ricambio per lo stesso Lillard. Portland dispone di ottimi difensori anche nel pitturato, grazie all’ala Al-Farouq Aminu ed al centro Jusuf Nurkic, che molto probabilmente durante questa serie avrà il compito di limitare Anthony Davis.

Se l’attacco dei New Orleans Pelicans è stellare, la difesa invece lascia a desiderare. La squadra allenata da Alvin Gentry è la seconda peggior difesa dell’intera NBA, con 110.4 punti subiti a partita, e molto probabilmente questo dato influirà durante i playoffs, visti i ritmi più serrati, con difese più attente ed attacchi più pazienti. L’unico difensore d’elite dei Pelicans è proprio la star Anthony Davis, che durante la stagione regolare ha offerto 2.5 stoppate ed 1.5 palle rubate di media. All’infuori di Davis, gli unici buoni difensori dei Pelicans sono Jrue Holiday e Rajon Rondo, che proveranno in tutti modi a limitare le doti offensive di Lillard e McCollum.

INFORTUNI – Molto probabilmente non riuscirà a far parte di Gara 1 l’ala dei Portland Trail Blazers Moe Harkless, per un’operazione al ginocchio. Per i Pelicans, saranno assenti per infortunio per il resto della stagione il sopracitato DeMarcus Cousins, Alexis Ajinca ed il rookie Frank Jackson.

QUINTETTI INIZIALI –

Portland Trail Blazers starting lineup: PG Damian Lillard; SG CJ McCollum; SF Evan Turner; PF Al-Farouq Aminu; C Jusuf Nurkic

New Orleans Pelicans starting lineup: PG Rajon Rondo; SG Jrue Holiday; SG/SF E'Twaun Moore; PF Anthony Davis; C Emeka Okafor

BOLD PREDICTION -  I New Orleans Pelicans dispongono di un ottimo attacco, ma i Portland Trail Blazers dovrebbero riuscire a portare a casa questa serie in non più di sei gare. Per questo puntiamo un dollaro sul 4-2 Portland.