Legabasket - Milano vince l'ultima di regula season: 93-88 su Trieste 
logo legabasket

Nell'ultima gara di regular season Milano vince in casa contro l'Alma Trieste: finisce 93-88 in favore dei biancorossi privi di James, Nedovic ed Omic . Man of the match è sicuramente Amadeo Della Valle autore di ben 21 punti. 

L'Alma parte meglio e comanda il primo quarto (14-22), ma nel secondo l'Armani guidata un ottimo Cinciarini e da Della Valle ribaltano la gara e con due triple sul finale di Jerrells porta l'Olimpia avanti di dieci punti 53-43. Nel secondo tempo Trieste ricuce lo svantaggio e rientra in gara  (67-65 a dieci minuti dal termine) ma nell'ultimo quarto la carica di Della Valle regala il successo ai suoi. 

Una vittoria ininfluente per i campioni d'Italia già primi matematicamente, ma a Pianigiani da sicuramente ottimi spunti per i playoff dove affronterà la Sidigas Avellino nei quarti di finale (sabato gara 1 al Forum alle ore 19). . 

I QUINTETTI

 A|X Armani Exchange Milano: Jerrells, Brooks, Micov, Burns e Nunnally

Alma Trieste: Wright, Peric, Strautins, Sanders e Mosley

LA PARTITA

Due squadre con motivazioni decisamente opposte e si vede fin dai primi minuti: Trieste parte subito forte con la voglia di portare a casa i due punti utili per qualificarsi matematicamente ai playoff e domina per i primi 5 minuti segnando 11 punti consecutivi contro i 0 di Milano. L'Olimpia con un quintetto inedito (assenti sia James e Nedovic ndr) fatica incredibilmente sbagliando in attacco ma soprattutto concedendo troppi contropiede e Pianigiani è costretto a chiamare time out.   

L'Olimpia continua a litigare con il canestro, invece Trieste mantiene il vantaggio di 9 lunghezze (9-17). Micov in attacco e Brooks in difesa provano a dare una scossa ai propri compagni di squadra, ma gli uomini di Dalmasson chiudono il primo quarto in vantaggio di 8 punti 14-22. Ben 10 punti per l'ex venezia.

Milano entra con tutt'altro approccio nel secondo quarto e guidata da  Cinciarini e da Della Valle segna 9 punti consecutivi trovando così il primo vantaggio della gara (23-22 a 12'). Il capitano dell'Olimpia cambia in due la partita: rispetto al primo quarto ora l'Armani vola in contropiede, trova punti ad inizio azione e così i meneghini  volano a due possessi pieni di vantaggio (32-26 a 15').

Nonostante un Della Valle on fire, i padroni di casa pagano l'assenza di Cinciarini mandato in panchina per prendere fiato e così Trieste rientra guidata dal solito Peric (40-38 a 17'). Pianigiani concede qualche minuto a Fontecchio che, come il suo compagno di squadra, entra e segna 4 punti consecutivi 44-38.  Jerrells, autore fino al 19' al di sotto delle proprie capacità segna due triple una di seguito all'altra regalando il più 10 a fine primo tempo 53-43.

Come nel primo quarto Trieste inizia meglio rispetto a Milano e prova a riavvicinarsi con 5 punti consecutivi di Fernandez Juan e la tripla di Peric (55-51). Pianigiani ferma l'inerzia della gara chiamando time out. 

L'Alma ha una marcia in più e guidata sempre dal proprio numero 2 (23 punti) torna fino a meno uno (61-60). Dopo parecchi minuti senza trovare canestro, è Della Valle a muovere la retina dell'Armani (63-60), ma gli uomini di Dalmasson sono rientrati in partita e chiudono il terzo quarto sotto solo di due punti 67-65. 

Nell'ultimo quarto Milano prova a spezzare in due la partita con la carica di Della Valle e Kuzminskas  (76-69).  Trieste, rispetto ai quarti precedenti, ha fretta di rimontare e sbaglia troppo in attacco perdendo parecchi palloni.   E' il numero 00 biancorosso a spaccare in due la partita autore di 21 punti a fine gara. L'Alma ci prova fino all'ultimo ma alza bandiera bianca: Milano vince 93-88

IL TABELLINO

 A|X Armani Exchange Milano - Alma Trieste 93-88 (14-22, 53-43, 67-65)

A|X Armani Exchange Milano: Della Valle 21, Micov 11, De Capitani ne, Fontecchio 4, Tarczewski 3, Kuzminskas 13, Cinciarini 12, Nunnally 4, Burns 6, Brooks 10, Jerrells 9. 

Alma Trieste: Coronica, Peric 27, Fernandez 5, Wright 18, Strautins 2, Cavaliero, Da Ros 5, Sanders 13, Knox 8, Dragic 3, Mosley 7, Cittadini ne

VAVEL Logo