Qualificazioni Mondiali 2019 - L'Italia ci prova ma si deve inchinare a Bogadnovic! (72-78)

Gli azzurri perdono a Trieste contro la Croazia  trascinata dalla sua stella NBA Bogdanovic (26 punti)

Qualificazioni Mondiali 2019 - L'Italia ci prova ma si deve inchinare a Bogadnovic! (72-78)
Pietro AradoriNazionale Italiana Maschile Senior - 2019 FIBA World Cup QualifiersRomania Italia Romania ItalyFIP 2018Trieste, 28/06/2018Foto Ciamillo-Castoria - italia - croazia
Italia
72 78
Croazia
Italia: Daniel Hackett, Amedeo Della Valle, Pietro Aradori, Paul Biligha, Luca Vitali, Ariel Filloy, Amedeo Tessitori, Awudu Abass Stefano Tonut, Michele Vitali Christian Burns,Brian Sacchetti
Croazia: Mate Kalajzic, Filip Kruslin, Rok Stipcevic, Jakov Mustapic, Dario Saric, Tomislav Zubcic, Planinic, Babic, Ramljak, Zeljko Sakic, Ivica Zubac, Bojan Bogdanovic

La Croazia vince contro l'Italia per 72-78 . A Trieste gli azzurri i perdono, ma non mollano mai lottando per tutti i 40 minuti anche quando la partita era nelle mani degli ospiti. Prima sconfitta per Meo Sacchetti,da ct azzurro, ma ininfluente visto che già qualificata alla seconda fase. Infortunio alla caviglia per Daniel Hackett

Nel primo tempo l'Italia è rimasta aggrappata al risultato giocando alla pari della squadra croata che aveva a disposizione un paio di stelle NBA. Proprio una di queste, Bogdanovic, sale in cattedra nella ripresa portano la Croazia anche a più 15, ma smette di giocare al 35esimo, così gli azzurri rientrano fino a meno 4, ma non riescono a ribaltare il risultato.  Per gli uomini di Sacchetti spiccano Aradori (15 punti), Awudu Abass (14) e  Burns (14, autore anche di un ottima gara difensiva.

Michele Vitali Nazionale Italiana Maschile Senior -  2019 FIBA World Cup Qualifiers Italia Croazia Italy Croatia FIP 2018 Trieste, 28/06/2018 Foto Ciamillo-Castoria
Michele Vitali Nazionale Italiana Maschile Senior - 2019 FIBA World Cup Qualifiers Italia Croazia Italy Croatia FIP 2018 Trieste, 28/06/2018 Foto Ciamillo-Castoria

LA PARTITA

I quintetti

Italia: Biligha, Burns, Hackett, Della Valle ed Abass

Croazia: Bogdanovic, Zubac, Saric, Stipcevic e Ramljak 

1° Quarto

La Croazia parte molto bene, ritmo altissimo, con l'Italia che, come nelle altre partite, inizia in modo lento e va a segno solo con i propri lunghi Biligha e Burns (6-10). Sacchetti perde quasi subito Hackett per un infortunio fortuito alla caviglia destra ed al suo posto inserisce Luca Vitali che mette a referto una tripla molto importante (9-12). 

Gli azzurri trovano il primo vantaggio della gara con due canestri di Aradori e Brian Sacchetti (17-15). Il numero 4 in forza alla Virtus è una vera macchinetta e grazie ai suoi 10 punti l'Italia chiude in avanti di tre punti il primo quarto (24-21). 

2° Quarto

L'Italia prende tiri in ritmo e soprattutto da tre punti, ma dall'altra parte concede troppi tiri liberi alla Croazia (27-28). Gli azzurri aumentano l'intensità in difesa guidati da uno strepitoso Burns che li li permettono di rimanere in contatto con la Croazia (35-37).

Dopo il time out chiamato da Sacchetti, l'Italbasket va in campo ancora più aggressiva ed impatta il risultato sul 39 pari. 

Il secondo quarto si chiude con la Croazia avanti, ma l'Italia rimane in contatto 39-41 

Awudu Abbass Nazionale Italiana Maschile Senior  2019 FIBA World Cup Qualifiers Italia Croazia Italy Croatia FIP 2018 Trieste, 28/06/2018 Foto Ciamillo-Castoria
Awudu Abbass Nazionale Italiana Maschile Senior 2019 FIBA World Cup Qualifiers Italia Croazia Italy Croatia FIP 2018 Trieste, 28/06/2018 Foto Ciamillo-Castoria

3° Quarto

La Croazia scappa via ad inizio terzo quarto con l' Italia che non riesce a trovare ritmo in attacco sbagliando tanti tiri anche abbastanza semplici e così gli avversari scappano via sul più 9 (43-51). I croati, a metà del terzo quarto, sono in controllo della partita con un super Bogadnovic (19 punti) e scappano via sul più 15 (47-62).

Gli azzurri ritrovano il canestro dopo quattro minuti e ritorna fino al meno 12. Ma dall'altra parte, il giocatore numero 44, stella NBA, non si ferma con forza e soprattutto con esperienza, con un macigno di 10 liberi segnati su 10 a propria disposizione. 

Croazia al comando della partita su tutti i punti di vista con l'Italia a meno 13 a dieci minuti dal termine 

4° Quarto

La Croazia vola via ad inizio dell'ultima frazione di gioca ed arriva a toccare anche il massimo vantaggio 57- 73. L'Italia non si spaventa, non si scoraggia e rimane aggrappata agli avversari. 

A cinque minuti dal termine succede quello che non ti aspetti: gli uomini di Anzulovic smettono letteralmente di giocare, si bloccano, staccano la spina. L'Italia, come vi abbiamo detto più e più volte, non molla e con Abass con 11 punti di fila ritorna sotto. 

Due minuti da incubo per il leader degli ospiti, Bogadnovic , con la Croazia che è paralizzata in attacco, ma sopratutto in difesa lasciando spazio all'Italia che con Sacchetti arriva fino a meno 4 (72-76). 

Ma Zubac  non sbaglia e segn due liberi del 72-78.