NBA Lottery, a Phoenix la prima scelta assoluta del Draft 2018
Fonte: Twitter

NBA Lottery, a Phoenix la prima scelta assoluta del Draft 2018

I Suns vincono la lottery e sceglieranno per primi al Barclays Center. Ayton e Doncic candidati forti. Nella top five anche Sacramento, Atlanta, Memphis e Dallas.

Andrears
Andrea Russo Spena

Saranno i Phoenix Suns del general manager Ryan McDonough ad avere il privilegio di scegliere per primi al prossimo NBA Draft (in programma il 22 giugno), come stabilito dal sorteggio che ha avuto luogo nella notte, la tradizionale lottery che stabilisce l'ordine delle chiamate della pesca più attesa della pallacanestro mondiale. Alle spalle della franchigia dell'Arizona sono finiti i Sacramento Kings e gli Atlanta Hawks, mentre chiameranno con l'ottava moneta i Cleveland Cavaliers, che hanno acquisito la loro scelta nell'affare Kyrie Irving-Isaiah Thomas con i Boston Celtics (scelta originariamente dei Brooklyn Nets). Questo l'ordine di chiamata del primo giro: 

1. Phoenix Suns
2. Sacramento Kings
3. Atlanta Hawks
4. Memphis Grizzlies
5. Dallas Mavericks 
6. Orlando Magic
7. Chicago Bulls
8. Cleveland Cavaliers (via Brooklyn Nets)
9. New York Knicks 
10. Philadelphia 76ers (via Los Angeles Lakers)
11. Charlotte Hornets 
12. Los Angeles Clippers (via Detroit Pistons)
13. Los Angeles Clippers
14. Denver Nuggets
15. Washington Wizards
16. Phoenix Suns (via Miami Heat)
17. Milwaukee Bucks
18. San Antonio Spurs
19. Atlanta Hawks (via Minnesota Timberwolves)
20. Minnesota Timberwolves (via Oklahoma City Thunder)
21. Utah Jazz
22. Chicago Bulls (via New Orleans Pelicans)
23. Indiana Pacers
24. Portland Trail Blazers
25. Los Angeles Lakers (via Cleveland Cavaliers)
26. Philadelphia 76ers
27. Boston Celtics
28. Golden State Warriors
29. Brooklyn Nets (via Toronto Raptors)
30. Atlanta Hawks (via Houston Rockets)

Grande entusiasmo nell'ambiente dei Phoenix Suns: "E' un giorno storico per la nostra franchigia - le parole del general manager Ryan McDonough, riportate da Nick Friedell di Espn - speriamo che questa scelta ci fornisca un altro giocatore su cui costruire la squadra. Pensiamo di averne già uno, è Devin Booker, crediamo che Josh Jackson abbia lo stesso potenziale dopo aver fatto grandi cose nella seconda parte della stagione. Normalmente l'NBA richiede tre giocatori d'élite per essere competitivi ad alti livelli. Abbiamo ora del potenziale da sviluppare, nella speranza di aggiungere qualcosa nella free agency. Quindi è tutto davvero grandioso per la nostra franchigia. Penso che questa scelta ci darà una grande spinta, sarà una scossa, motivo d'eccitazione per i nostri tifosi. Non vediamo l'ora che arrivi il Draft. Spero che la nostra decisione sulla prima chiamata sia presa all'unanimità: renderebbe più facile il mio lavoro"

Sono tre i giocatori accostati ai Phoenix Suns come candidati alla prima scelta assoluta assoluta, DeAndre Ayton, dominante lungo da Arizona, Luka Doncic, fenomenale all around player sloveno del Real Madrid, e Marvin Bagley III, altro super atleta in uscita da Duke. DeAndre Ayton è già considerato il favorito, anche per aver frequentato il college proprio ad Arizona. Si espone in suo favore Josh Jackson, rookie dei Suns presente alla Lottery di Chicago: "Personalmente prenderei lui - dice - è un ragazzo che conosco da cinque-sei anni. L'ho visto crescere da freshman a senior all'high school e migliorare ogni anno, aggiungendo sempre qualcosa al suo gioco. In passato il suo tiro non era granchè, ora devi rispettarlo. Non può essere lasciato libero, perchè segna anche fuori dal pitturato. Ha tantissimo potenziale ed è un gran lavoratore, ecco perchè probabilmente prenderei lui". 

Ma anche Luka Doncic ha le sue possibilità di finire a Phoenix, non foss'altro perchè il nuovo allenatore dei Suns è Igor Kokoskov, che con il giocatore del Real Madrid ha vinto gli Europei di pallacanestro nel 2017 (trionfo della nazionale slovena a Istanbul, con un super Goran Dragic): "E' certamente qualcosa che prenderemo in considerazione - dice McDonough al riguardo - Igor Kokoskov è il nostro capo allenatore e ha una storia di successo nella valutazione e nello sviluppo dei giocatori. Lui e Doncic hanno già una storia alle spalle avendo vinto gli Europei insieme. Doncic è certamente un talento fenomenale, che sarà tra i candidati alla prima scelta. Ma, allo stesso tempo, ci sono anche altri giocatori che possiamo chiamare. So cosa pensa Igor di Doncic e conosco lo stretto rapporto che c'è tra i due. Ma anche Igor vuole che i Suns scelgano il miglior giocatore, chiunque sia".

VAVEL Logo