La Reyer fa meglio della Leonessa: Venezia-Brescia 68-61

Scontro diretto di alta classifica per Reyer e Leonessa, con i padroni di casa che vincono al termine di una sfida dal basso punteggio complessivo

La Reyer fa meglio della Leonessa: Venezia-Brescia 68-61
Foto copiryght: Ciamillo & Castoria. La riproduzione del materiale fotografico senza autorizzazione scritta è vietata in qualunque forma.

E’ una Reyer concreta, che batte meritatamente Brescia nello scontro diretto tra la seconda e la terza forza del campionato: 68-61, un punteggio basso, al termine di una partita caratterizzata dall’intensità difensiva di entrambi i quintetti. Tre quarti dominati dalla Reyer Venezia, che tocca il +20, ma nell’ultimo periodo la Leonessa prova a ridurre il gap, senza però completare la rimonta.

Marquez Haynes è on fire nelle prime battute del match: il playmaker risponde a Moore con una sequenza di tre triple, che permettono alla Reyer di volare subito sul +10 a metà quarto (16-6), con il contributo di Watt e Cerella. La Leonessa replica con un break di 5-0, nato dalle mani di Michele Vitali e Hunt, Peric e De Nicolao mandano a segno tre punti dalla lunetta, siglando il 21-13, mentre Ortner chiude il primo quarto con un piazzato dalla media a ridosso della sirena, con il punteggio di 21-15.

Nel secondo periodo, ottimo approccio degli orogranata, che inaugurano il parziale con sette punti consecutivi, grazie a Biligha e Cerella, che valgono il +13 (28-15) dopo tre minuti. Vitali e Landry provano a tamponare l’emorragia, ma i lagunari ritrovano i punti di Bramos, che firma il +14 locale, prima del break di Hunt, che mette in difficoltà i pariruolo avversari, riportando Brescia sotto la doppia cifra di svantaggio, con il 36-27 all’intervallo.

Al ritorno sul parquet del Taliercio, Moore avvicina i suoi con il -8, tuttavia la Reyer riprende ritmo e in men che meno si ritrova sul +15 con una tripla e contropiede di Daye, seguito a ruota da Bramos, che piazza dall’angolo la tripla del 48-30 a metà quarto. Haynes buca la difesa bresciana e fa esplodere il Taliercio con il canestro del +20, mentre Landry prova a limare il divario da sotto. Brescia si complica la vita con un tecnico sanzionato alla panchina ed i veneti possono chiudere il quarto con un rassicurante 59-41, quando mancano dieci minuti alla fine. Moore e Traini ridanno speranza alla truppa lombarda, che prova a rientrare in partita con un break di 7-0 nei primi minuti del quarto finale (59-48).

Luca Vitali fa tremare il pubblico veneziano con la tripla del -7, coronando il parziale di 11-0, tuttavia Bramos ridà linfa e ossigeno ai suoi, ripagando Vitali con la stessa moneta (62-52). I bresciani mettono pressione ai padroni di casa, con il -7, mentre Biligha fa rifiatare i suoi con due liberi importanti a novanta secondi dalla fine. Nell’ultimo minuto, Peric conquista un rimbalzo offensivo fondamentale, ma i compagni sprecano il possesso, con l’infrazione dei ventiquattro secondi. Finisce 68-61 per la Reyer, che vince un importante scontro diretto.