A2 Old Wild West - Turno infrasettimale per la quarta giornata di ritorno

A2 Old Wild West - Turno infrasettimale per la quarta giornata di ritorno

Ad Est crolla la Fortitudo contro Udine e incappa nella seconda sconfitta stagionale, ma nessun dramma. Ad Ovest, vola Rieti e Roma rimane capolista.

francesco-bruni
Francesco Bruni

Turno infrasettimanale di A2 che regala risultati interessanti, notizie da dare e nuovi spunti da trattare. Cominciamo dalle due serate del girone Ovest: mercoledì in campo tre partite con vista playoff e che preannunciavano spettacolo. La prima sfida la vince Casale per 96-75 contro Trapani, con i piemontesi sesti in classifica che vedono recuperare posizioni. 19 i punti del top scorer Denegri in casa Junior, mentre per i siciliani Clarke da 14.

Cassino perde colpi importanti, sconfitta da Rieti 75-85, nonostante i 20 di Pepper. In casa reatina, bella prova di Casini da 15 e Tomasini da 14 con la squadra che si porta seconda in classifica a meno quattro da Roma, ma con una gara in meno. Attenzione massima a Scafati e ai suoi alti e bassi. I campani battono Tortona, in zona playout, per 88-82. Scafati trova nella doppia doppia di Goodwin da 20 e 11 rimbalzi un'arma letale a suo vantaggio, mentre nei piemontesi Alibegovic e Bertone i migliori con 14 punti. Rimaniamo ad Ovest dove, nella serata di ieri, Agrigento soffre,ma batte Legnano, in zona calda di classifica, per 74-71, trovando in Cannon e Pepe da 16 punti due validi alleati. Nei lombardi si salva solo Thomas da 28, ma continua a predicare nel deserto.

Derby time tra Leonis e Virtus Roma, con i secondi che si confermano padroni della Capitale per 94-73, trascinati dalla doppia doppia di Sims da 23-11 e dai 20 di Moore. Per la Leonis, 19 di Jones e 18 di Loschi. Altro derby al Nord tra Bergamo e Treviglio, vinto dai secondi per 73-86 e Roberts ne mette 24. Bergamo perde il secondo posto in classifica, nonostante i 20-15 di Roderick. Torna a vincere Biella, batte a sorpresa l'Orlandina per 96-75.  Miglior realizzatore piemontese Sims da 31 per cambiare, mentre in casa siciliana 25 di Triche. Latina vince e mette Siena in netta difficoltà per 89-84. Toscani da rivedere e da risistemare, qualora volessero ambire a playoff per ora difficili da pensare, ma protagonista Ranuzzi con 17, mentre per i laziali vola Carlson da 19-10. Ad Est, partiamo dal posticipo tra Cento e Ravenna. I giallorossi vincono 64-50 e Cento sembra in una crisi ormai data per certa. Nella Baltur, bella prova di Mays da 19, mentre in casa Ravnna vola Masciadri da 18 punti.

Nelle altre partite, vince Montegranaro e si porta a meno quattro da Bologna e supera Treviso al secondo posto, battendo Ferrara 95-99 dopo supplementare. Ferraresi con 29 del nigeriano Campbell, mentre 27-10 di Corbett nei marchigiani. Roseto vince dopo supplementare il primo scontro con una big come Forlì per 76-84. Romagnoli con i 18 della coppia Lawson- Johnson, a cui il primo aggiunge 11 rimbalzi. Abruzzesi con Akele da 22. Jesi vince lo scontro diretto contro la Bakery Piacenza per 96-87, grazie ai 21-13 di Tote, mentre Piacenza con la dipendenza da Voskuil da 28 punti. Treviso batte Cagliari senza sorprese per 94-52 con Burnett da 19, 18 di Miles nei sardi.

Crolla la Fortitudo per la seconda volta in stagione contro Udine per 72-68. Sconfitta senza drammi per la capolista, la quale sbatte contro un Simpson da 20 in casa friulana e contro una squadra che al pla Carnera può mettere in difficoltà tutte. Bologna tradita dai i suoi migliori giocatori, nonostante i 24-13 di Leunen. Assigeco piacenza sconfitta da una Mantova in crescita davvero per 71-61. In casa lombarda, 17 di Visconti, mentre, in casa emiliana, 15-10 di Ogide. imola torna a vincere a Verona 104-97, mettendo a referto una bella prestazione di squadra  targata Bowers da 22 e 10 assist aggiunti ai 22 di Crow. Scaligeri da rivedere, nonostante i 31 di Amato e 23-11 di Candussi, due italiani buone notizie per coach Sacchetti in ottica nazionale.

VAVEL Logo