LegaBasket Serie A, Playoffs - Milano resiste alla rimonta di Cantù e festeggia: è semifinale

L'Olimpia di Pianigiani scava il solco decisivo nel secondo quarto, prima di rintuzzare i tentativi di rimonta canturini che si fermano sul -4 a pochi minuti dalla sirena conclusiva. Decisivo nel finale Goudelock, con le triple che mandano Milano in semifinale.

LegaBasket Serie A, Playoffs - Milano resiste alla rimonta di Cantù e festeggia: è semifinale
Foto copyright: Ciamillo&Castoria. La riproduzione del materiale fotografico senza autorizzazione scritta è vietata in qualsiasi forma
Red October Cantù
65 74
Olimpia Milano

L'Olimpia Milano centra lo sweep. Dopo le due vittorie casalinghe la squadra di Simone Pianigiani sbanca anche Cantù ed archivia la serie con un netto e perentorio 3-0. Meneghini avanti fin da subito, anche se Cantù regge l'urto nel primo quarto prima di cedere nel secondo, quando Goudelock e compagni confezionano un clamoroso parziale di 28-13 che consente di andare all'intervallo con un cospicuo bottino di vantaggio. Gli ospiti sembrano gestire il margine con relativa tranquillità, ma Cournooh e Culpepper riavvicinano i padroni di casa fino al -4. I liberi e le triple di Goudelock chiudono definitivamente la pratica, con Milano che può festeggiare l'accesso alle semifinali senza alcun patema d'animo. 

La voglia di Milano è quella di azzannare la sfida fin dal principio e, i canestri di Goudelock e Cinciarini valgono il primo allungo. I tantissimi errori al tiro non permettono agli ospiti di allungare definitivamente, mentre Thomas ed il cuore di Cantù consente ai ragazzi di casa di tornare a contatto nel punteggio (14-15). Il parziale è soltanto rimandato, perché l'intensità difensiva dell'Olimpia limita le folate di Culpepper e compagni, permettendo dalla parte opposta alle triple di Jerrells e Bertans di scavare il solco nel punteggio (12-1 di parziale). La sospensione di Sodini non cambia le carte in tavola, con Milano che in attacco riesce a mantenere intatto il vantaggio acquisito: merito soprattutto di Goudelock - e di Kuzminskas - che sfrutta il quintetto piccolo di Pianigiani per sigillare il più 16 alla pausa lunga. 

In avvio di ripresa è Culpepper a provare a suonare la carica per i padroni di casa, la cui rimonta sembra prendere forma quando il playmaker firma il gioco da tre punti che consente a Cantù di tornare in singola cifra di svantaggio. Bertans si carica i suoi sulle spalle e rimette 14 lunghezze di margine tra le squadre, ma i canturini sono in partita e lo dimostrano di lì a poco, con Cournooh che spalleggia Culpepper e trascina i suoi al parziale che, a cavallo delle ultime due frazioni, riporta Cantù sotto di 4 (56-60). Tarczewski e Kuzminskas trovano dalla lunetta punti vitali per limitare i danni, prima del ritorno in campo di Goudelock che chiude ed archivia la pratica con due triple di fila. Più 12 e Milano in semifinale. 

A fine gara, il commento della sfida di Simone Pianigiani: “Abbiamo giocato una partita solida. Comandare qui per 40 minuti non è facile per la loro qualità e la spinta che ricevono dal pubblico. Non abbiamo permesso a Cantù di correre perché i loro punti in contropiede sono stati generati da nostre palle perse e non da un gioco di ritmo e transizione. Siamo riusciti a farlo per tre partite. Abbiamo tirato male da due perché qualche contropiede facile non è stato finalizzato. Ma è stata una serie affrontata bene. Vivere questi momenti di playoff è importante perché già in semifinale ci aspetterà una pallacanestro diversa. Nei playoff devi saper vincere in trasferta e noi oggi l’abbiamo fatto. Ma non basta ancora, dobbiamo fare ancora meglio”.

I tabellini