Nba - Lance Stephenson scaricato dagli Indiana Pacers

'The Born Ready' ed Indiana si separano. L'esperta guardia ora dovrà trovare un'altra sistemazione, da free agent.

Nba - Lance Stephenson scaricato dagli Indiana Pacers
twitter.com

Alla già lunga lista di free agent, si va ad aggiungere anche un altro nome, che non ha l'appeal di LeBron James, Chris Paul o Paul George, ma è pur sempre un'incona dell'Nba di oggi. Un personaggio particolare, stravagante, ma efficace sui campi da gioco. Gli Indiana Pacers hanno deciso di non esercitare l’opzione a proprio favore sul contratto di Lance Stephenson, di fatto mostrandogli la porta e rendendolo un free agent senza restrizioni dalla mezzanotte dell’1 luglio, quando si aprirà ufficialmente il mercato per i giocatori senza contratto. Avventura terminata, quindi, per 'The Born Ready' ad Indianapolis, anche per lui sarà un'estate calda, di cambiamento.

La franchigia avrebbe potuto confermarlo per la prossima stagione a 4.36 milioni di dollari, un prezzo contenuto per un giocatore - di contorno - che comunque ha fatto parte della rotazione in questa stagione di grande successo per i Pacers, ma hanno deciso di separarsi dalla guardia, risparmiando così una parte di salary cap e rendere meno 'affannate' le casse della franchigia. Se Thaddeus Young deciderà di uscire dal suo accordo da 13.7 milioni per testare il mercato dei free agent e se il contratto di Al Jefferson venisse spalmato su più stagioni, allora per Indiana si aprirebbe uno scenario alquanto interessante, poichè avrebbe a disposizione circa 37 milioni di dollari in spazio salariale con cui poter rinforzare la squadra.

Comunque, si tratta di una scelta che può non trovare grossi consensi, in quanto Stephenson oltre ad aver dato la passata stagione un buon contributo sul parquet, è uno che, normalmente, porta in dote, sul campo e nello spogliatoio, dosi massicce di leadership. C'è stata una persona, in particolare, a cui questa decisione non è affatto piaciuta, e si tratta del grande ex Paul George che con Lance è rimasto molto legato. Attraverso i social, PG13 ha fatto capire di non essere d'accordo con la decisione presa dai Pacers: "Ma è così male il ragazzo? In questo business devi fare ciò che è giusto per te" prima di concludere il suo post con l'hashtag #PacerLegend.