Turkish Airlines Euroleague - Efes, Bayern, Olympiacos e Real ottengono il bottino pieno

Turkish Airlines Euroleague - Efes, Bayern, Olympiacos e Real ottengono il bottino pieno

I turchi superano tra le mura amiche il Fenerbahce, così come fa il Bayern con il Baskonia, l'Olympiacos con il Maccabi ed il Real con il Buducnost. Solo vittorie casalinghe in questa quarta giornata di Eurolega.

raffaele-cautiero
Raffaele Cautiero

La prima giornata del quarto turno della Turkish Airlines Euroleague ha registrato solamente vittorie casalinghe. La prima è stata quella dell'Anadolu Efes, che tra le proprie mura ha superato col punteggio di 89-83 i connazionali del Fenerbahce. Una vittoria di rimonta dopo che i primi 20 minuti erano stati di totale dominio degli ospiti, che hanno invece mollato nel secondo tempo, permettendo così all'Efes di inanellare un preziosissimo successo. Un risultato costruito ed ottenuto già a partire dalle scelte iniziali adoperate da coach Ataman, il quale per l'occasione si è affidato a Balbay, Beaubois, Dunston, Moerman e Simon. Dall'altra parte Obradovic, proprio con l'intento di non correre rischi, aveva scelto il proprio starting five migliore, ovvero quello composto da Guduric, Kalinic, Melli, Sloukas e Vesely. Proprio quest'ultimo si rende autore di una grande prestazione inanellando 24 punti, consolidati dai 14 di Melli, dagli 11 di Sloukas e dai 10 di Guduric. Dall'altra parte invece l'Anadolu ha potuto contare sui 17 punti di Beaubois, i 15 di Moerman ed i 13 a testa per Pleiss e Micic. Per l'Efes ora c'è l'impegno fuori casa con Milano, mentre Fenerbahce se la vedrà con il Bayern.

Proprio i teutonici si sono resi protagonisti di una grande ed importante vittoria contro il Baskonia. I tedeschi comandano a lungo il gioco, ma i baschi sono bravi a rimanere attaccati alla partita fino alla fine, salvo poi cedere alla maggior brillantezza fisica dei padroni di casa. Un successo conseguito grazie al quintetto scelto per questa sfida da Radonjic, infatti il tecnico montenegrino si è presentato con Barthel, Booker, Djedovic, Jovic e Lucic. Dall'altra parte Martinez Sanchez non ha voluto lasciare nulla al caso schierando fin da subito Diop, Garino, Granger, Hilliard e Voigtmann. Tra questi non si salva praticamente nessuno, in quanto i punti arrivano direttamente dalla panchina, con Poirier autore di 24 punti, avvalorati dai 16 di Shengelia e dai 12 di Janning. I teutonici invece hanno potuto contare sui 22 punti di Williams, i 15 di Lo ed i 14 di Dedovic. Nel prossimo turno i tedeschi saranno chiamati a ripetere questa prestazione contro il Fenerbahce, mentre il Baskonia potrà riscattarsi tra le mura amiche contro il Darussafaka.

Da Monaco voliamo ad Atene con l'Olympiacos che porta a casa una partita complicatissima contro il Maccabi. Dopo un approccio sbagliato gli ellenici si riprendono e scappano nel punteggio, che non verrà più ricucito dagli israeliani. Una vittoria ottenuta quindi grazie alle scelte iniziali di coach Blatt, il quale per l'occasione ha schierato Milutinov, Papanikolaou, Printezis, Spanoulis e Williams-Gross. Un quintetto al quale Spahija ha risposto con Black, Dibartolomeo, Kane, O'Bryant e Roll. Proprio quest'ultimo contribuisce alla buona prestazione degli israeliani con 12 punti, avvalorati dai 12 di O'Bryant, dai 22 di Kane, dai 12 di Dibartolomeo e dai 10 di Black. Numeri annullati dai 16 punti di Spanoulis, dai 15 di Toupane, dai 14 di Williams-Goss, dai 13 di Printezis e dai 12 di Leday. Prestazioni che andranno ripetute, se non migliorate nel prossimo turno contro il CSKA, mentre il Maccabi farà visita al Barcellona.

Acerrimi rivali dei catalani sono le merengues, che in questo turno hanno superato col punteggio di 89-55 il Buducnost. Una partita senza storia dall'inizio alla fine con i padroni di casa che hanno vinto il match già a partire dalla palla a due grazie alle scelte adoperate da coach Laso, il quale per l'occasione ha schierato Causeur, Llull, Randolph, Tavares e Taylor. Dall'altra parte Dzikic si è opposto con Clark, Clarke, Craft, Gordic ed Omic. Proprio gli ultimi due sono gli unici a salvarsi tra le fila montenegrine realizzando 13 e 10 punti. Per il Real invece ci sono gli 11 punti a testa di Randolph e Carroll ed i 10 di Tavares e Taylor. Nel prossimo turno il Real se la vedrà con lo Zalgiris, mentre il Buducnost cercherà riscatto contro il Panathinaikos.

Efes - Fenerbahce 89-83

Efes: Larkin 7 Beaubois 17 Moerman 15 Tuncer 3 Pleiss 13 Micic 13 Anderson 6 Dunston 8 Simon 7

Fenerbahce: Melli 14 Mahmutoglu 7 Kalinic 6 Sloukas 11 Guduric 10 Vesely 24 Duverioglu 4 Datome 3 Lauvergne 4

Bayern - Baskonia 77-71

Bayern: Koponen 3 Lucic 9 Lo 15 Dedovic 14 Jovic 7 Barthel 1 Williams 22 Booker 6

Baskonia: Vildoza 4 Voigtmann 3 Janning 12 Diop 3 Poirier 24 Shengelia 16 Garino 7 Shields 2

Olympiacos - Maccabi 88-80

Olympiacos: Williams-Goss 14 Toupane 15 Spanoulis 16 Timma 3 Milutinov 2 Vezenkov 7 Printezis 13 Papanikolaou 6 Leday 12

Maccabi: O'Bryant 12 Caloiaro 6 Roll 12 Kane 22 Tyus 2 Dibartolomeo 12 Black 10 Zoosman 4

Real Madrid - Buducnost 89-55

Real Madrid: Causeur 4 Randolph 11 Fernandez 6 Campazzo 5 Reyes 4 Ayon 8 Carroll 11 Tavares 10 Llull 9 Deck 9 Prepelic 2 Taylor 10

Buducnost: Jackson 9 Barovic 4 Clarke 9 Gordic 13 Ilic 4 Craft 4 Omic 10 Popovic 2

VAVEL Logo