Legabasket - La Vanoli lotta, ma la Reyer è una corazzata: i veneti si aggiudicano Gara-1

Positivo esordio dei veneti ai playoff, che resistono agli assalti della truppa di Meo Sacchetti, vincendo con merito, grazie ad una prova ottimale di Peric e Biligha.

Legabasket - La Vanoli lotta, ma la Reyer è una corazzata: i veneti si aggiudicano Gara-1
Foto copyright: Ciamillo&Castoria. La riproduzione del materiale fotografico senza autorizzazione scritta è vietata in qualsiasi forma
REYER VENEZIA
87 77
VANOLI CREMONA
REYER VENEZIA: Haynes 6, Peric 23, Sosa 3, Bramos 12, Tonut 6, Daye 7, De Nicolao 3,Jenkins 5, Bolpin, Ress, Biligha 12, Watt 10.All. De Raffaele
VANOLI CREMONA: Johnson-Odom 15,Martin 8,Gazzoli, Travis Diener 13, Ricci 7, Ruzzier 2, Portannese, Fontecchio 10, Sims 11, Drake Diener 2, Milbourne 8. All. Sacchetti.

La Reyer Venezia apre i propri playoff con una meritata vittoria casalinga contro una combattiva Vanoli Cremona, vincendo con il punteggio di 87-77. Una gara che ha visto gli oro-granata disputare un primo tempo stellare, con il +17 nel secondo quarto ma con un calo fisiologico che ha visto gli ospiti toccare il -5 grazie ad una prestazione eccellente di Travis Diener. Peric fa la differenza nell’ultimo quarto, ben coadiuvato da Biligha. La Gara-2 si terrà al Taliercio martedì sera, alle ore 20.30.

Vanno subito a segno Watt e Sims, mentre Haynes si sblocca con cinque punti, in risposta a Ruzzier, permettendo a Venezia di restare in vantaggio sul 10-8 dopo tre minuti. A metà quarto, Tonut è protagonista del primo break della partita e firma il +6, mentre Bramos sigla il 20-11 con una tripla. La replica dei lombardi arriva con Milbourne e Fontecchio, tuttavia Biligha firma quattro punti consecutivi e De Nicolao da tre punti sulla sirena fissa lo score sul 31-20, pro Reyer.

Il copione resta invariato nel secondo periodo, i veneti spingono sull’acceleratore e si portano sul 40-24 dopo tre minuti di ripresa. Johnson-Odom e Fontecchio trovano punti importanti dall’arco, che permettono agli ospiti di recuperare leggermente il divario, mentre Daye prova a riallungare, tuttavia Travis Diener evita il peggio e chiude il primo tempo sul 52-41.

Foto copyright: Ciamillo&Castoria. La riproduzione del materiale fotografico senza autorizzazione scritta è vietata in qualsiasi forma

Foto copyright: Ciamillo&Castoria. La riproduzione del materiale fotografico senza autorizzazione scritta è vietata in qualsiasi forma

Al rientro sul parquet, la Vanoli entra con lo spirito giusto, grazie ai cugini Diener, che suonano la carica recuperando punti su punti e con il numero sette implacabile dalla lunga distanza. I lagunari soffrono e Peric ridà linfa e ossigeno ai suoi, con l’aiuto di Bramos, per riallungare sul +11. Travis Diener non è dello stesso parere e trascina i suoi sul -5 a due minuti dal termine del quarto: Biligha e Peric provano la fuga, ma arriva il break di 4-0, su opera di Martin, che chiude al 30’ con il punteggio di 68-63.

Venezia prova ad archiviare la sfida già nelle prime battute del quarto, con il duo Watt-Jenkins, autori del +11, con otto minuti da giocare (76-65). Fontecchio e Sims evitano il tracollo, ma Bramos dall’angolo è una sentenza e permette l’allungo sull’83-70 a metà periodo. La tripla dell’87-74 di Tonut a meno di due minuti dalla sirena finale sa di ipoteca e la truppa di De Raffaele giostra con il cronometro, aggiudicandosi con merito il primo atto di questa serie, con il punteggio di 87-77.