NBA, i top free agents dell'estate 2018

NBA, i top free agents dell'estate 2018

Da James a George, da Anthony a Paul, passando per Cousins e Capela: ecco i principali free agents della offseason 2018 (c'è anche Durant, che dovrebbe però rimanere ai Warriors).

Andrears
Andrea Russo Spena

A pochi giorni dall'NBA Draft, è giunto il momento di dare un'occhiata ai principali free agents 2018 della lega di pallacanestro più bella del mondo, anche a causa dell'implicazioni - in termini di trade - che potrebbero svilupparsi nella notte (21 giugno) del Barclays Center. Questi i free agents più appetiti dell'offseason NBA: 

LeBron James (33 anni, player option). Il Prescelto è l'uomo intorno al quale ruoterà il resto dell'estate NBA. Un suo addio ai Cleveland Cavaliers scatenerebbe un effetto domino anche per altre superstar. LeBron ha a disposizione una player option da 35.6 milioni di dollari: potrebbe andar via anche se la esercitasse. In quel caso firmerebbe con i Cavs per poi essere ceduto (sign and trade). 

Kevin Durant (29 anni, player option). KD aveva a disposizione una player option da 26.2 milioni di dollari, già declinata. Dal 30 giugno sarà dunque un unrestricted free agent, ma i Golden State Warriors sono certi di riuscire a rinegoziare un contratto con lui, stavolta pluriennale (a differenza dello scorso anno) e a cifre più alte per l'MVP delle ultime Finals. 

Chris Paul (33 anni, unrestricted free agent). Dopo il sign and trade della scorsa estate, con cui lasciò i Los Angeles Clippers, Chris Paul si ritrova nuovamente in scadenza di contratto. Unrestricted, CP3 ha manifestato al frontoffice degli Houston Rockets la sua intenzione di voler rinnovare al massimo salariale. 

Paul George (28 anni, player option). PG13 è un altro dei pezzi pregiati di questa free agency. Giunto lo scorso anno a Oklahoma City via trade, dovrà scegliere se esercitare la player option prevista in sua favore (20.7 milioni) o se salutare i Thunder. Intanto si susseguono i rumors che lo vorrebbero a Los Angeles, sponda Lakers, tra i componenti di un altro superteam.

Clint Capela (24 anni, restricted free agent). Il centro svizzero è stato uno dei punti di forza della stagione degli Houston Rockets, giunti a un passo dalle NBA Finals. In scadenza, è unrestricted free agent, il che significa che il general manager Daryl Morey potrà pareggiare ogni offerta per il giocatore, che cerca un rinnovo a cifre ben diverse da quelle che hanno caratterizzato sinora la sua carriera (2.3 milioni di ingaggio nella stagione appena conclusa).

DeMarcus Cousins (27 anni, unrestricted free agent). Boogie è il grande punto interrogativo dell'estate dei Pelicans. New Orleans ha chiuso la stagione in crescendo con lui ai box per infortunio (rottura del tendine d'Achille) e con maggiore spazio per Anthony Davis. Due le alternative: rinnovargli il contratto o lasciarlo andare via a zero.

Carmelo Anthony (34 anni, player option). Melo si trova nella stessa situazione di Paul George. Giunto a Oklahoma City dopo uno scambio, può esercitare una player option da 27.9 milioni per la prossima stagione. Ma, a differenza di George, Anthony non ha molte pretendenti: ecco perchè potrebbe decidere di rimanere ai Thunder. 

DeAndre Jordan (29 anni, player option). L'ultimo esponente della fu Lob City ha a disposizione una player option da 24.1 milioni. Si dice che ai Clippers nessuno si straccerebbe le vesti se dovesse declinarla. Ma, dovesse lasciare Los Angeles, troverebbe un'altra destinazione a quelle cifre?

Trevor Ariza (32 anni, unrestricted free agent). Il veterano degli Houston Rockets ha diverse pretendenti (Golden State Warriors su tutti). Ottimo difensore, tiratore e giocatore di sistema, è il classico role player di una squadra da titolo. Nell'ultima stagione ha guadagnato poco più di sette milioni.

Marcus Smart (24 anni, restricted free agent). Giocatore di energia, non un realizzatore ma un gran difensore e un agonista straordinario, Smart è restricted free agent. I Boston Celtics potrebbero però non voler (o non poter) pareggiare le offerte che arriveranno a Smart, il cui futuro spiegherà che direzione tecnica vorranno prendere i biancoverdi.

Dwyane Wade (36 anni, unrestricted free agent). Tornato a Miami lo scorso inverno, Wade è in scadenza di contratto. Potrebbe finire la carriera in maglia Heat, oppure cercare un'altra cavalcata per il titolo in una contender, magari nella stessa squadra dell'amico LeBron James.

Isaiah Thomas (29 anni, unrestricted free agent). Curioso il destino di Thomas. Un anno fa era l'idolo incontrastato del popolo dei Boston Celtics, oggi è sostanzialmente senza squadra e a caccia di un buon contratto. In scadenza con i Los Angeles Lakers, deve fare i conti con la riabilitazione da un'operazione chirurgica all'anca, che influenzerà la sua free agency.

VAVEL Logo