Turkish Airlines Euroleague - Vittorie casalinghe per CSKA, Baskonia, Barça e Fener

Turkish Airlines Euroleague - Vittorie casalinghe per CSKA, Baskonia, Barça e Fener

I moscoviti di Itoudis battono nel big-match l'Olympiakos col punteggio di 69-65, mentre i baschi del Baskonia surclassano i turchi del Darussafaka col risultato di 82-56. Discorso inverso per i cugini del Fenerbahce che battono di misura il Bayern. Infine i catalani del Barcellona non hanno difficoltà nel superare gli israeliani del Maccabi.

raffaele-cautiero
Raffaele Cautiero

La quinta giornata della Turkish Airlines Euroleague si è aperta con l'importantissima vittoria del CSKA Mosca sull'Olympiacos. Un risultato giusto per quanto visto lungo tutti i 40 minuti, anche se gli ellenici non hanno assolutamente demeritato. Un successo frutto soprattutto delle scelte adoperate ad inizio match da coach Itoudis, il quale per l'occasione si è affidato ad Antonov, Clyburn, Hackett, Higgins ed Hunter. Un quintetto che Blatt ha provato a disinnescare con questo starting five: Milutinov, Papanikolaou, Printezis, Toupane e Williams-Gross. Proprio quest'ultimo si è reso autore di 13 punti, accompagnati dai 16 di Spanoulis e dai 14 di Printezis. Dall'altra parte invece ci sono da segnalare i 20 punti di Rodriguez, i 17 di Clyburn e gli 11 di Higgins. Prestazioni che andranno riconfermate nel prossimo turno contro Milano, mentre l'Olympiacos se la vedrà nel derby ellenico con il Panathinaikos.

Nella seconda partita in programma il Baskonia ha superato con un punteggio molto ampio il Darussafaka. Un risultato frutto soprattutto dell'atteggiamento decisamente più intenso ed aggressivo avuto dai padroni di casa nella seconda metà di gara. Infatti i turchi sono stati in partita per i primi 20 minuti, salvo poi cedere sotto i colpi costanti della squadra di Martinez Sanchez, il quale per l'occasione ha dovuto modificare le proprie scelte iniziali, che avevano riguardato Hilliard, Huertas, Poirier, Shengelia e Shields. Dall'altra parte invece Caki ha provato ad opporsi con Eric, Evans, Kidd, Ozdemiroglu ed Ozmizrak, ma tra questi si salva solamente Eric con 12 punti, avvalorati dalla panchina da Savas con altri 12 punti. Il Baskonia invece ha potuto contare sui 13 punti di Shengelia, sui 12 di Hilliard e sui 10 di Poirier. Per i baschi c'è ora un impegno decisamente più probante, come quello contro il Fenerbahce, mentre il Darussafaka giocherà fuori casa con il Bayern.

Proprio Fenerbahce e Bayern sono state le protagoniste della terza partita di serata. A vincere sono stati i turchi col punteggio di 88-84. Un risultato che va a premiare la prima metà di frazione giocata dai padroni di casa, che avrebbero meritato un distacco ben più ampio. I tedeschi, bravi a rimanere attaccati alla partita nei primi 20 minuti, sono poi riusciti addirittura a ribaltare la situazione portandosi in vantaggio, ma nel finale c'è stato il ritorno del Fener, che ha così portato a casa la vittoria. Un successo firmato soprattutto da Obradovic con le sue scelte iniziali, ovvero: Datome, Kalinic, Lauvergne, Melli e Sloukas. Un quintetto che Radonjic ha provato a fermare con Barthel, Booker, Djedovic, Lucic e Jovic. Uno starting five nel quale spicca Booker, autore di 15 punti, avvalorati dai 13 di Lucic, dai 12 di Jovic e dagli 11 di Koponen. Per il Fener invece ci sono da segnalare i 19 punti di Datome, i 16 di Vesely, gli 11 di Kalinic ed i 10 di Guduric e Lauvergne. 

Infine la serata si è chiusa con l'ampia vittoria del Barcellona sul Maccabi. Un successo mai messo in discussione dai catalani, che sono stati bravi ad approcciare bene al match, per poi controllarlo nella seconda metà di gara. Una vittoria frutto anche delle scelte adoperate da coach Pesic a questo match, infatti l'allenatore serbo per non correre rischi, ha preferito schierare dall'inizio il proprio quintetto migliore, composto da Claver, Kuric, Pangos, Singleton e Tomic. Dall'altra parte Spahija ha preferito affidarsi a Kane, O'Bryant, Roll, Tyus e Wilbekin. Tra questi il solo O'Bryant va in doppia cifra con 10 punti, accompagnati dagli 11 di Caloiaro. Il Barça invece ha potuto contare sui 14 di Claver, sui 13 di Kuric ed i 12 di Tomic. Statistiche, numeri, che i catalani sono chiamati a ripetere nel prossimo turno contro il Khimki, mentre il Maccabi se la vedrà con il Real Madrid.

CSKA Mosca - Olympiacos 69-65

CSKA Mosca: Peters 6 Rodriguez 20 Vorontsevich 3 Clyburn 17 Higgins 11 Kulagin 2 Hines 6 Hunter 4

Olympiacos: Williams-Goss 13 Spanoulis 16 Milutinov 7 Printezis 14 Papanikolaou 7 Leday 8

Baskonia - Darussafaka 82-56

Baskonia: Vildoza 9 Voigtmann 6 Huertas 4 Janning 8 Diop 7 Granger 7 Poirier 10 Shengelia 13 Shields 6 Hilliard 12

Darussafaka: McCallum 4 Ozmizrak 2 Demir 8 Ozdemiroglu 6 Savas 12 Peiners 4 Diebler 6 Evans 2 Eric 12

Fenerbahce - Bayern 88-84

Fenerbahce: Melli 2 Kalinic 11 Sloukas 8 Guduric 10 Vesely 16 Muhammed 3 Duverioglu 9 Datome 19 Lauvergne 10

Bayern: Dangubic 8 Koponen 11 Radosevic 2 Lucic 13 Dedovic 9 Jovic 12 Barthel 7 Williams 7 Booker 15

Barcellona - Maccabi 74-58

Barcellona: Seraphin 6 Pangos 7 Singleton 9 Hanga 2 Heurtel 6 Oriola 5 Kuric 13 Claver 14 Tomic 12

Maccabi: Ray 2 Wilbekin 2 O'Bryant 10 Caloiaro 11 Roll 7 Kane 7 Tyus 9 Dibartolomeo 6 Cohen 4

VAVEL Logo