Turkish Airlines Euroleague: Real Madrid vs Panathinaikos, quarto inedito

Per la prima volta, Real Madrid e Panathinaikos, che insieme hanno vinto 15 Coppe dei Campioni / Euroleghe, si affrontano in una serie di post season. L'estremo equilibrio tra le due squadre, certificato dallo stesso record registrato nella prima fase e dall'1-1 negli scontri diretti, la presenza di top players e di due tifoserie caldissime, sono ingredienti che assicurano spettacolo nel quarto di finale più intrigante.

Turkish Airlines Euroleague: Real Madrid vs Panathinaikos, quarto inedito
Turkish Airlines Euroleague: Real Madrid vs Panathinaikos, quarto inedito

Panathinaikos Atene: 6 Euroleghe, 35 campionati greci. Real Madrid Baloncesto: 9 Euroleghe, 33 campionati spagnoli. Eppure, queste due superpotenze non si sono mai affrontate in post season, mai nei playoff o in Final 4. Basterebbero questa sintesi per presentare il quarto di finale più nobile, più accattivante, più equilibrato della Turkish Euroleague 2017-18. E invece, Pana-Real è tanto, tanto di più. E' il diavolo contro l'acqua santa: è Dimitris Giannakopoulos, che a causa delle sue intemperanze è ai ferri corti con il board dell'Eurolega e minaccia di abbandonarla per sposare la causa FIBA, contro Luka Doncic, l'enfant prodige del basket europeo che prima o poi varcherà l'Oceano in cerca di gloria. E' anche Barca vs Real, con Xavi Pascual, una vita al Barcellona e ora sulla panchina del Pana, che sfida Pablo Laso, che sogna di replicare il successo nella massima competizione ottenuto nel 2015. La difesa del primo contro l'attacco del secondo, questa una delle chiavi di lettura della sfida. E ancora, Pana-Real è l'esperienza di James Gist e Chris Singleton contro quella di Felipe Reyes e Sergio Llull; il genio di Nick Calathes contro l'imprevedibilità di Facundo Campazzo; i centimetri di Auguste e Gabriel contro quelli di Randolph e Tavares; l'uscita dai blocchi di K.C. Rivers contro quella di Jaycee Carroll; la voglia di essere protagonista a questi livelli di Mike James, Nikos Pappas e Fabien Causeur, il desiderio di esserlo ancora di Matt Lojesti e Rudy Fernandez. E potrà essere, chissà, la serie in cui americani che in questi due squadroni recitano da comprimari possono ritagliarsi uno spazio importante: Denmon e Payne da una parte, Randle dall'altra. Senza dimenticare Lekavicius e il fratello d'arte Antetokounmpo, Trey Thompkins e Jeffery Taylor... Pana e Real hanno chiuso con lo stesso record: 19 vinte e 11 perse (13 in casa per i greci, 11 per gli spagnoli) e un successo per parte. Il 24 novembre il Panathinaikos vinse in casa 82-80 (20 punti di KC Rivers, 15 di Gist, 19 di Doncic), il Real si è preso la rivincita l'8 marzo (senza Doncic) , con un largo 92-75 (26 punti di Causeur, 15 di Campazzo, 23 di Mike James).

REAL MADRID

1 Fabien Causeur, 1987, 195, F
2 Chasson Randle, 1993, 188, G
3 Anthony Randolph, 1989, 211, C
5 Rudy Fernandez, 1985, 196, F
6 Dino Radoncic, 1999, 202, F
7 Luka Doncic, 1999, 199, G
9 Felipe Reyes, 1980, 204, F
11 Facundo Campazzo, 1991, 179, G
14 Gustavo Ayon, 1985, 208, C
16 Santi Yusta, 1997, 200, F
20 Jaycee Carroll, 1983, 188, G
22 Walter Tavares, 1992, 220, C
23 Sergio Llull, 1987, 190, G
32 Ognjen Kuzmic, 1990, 214, C
33 Trey Thompkins, 1990, 208, F
44 Jeffery Taylor, 1989, 201, F
Pablo Laso, 1967, Coach

Luka Doncic è l'unico giocatore del Real ad aver chiuso in doppia cifra la prima fase dell'Eurolega. Nelle 27 gare disputate, il baby fenomeno ha messo a segno 16.9 punti di media, con il 61.5% da 2, il 32.2% da 3 e l'81.3% ai liberi, oltre a 4.6 assist. Ben 9 sono invece i giocatori con almeno 7 punti a partita: Carroll, Thompkins, Randolph e Ayon superano i 9. Il miglior tiratore da 3 è Jaycee Carroll (43.2% su 95 tentativi, Randle ha il 47% ma con soli 19 tiri). Il miglior rimbalzista è Gustavo Ayon con 6.3, seguito da Tavares con 5.9. Al primo posto per gli assist c'è Campazzo con 4.8, seguito da Doncic con 4.6. Il Real, che ha utilizzato 16 giocatori, ha chiuso con 86.2 punti di media, il 55.9% da 2, il 37.7% da 3, il 79.1% ai liberi, 33.1 rimbalzi e 19.5 assist. In Eurolega, il Real ha segnato 86.2 punti di media (90.3 in campionato), concedendone 79.8 (78.6 in campionato). Agli avversari, ha permesso di tirare con il 49.4% da 2 e il 36.9% da 3, e ha lasciato 30.3 rimbalzi di media.

.

PANATHINAIKOS

0 Chris Singleton, 1989, 206 C
3 KC Rivers, 1987, 196, F
5 Mike James, 1990, 185, G
6 Adreian Payne, 1991, 208, C
11 Nikos Pappas, 1990, 195, G
12 Marcus Denmon, 1990, 191, G
14 James Gist, 1986, 206, F
15 Ian Vougiokas, 1985, 211, C
19 Lukas Lekavicius, 1994, 183, G
22 Kenny Gabriel, 1989, 205, F
23 Zach August, 1993, 208, C
24 Matt Lojeski, 1985, 198, G
33 Nick Calathes, 1989, 198, G
43 Thanasis Antetokounmpo, 1992, 201, F
44 Konstantinos Mitoglu, 1996, 210, C
Xavi Pascual, 1972, Coach

Sono invece 3 i giocatori del Panathinaikos in doppia cifra: Nick Calathes arriva a 14.2 (con il 55.8% da 2, il 27.7% da 3 e solo il 57.1% ai liberi) ; 10.3 per Chris Singleton, 10.1 per Gist. Sopra quota 9 ci sono Rivers e Pappas. Il miglior tiratore da 3 è Chris Singleton con il 45.1$ su 113 tentativi. Il miglior rimbalzista è lo stesso Singleton con 5.8, mentre Calathes è il top assistman con 8.1, seguito da James con 4. Sono 15 i giocatori utilizzati da Pasqual. Nelle prime 30 partite, il Pana ha fatto peggio in termini di punti del Real, fermandosi a quota 78.9, con il 53.9% da 2, il 35.2% da 3, il 67.9% in lunetta. 21 i rimbalzi di media, 16.3 gli assist. In Eurolega, il Pana ha fatto registrare 78.9 punti a partita (91 in campionato), subendone 77.5 (68.5 in campionato). Agli avversari ha lasciato 30.6 rimbalzi, concedendo il 51.8% da 2 e il 35.7% da 3.

.